Io scelgo

Guida all'orientamento scolastico per gli allievi della scuola secondaria di secondo grado



Formazione Professionale

  • Stampa
  • E-mail

Per l'anno formativo 2017-2018 si è in attesa dell'approvazione del nuovo catalogo corsi


In questa sezione della guida dedicata alla Formazione Professionale è possibile trovare la descrizione dei:

  • percorsi post qualifica rivolti a giovani disoccupati in possesso della qualifica professionale per il proseguimento al IV anno dei percorsi triennali (a questi corsi possono partecipare anche i giovani qualificati degli Istituti professionali di stato, purché in possesso di una qualifica coerente con i requisiti di ingresso) o per il conseguimento di un attestato di specializzazione a livello regionale
  • post diploma standardizzati o in fase di standardizzazione a livello regionale rivolti ai giovani maggiorenni (18-25 anni) diplomati, disoccupati.

    L'offerta presentata in questa guida non esaurisce il panorama regionale che presenta ampi elementi di diversificazione: ad esempio altri destinatari come gli adulti ultraventicinquenni; percorsi non standardizzati per giovani maggiorenni qualificati e diplomati ed altri. Per conoscere la completa gamma regionale dei percorsi  di formazione è possibile consultare i riferimenti per l'approfondimento inseriti al fondo di questa pagina web.


La Legge Regionale 63 del 13/04/1995 (Disciplina delle attività di formazione e orientamento professionale) definisce le seguenti finalità della Formazione Professionale piemontese:
  • sviluppare le culture professionali necessarie per la qualificazione della realtà economica e produttiva regionale;
  • rendere effettivo il diritto al lavoro, rimuovendo gli ostacoli e le cause di natura personale o sociale che impediscono la parità di opportunità nell'accesso al mercato del lavoro e la piena partecipazione alla vita economica e sociale;
  • concorrere a realizzare la piena occupazione e a superare gli squilibri territoriali e sociali.

In sintesi, la Formazione Professionale ha l'obiettivo di favorire lo sviluppo di competenze professionali, trasversali e di base necessarie a sostenere l'occupabilità e l'inclusione sociale dei cittadini e la competitività del sistema produttivo locale.

Le peculiarità storiche della Formazione Professionale regionale sono riassumibili nei seguenti elementi organizzativo-metodologici:

  • presenza di un legame forte di reciprocità con il sistema produttivo locale;
  • riferimento al criterio metodologico del successo formativo;
  • utilizzo di metodologie didattiche finalizzate a favorire il massimo coinvolgimento e motivazione da parte dei destinatari della formazione: didattica attiva interdisciplinare e per progetti, metodo induttivo e apprendimento esperienziale;
  • forte valorizzazione educativo-formativa della dimensione tecnico-operativa mediante il ricorso alle esercitazioni pratiche e l'utilizzo delle nuove tecnologie, sia nei laboratori presenti all'interno dei Centri, sia direttamente nelle aziende, attraverso lo strumento dello stage;
  • l'attenzione alle dimensioni educative ed orientative dell'esperienza formativa, anche in ottica di recupero di esperienze di svantaggio socio-occupazionale e di insuccesso scolastico.



Caratteristiche dei percorsi formativi

Diploma professionale di Tecnico


Hanno una durata di 1050 ore, compreso il periodo di stage

La frequenza generalmente è in orario diurno.

Per accedervi è di norma necessario esserein possesso di una Qualifica Professionale. Possono accedervi anche i giovani qualificati degli Istituti professionali di stato purché in possesso di una qualifica coerente con i requisiti di ingresso.

Rilasciano un Diploma Professionale di Tecnico.

I corsi hanno un numero limitato di posti a disposizione e iniziono nei primi mesi dell'anno formativo (settembre-dicembre). Si consiglia di rivolgersi direttamente alle agenzie formative per avere informazioni più dettagliate sul corso che si intende frequentare già a partire dai mesi di maggio-giugno.

Attestato di Specializzazione Professionale Regionale


La durata dei percorsi dipende dal profilo professionale di riferimento e dalle caratteristiche dei destinatari e di norma non supera le 1200 ore (un anno formativo).

La frequenza generalmente è in orario diurno.
I percorsi formativi oggetto di questa guida rilasciano l'Attestato di Specializzazione Professionale Regionale e la Certificazione delle competenze acquisite.

Per accedervi è di norma necessario essere in possesso, a seconda dei casi, della Qualifica o del Diploma.

I percorsi formativi rivolti a persone disoccupate prevedono di norma un periodo di stage aziendale di durata almeno pari al 30% delle ore corso.

I corsi hanno un numero limitato di posti a disposizione e iniziano nei primi mesi dell'anno formativo (settembre-dicembre). Si consiglia di rivolgersi direttamente alle agenzie formative per avere informazioni più dettagliate sul corso che si intende frequentare già a partire dai mesi di maggio-giugno.

Alla data di pubblicazione della presente guida non è ancora disponibile l'offerta  2009-2010, pertanto le agenzie formative indicate al fondo della descrizione dei percorsi; si riferiscono ai percorsi presentati alle province, in attesa di approvazione.




Per avere informazioni sui corsi di Formazione Professionale puoi rivolgerti direttamente ai servizi informativi e/o orientativi presenti sul territorio, alle segreterie delle agenzie formative o utilizzare i servizi presenti in internet, tra i quali segnaliamo:

http://www.sistemapiemonte.it/formazione_professionale/catal/
ed i siti delle amministrazioni provinciali.

Per alcuni riferimenti utili invitiamo i lettori a consultare la sezione relativa all'indirizzario.



Aggiornato il 2 maggio 2017