La data corrente
lunedì 22 dicembre 2014
Versioni alternative:

Torna alla home page della Regione Piemonte [1]


Home


Ass. Monica Cerutti: sopralluogo al CIE di Torino. Se le condizioni degli ospiti non saranno dignitose chiederò il loro spostamento"

  • Stampa
  • E-mail
altL'assessora regionale con delega all'immigrazione Monica Cerutti domani effettuerà un sopralluogo al Centro di Identificazione e Espulsione di corso Brunelleschi a Torino in seguito alle segnalazioni ricevute che danno notizia della rottura dell'impianto di riscaldamento della struttura. Già venerdì pomeriggio l'assessora aveva inoltrato richiesta scritta di chiarimenti alla Prefettura di Torino.
"Martedì 16 dicembre nel pomeriggio mi recherò per l'ennesima volta al CIE di Torino per verificare personalmente la condizione nella quale versano gli "ospiti" della struttura dopo le segnalazioni che abbiamo ricevuto in questi giorni in merito alla rottura dell'impianto di riscaldamento all'interno del centro" - così l'assessora della Regione Piemonte con delega all'immigrazione Monica Cerutti
 

In 15 mesi la Rete regionale contro le discriminazioni ha gestito 93 casi: rinnovare il protocollo d'intesa Regione-Province a sostegno dei diritti umani

  • Stampa
  • E-mail
 unar - uguaglianza in azione"Lunedì 15 dicembre 2014 durante la riunione con i Presidenti di Provincia piemontesi proporrò il rinnovo del protocollo d'intesa che ha permesso la costituzione della Rete regionale contro le discriminazioni e che è in scadenza a fine mese. In questi anni il Gruppo di lavoro del Centro regionale contro le discriminazioni in Piemonte ha fatto un buon lavoro contro ed è nostro compito valorizzare e premiare i loro sforzi" - con un gesto concreto l'assessora regionale alle Pari Opportunità Monica Cerutti ha voluto celebrare nella nostra regione la Giornata internazionale dei diritti umani.
 

Sant'Anna e Maria Vittoria di Torino tra le sette eccellenze italiane contro la violenza sulle donne: diamo loro maggiori strumenti

  • Stampa
  • E-mail
 altDue delle sette eccellenze italiane contro la violenza sulle donne sono piemontesi: il Sant'Anna e il Maria Vittoria di Torino sono tra le migliori strutture d'Italia per l'attenzione nell'accoglienza e nella gestione delle donne vittime di violenza.

"Solo poche settimane fa ho incontrato le operatrici del reparto di Soccorso Violenza Sessuale (S.V.S.) dell’Ospedale Ostetrico Ginecologico Sant’Anna di Torino. In quell'occasione sono rimasta colpita dalla passione e dall'impegno che ho visto nelle donne che mi hanno raccontato il loro lavoro. La task force contro la violenza che opera in quell’ospedale è composta da una decina circa di operatrici, ma solo una di queste è dedicata completamente al soccorso contro la violenza
 

Assessora Monica Cerutti: "Clandestini nell'inceneritore? Questa non è una provocazione, ma istigazione all'odio razziale"

  • Stampa
  • E-mail
alt "Lui la definisce una provocazione, noi crediamo sia semplicemente un atto di irresponsabilità istituzionale e un esempio di incitamento all'odio razziale" - commenta così Monica Cerutti, assessora regionale all'immigrazione, il post che Maurizio Delsignore, primo cittadino di Selve Marcone, ha pubblicato su facebook.
Il sindaco del piccolo paesino del biellese commentando un post sul noto social network ha scritto: "propongo i clandestini nell'inceneritore". "Noi crediamo che chi rappresenta le istituzioni non si possa permettere comportamenti del genere, soprattutto se dopo uno scivolone tanto becero non giungono immediatamente delle scuse pubbliche.
 

Donne nei CdA, Cerutti: "Non saremo contente fino a quando non arriveremo alle percentuali dei paesi nordici"

  • Stampa
  • E-mail
 altA fine ottobre del 2012 il Consiglio dei Ministri approvò definitivamente il regolamento sulle “quote rosa” nei consigli di amministrazione e di controllo delle società pubbliche costituite in Italia. A stabilire il diritto alla rappresentanza femminile è la legge 120/2011 che prevedeva che almeno un terzo dei membri di consigli di amministrazione e collegi sindacali delle società quotate in mercati regolamentati fossero donne. L’Italia da questo punto di vista ha fatto passi in avanti da gigante: nel 2011, secondo il rapporto Consob On Corporate Governance of Italian listed Companies, le donne che ricoprivano il ruolo di consigliere in CdA erano il 7.4% mentre alla fine del 2013 erano il 17%.
 

Pubblicati i materiali del seminario " "Il consumo di sostanze psicoattive nel genere femminile nella Regione Piemonte".

  • Stampa
  • E-mail
alt Pubblicati i materiali dell'evento formativo del 24 ottobre a titolo "consumo di sostanze psicoattive nel genere femminile nella Regione Piemonte".

VAI





 
Pagina 1 di 13