Io scelgo

Guida all'orientamento scolastico per gli allievi della scuola secondaria di secondo grado



Ingegneria della Produzione Industriale

L- 9 Classe delle Lauree in Ingegneria industriale


Politecnico di TORINO - Sede di Torino/Athlone, Torino/Barcellona, Torino/Nizza
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA MECCANICA E AEROSPAZIALE - Collegio di Ingegneria Meccanica, Aerospaziale, dell'Autoveicolo e della Produzione

in convenzione con Atenei esteri
Barcelona - Universitat Internacional de Catalunya (convenzione del 08/10/2003)
Athlone Institute of Technology (convenzione del 07/04/2004)
Paris - École de Management Léonard de Vinci (convenzione del 14/12/2007)

TITOLO DI STUDIO RICHIESTO: Diploma di Istruzione Secondaria Superiore o di altro titolo di studio estero riconosciuto idoneo
DURATA: 3 anni
CREDITI FORMATIVI UNIVERSITARI (CFU): 180
FREQUENZA: consigliata
TIROCINIO: obbligatorio
TITOLO DI STUDIO RILASCIATO: Laurea
CORSO A NUMERO PROGRAMMATO: 40 posti per corso a Athlone; 30 posti per corso a Barcellona; 15 posti per corso a Nizza

Il percorso di Laurea in Ingegneria della Produzione Industriale è così articolato:
  • 1° ANNO: Ogni studente seguirà le lezioni presso l’Università in cui è iscritto (gli immatricolati in Spagna, a Barcellona; gli immatricolati in Irlanda, ad Athlone, gli immatricolati in Francia a Nizza e quelli in Italia, a Torino).
  • 2° ANNO: Gli studenti italiani si trasferiranno all’estero e durante il I° periodo seguiranno le lezioni insieme agli studenti dell’Università partner prescelta; nel II° periodo, invece, dovranno effettuare un tirocinio aziendale.
Si precisa che ogni università partner ha periodi didattici differenti da quelli offerti al Politecnico di Torino.
  • 3° ANNO: Tutti gli studenti, italiani e stranieri frequenteranno insieme le lezioni a Torino.
Alla fine dei tre anni di Corso, si conseguirà, al Politecnico di Torino, il titolo di Laurea in Ingegneria della Produzione Industriale.
All'interno degli accordi sono definite le regole per ottenere i titoli rilasciati dalle Università straniere per gli studenti immatricolati al Politecnico, e dal Politecnico per gli studenti immatricolati nelle Università partner che aderiscono al programma.

Durante il 2° anno, trascorso all'estero presso una delle Università Partner, gli studenti ricevono una Borsa di Studio erogata dal Politecnico di Torino.


Gli obiettivi formativi specifici del Corso di laurea sono:
  • la conoscenza degli aspetti metodologico - operativi dell'ingegneria e del management per identificare e risolvere i problemi relativi alla gestione di processi operativi e tecnologici;
  • la conoscenza dell'informatica e dei sistemi informativi per identificare e risolvere i problemi relativi alle tecnologie informatiche in ambito aziendale.
  • la conoscenza degli aspetti giuridici - economici e commerciali dell'attività delle imprese sia in ambito locale sia in ambito internazionale.
  • la capacità di analizzare e interpretare e gestire gli aspetti tecnici, gestionali ed economico-commerciali relativi alle imprese e al loro rapporto col mercato globale;
  • la capacità di operare in autonomia e di lavorare in modo efficace in gruppi di lavoro anche internazionali;
  • la capacità di confrontarsi col cambiamento e quindi una forte propensione all'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze;
  • la conoscenza di due lingue straniere e la capacità di utilizzarle nei contesti culturali specifici del corso di studio;
  • la preparazione per proseguire gli studi nella Laurea Magistrale di riferimento (Laurea Magistrale in Ingegneria della Produzione e dell'Innovazione Tecnologica)
Il percorso formativo prevede:
un primo anno in cui sono fornite una formazione di base matematico-fisica e informatica, la formazione di base in campo giuridico ed economico nazionale e quella linguistica necessaria per poter seguire i corsi del secondo anno all'estero.
Nel secondo anno sia gli studenti immatricolati al Politecnico, sia quelli immatricolati nell'Università partner, frequenteranno le lezioni all'estero seguendo insegnamenti negli ambiti economico, commerciale e giuridico per apprezzare le diversità delle impostazioni legali e commerciali. Inoltre, in questo anno verrà completata la conoscenza del contesto aziendale del paese ospitante mediante un tirocinio, di norma svolto all'estero. In questo anno saranno comprese anche le materie a scelta che gli studenti dovranno scegliere fra quelle offerte nelle Università partner. Alcuni insegnamenti sono offerti in lingua inglese anche nelle Università non di lingua Inglese.
Nel terzo anno tutti gli studenti frequentano le lezioni al Politecnico di Torino, seguendo insegnamenti, alcuni dei quali in inglese, in ambito tecnologico e di gestione industriale.
Il percorso si conclude con una prova finale, che normalmente è collegata all'attività di tirocinio svolta.


Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio
Clicca di seguito per consultare le schede specifiche
Politecnico di Torino




Clicca di seguito per consultare le schede degli insegnamenti delle singole sedi:
TORINO/NIZZA -  Politecnico di Torino
TORINO/ATHLONE - Politecnico di Torino
TORINO/BARCELLONA - Politecnico di Torino


I laureati in Ingegneria industriale possono svolgere la propria attività in Italia e all'estero sia nel settore industriale sia in quello dei servizi, in ruoli di collaborazione nelle attività di progettazione, organizzazione del lavoro e sicurezza e valutazione economica delle attività manifatturiere; di logistica e gestione della qualità e della certificazione; della gestione delle risorse e del personale, in particolare operante in ambito tecnologico; di acquisto, di marketing e di vendita in aziende manifatturiere, nell'ambito del commercio nazionale ed internazionale.

In applicazione del Dpr 5/6/2001 n. 328 con la laurea della classe L-9– Ingegneria industriale è anche possibile conseguire l'abilitazione all'esercizio della professione di perito industriale.

Professioni regolamentate nel camo dell'ingegneria industriale

Ingegnere industriale junior


Le attività professionali che formano oggetto della professione di ingegnere industriale junior sono:

  • le attività basate sull'applicazione delle scienze, volte al concorso e alla collaborazione alle attività di progettazione, direzione lavori, stima e collaudo di macchine e impianti, comprese le opere pubbliche;
  • i rilievi diretti e strumentali di parametri tecnici afferenti macchine e impianti;
  • le attività che implicano l'uso di metodologie standardizzate, quali la progettazione, direzione lavori e collaudo di singoli organi o di singoli componenti di macchine, di impianti e di sistemi, nonché di sistemi e processi di tipologia semplice o ripetitiva.
Per ottenere il titolo professionale di Ingegnere industriale iunior occorre essere in possesso di una laurea triennale della seguente classe L-9 – Ingegneria industriale (o di un diploma universitario affine) e superare l'esame di stato di abilitazione professionale.
Per esercitare la libera professione è necessario iscriversi all'Ordine degli lngegneri, nella sezione B dell'albo professionale, settore industriale.

