La data corrente
mercoledì 03 settembre 2014
Versioni alternative:

Torna alla home page della Regione Piemonte [1]


Home


LA GOVERNANCE NELLE SOCIETÀ PRIVATE E A CONTROLLO PUBBLICO

  • Stampa
  • E-mail

alt Aggiorniamo il materiale relativo al ciclo di incontri  "La Governance nelle Società private ed a controllo pubblico", iniziativa prevista nell'ambito del progetto "Più donne per i CDA e nei posti apicali".

Si ricorda che sono disponibili i materiali formativi messi a disposizione da relatrici/ori e tutte le news  nelle sezioni della Consigliera di Parità e della Commissione Regionale Pari Opportunità.

Il progetto prosegue con la raccolta di Curricula di donne con profili elevati, interessate a candidarsi nei Consigli di Amministrazione o Collegi Sindacali delle Società destinatarie della Legge 120/2011. A tal fine è stata  costituita una Banca Dati specifica, con l'obiettivo di promuovere le risorse femminili presenti sul territorio piemontese.

LE ISCRIZIONI ONLINE alla Banca dati "Più donne per i CDA e le posizioni apicali" sono gestite dagli Uffici a supporto della Consigliera di Parità regionale e della Commissione Regionale Pari Opportunità del Piemonte

Per iscriversi è necessaro seguire attentamente le indicazioni della scheda iscrizione e allegare i moduli richiesti.




 

Conferenza Stampa

  • Stampa
  • E-mail
alt Presentato il 27 giugno dalla Commissione Regionale Pari Opportunità, in collaborazione con l'ASLTO2il piano di diffusione dei risultati della ricerca

"Consumo e comportamenti da dipendenza con e senza uso di sostanze nel genere femminile: progetto per un percorso conoscitivo nella Regione Piemonte”.


Il Comunicato Stampa

Il piano di diffusione
 

Per saperne di più

 

LA GOVERNANCE NELLE SOCIETÀ PRIVATE E A CONTROLLO PUBBLICO

  • Stampa
  • E-mail

alt Si è concluso il 16 aprile il ciclo di incontri  "La Governance nelle Società private ed a controllo pubblico". All'iniziativa, prevista nell'ambito del progetto "Più donne per i CDA e nei posti apicali", hanno partecipato oltre 200 persone per tutte e tre le giornate di formazione.
24 sono state/i le/i relatrici/relatori di alto profilo che si sono avvicendate/i durante il ciclo formativo e alle/ai quali va il sentito ringraziamento da parte delle/dei componenti del Tavolo di lavoro promotore del progetto.

Sono disponibili i materiali formativi messi a disposizione da relatrici/ori e tutte le news  nelle sezioni della Consigliera di Parità e della Commissione Regionale Pari Opportunità.

Il progetto prosegue con la raccolta di Curricula di donne con profili elevati, interessate a candidarsi nei Consigli di Amministrazione o Collegi Sindacali delle Società destinatarie della Legge 120/2011. A tal fine si costituirà una Banca Dati specifica, con l'obiettivo di promuovere le risorse femminili presenti sul territorio piemontese.

LE ISCRIZIONI ONLINE alla Banca dati "Più donne per i CDA e le posizioni apicali" saranno aperte a partire dal 5 maggio p.v. e saranno gestite dagli Uffici a supporto della Consigliera di Parità regionale e della Commissione Regionale Pari Opportunità del Piemonte

Per iscriversi è necessaro seguire attentamente le indicazioni della scheda iscrizione e allegare i moduli richiesti.




 

QUARTO SPECIALE DELLA REGIONE PIEMONTE DEDICATO ALLA CONCILIAZIONE

  • Stampa
  • E-mail
 

altE' uscito il quarto numero dello speciale della Regione Piemonte dedicato alle Pari Opportunità. Un'edizione rivolta in particolare alla famiglia e al lavoro, due temi di grande attualità. Ampio spazio è dedicato agli interventi della Regione sul tema della conciliazione famiglia e lavoro, realizzati grazie all'Intesa con il Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Buona lettura !
 

LA REGIONE APRE IL NUOVO BANDO DI SOSTEGNO AL CONGEDO PARENTALE DEI PADRI

  • Stampa
  • E-mail

 

alt
Sono più di 200 i papà piemontesi che hanno deciso di occuparsi a tempo pieno dei neonati, grazie ad un incentivo economico della Regione Piemonte: 400 euro al mese che si aggiungono alla percentuale di stipendio concessa dall’Inps per il congedo parentale. In sostanza, in alcune famiglie piemontesi la famiglia tradizionale si è “capovolta”: papà full time alle prese con pannolini e biberon e mamme al lavoro, senza troppe preoccupazioni.
Il progetto si chiama Insieme a papà ed è ormai diventato un modello da copiare. Il Piemonte, dopo due anni di sperimentazione, apre un nuovo bando con scadenza al 30 giugno 2015.

 

“CONDIVIDIAMO CON I PAPÀ … CONTINUA” Il bando per le Aziende sanitarie scade il 14 marzo 2014

  • Stampa
  • E-mail

 
“CONDIVIDIAMO CON I PAPÀ … CONTINUA” REGIONE PIEMONTEDopo il successo del progetto regionale Insieme a papà, a cui finora hanno aderito oltre 160 neo padri, la Regione Piemonte continua a sostenere il ruolo dei maschi nella condivisione delle responsabilità, prima e dopo la nascita di un figlio.
Insieme a papà, lo ricordiamo, assegna un contributo aggiuntivo di 400 euro ai padri che usufruiscono del congedo parentale, previsto dalla normativa nazionale a tutela e sostegno della maternità e della paternità e gestito dall’Inps, consentendo di dedicarsi a tempo pieno al proprio figlio, e alla mamma di rientrare al lavoro. Un progetto partito in via sperimentale, che nel tempo ha invece incontrato la fiducia di molte famiglie piemontesi. Ed è bene anche ricordare che la Regione ha prorogato la possibilità di presentare domanda fino al 31 marzo del 2014.
 
Pagina 1 di 10