Recupero ambientale

Contro il degrado ambientale e la riduzione degli spazi naturali si contrappongono le azioni per il recupero di ambienti naturali degradati o rari, per la creazione di nuovi habitat ecologici e per l'applicazione di nuove tecniche ecocompatibili, come l' Ingegneria Naturalistica.
In risposta alle esigenze del territorio piemontese, vengono realizzati interventi in attuazione all'art.12 della L.R. 32/1982 nel campo del recupero e riqualificazione ambientale.
I progetti di rinaturalizzazione e sistemazione di aree degradate, sono finanziati a Comuni e Comunità Montane.
I progetti devono essere redatti in conformità ai "Criteri tecnici per l'individuazione delle aree degradate e per la sistemazione e la rinaturalizzazione di sponde ed alvei fluviali e lacustri" (zip 26 KB)(D.C.R. n 250-11937 del 31/07/1991 e D.C.R. n 377-4975 del 02/04/1997).
A tale scopo, sin dal 1995, è stato edito un utile strumento di lavoro per soggetti pubblici e privati che operano nel settore, l' Elenco prezzi dei materiali ed opere per il recupero ambientale e l'Ingegneria Naturalistica: tale strumento è diventato ora la sezione tematica n. 18 del "Prezzario Regionale dei Lavori Pubblici nella Regione Piemonte".

vedi INTERVENTI REALIZZATI

veduta