Ingegnere della produzione junior


Ingegnere della produzione junior addetto alla progettazione e gestione di sistemi informativi aziendali
Collabora nella progettazione e nella gestione e nell'utilizzo di basi dati e di sistemi informatici integrati.
Competenze prevalenti:
  • progetta e realizza basi dati relazionali e sistemi informativi integrati utilizzati in ambiente industriale e commerciale;
  • utilizza e gestisce basi dati.
Ingegnere della produzione junior addetto alla analisi dei costi e al controllo di gestione.
Collabora alla contabilizzazione e all'analisi dei costi e al controllo di gestione.
Competenze prevalenti:
  • contabilizzazione e analisi dei costi aziendali;
  • controllo di gestione;
  • collaborazione alla definizione delle strategie aziendali per il contenimento dei costi.
Ingegnere della produzione junior addetto ai servizi commerciali e di marketing
Collabora ai servizi commerciali (acquisti e vendite) e di marketing di enti e aziende, in particolare nell'ambito di prodotti ad elevato contenuto tecnologico.
Competenze prevalenti:
  • valutazione tecnica economica delle offerte di acquisto e vendita;
  • gestione dei contratti di acquisto e vendita;
  • collaborazione alla definizione e all'implementazione di tecniche di marketing.
Ingegnere della produzione junior addetto ai servizi di gestione delle risorse umane
Collabora ai servizi di gestione delle risorse umane in particolare quelle operanti nell'ambito produttivo.
Competenze prevalenti:
  • gestione ed implementazione dei processi di selezione del personale;
  • individuazione ed implementazione delle metodologie di valutazione delle risorse umane;
  • gestione delle politiche di valorizzazione delle risorse umane.
Ingegnere della produzione junior addetto alla gestione della qualità e dei problemi ambientali
Operare nel contesto dei Sistemi di Gestione della Qualità e dell'Ambiente.
Competenze prevalenti:
  • implementazione e gestione dei processi di certificazione della qualità e ambientali secondo le normative in vigore;
  • analisi economiche relative alla perdita per non qualità;
  • coordinamento delle attività per la definizione delle caratteristiche di qualità volute dei prodotti con strumenti quali QFD (Quality function deployment);
  • gestione delle attività per il miglioramento della qualità dei prodotti e dei processi; coordinamento dei gruppi di lavoro per l'effettuazione della FMEA (Failure modes and effects analysis).
Ingegnere della produzione junior addetto alla gestione della produzione
Collabora nella gestione dei sistemi di produzione e nella valutazione della produttività dei processi manifatturieri.
Competenze prevalenti:
  • definizione dei tempi delle singole lavorazioni e ottimizzazione delle prestazioni delle linee di produzione;
  • applicazione del Controllo Statistico di Processo;
  • definizione dei piani sperimentali per la valutazione degli aspetti qualitativi dei prodotti e analisi statistica dei risultati;
  • definizione e gestione di piani di controllo e di manutenzione.
Ingegnere della produzione junior addetto alla progettazione di impianti industriali
Collabora alla definizione del layout e della logistica interna degli stabilimenti e dei reparti produttivi di media complessità, valutandone nel contempo i costi.
Competenze prevalenti:
  • progettazione del layout di massima di uno stabilimento industriale, scelta della tipologia dei magazzini e dei mezzi di movimentazione dei semilavorati;
  • definizione della logistica interna;
  • valutazione economiche delle scelte nella definizione del layout, delle tipologie di magazzino e dei mezzi di movimentazione interna.
Ingegnere della produzione junior addetto alla gestione di impianti industriali
Collabora alla gestione della logistica e degli impianti tecnici degli stabilimenti, anche utilizzando sistemi informatici integrati, con particolare attenzione ai problemi ambientali e della sicurezza sul lavoro.
Competenze prevalenti:
  • gestione della logistica interna di stabilimenti industriali;
  • gestione dei piani di manutenzione degli impianti e dei mezzi di produzione;
  • valutazione delle prestazioni energetiche, economiche e ambientali di sistemi di produzione e impianti industriali;
  • gestione, anche con assunzione di responsabilità diretta, dei problemi di sicurezza sul lavoro all'interno di stabilimenti industriali.

Il corso prepara alla professione di
  • Ingegnere industriale e gestionale


SEDI IN CUI E' ATTIVO IL PERCORSO

TORINO - Dipartimento di Ingegneria Meccanica e aerospaziale - Collegio di Ingegneria Meccanica, Aerospaziale, dell'Autoveicolo e della Produzione - Politecnico di Torino 


Aggiornato il 21 aprile 2018


ATTENZIONE

GLI INDIRIZZI SOTTOSTANTI SI RIFERISCONO ALLA SEGRETERIA STUDENTI

Indirizzi

Provincia di TORINO
Macro classificazione Tipo insegnamento Nome struttura Nome sede Tipo sede Indirizzo (via-nome via-civico) Comune
UNIVERSITA' - Politecnico di Torino Dipartimento di ingegneria meccanica e aerospaziale – Collegio di ingegneria meccanica, aerospaziale, dell'autoveicolo e della produzione Sede centrale Corso Castelfidardo 39 – c/o Cittadella Politecnica TORINO