Regione Piemonte - Rischio Sismico

In questa pagina:

La data corrente
Venerdì, 22 Agosto 2014
Versioni alternative:

Torna alla home page della Regione Piemonte [1]



Classificazione sismica del territorio piemontese

Con la Deliberazione della Giunta Regionale n.4-3084 del 12.12.2011 pubblicata sul  Bollettino Ufficiale n.50 del 15.12.2011 è stato approvato l’aggiornamento e l’adeguamento delle procedure di controllo e gestione delle attività urbanistico - edilizie ai fini della prevenzione dei rischio sismico ed è stata recepita la classificazione sismica di cui alla DGR n. 11-13058 del 19.01.2010. Si precisa che la zona sismica 3S comprende i 41 comuni già classificati in zona sismica 2 dalla DGR n. 61 - 11017 del 17 novembre 2003, cui si aggiungono il comune di Limone Piemonte in Provincia di Cuneo ed i comuni di Baceno e Crodo in Provincia del Verbano-Cusio-Ossola, per complessivi 44 comuni; la zona sismica 3 comprende 365 comuni, di cui 115 in Provincia di Alessandria, 3 in Provincia di Asti, 133 in Provincia di Cuneo, 86 in Provincia di Torino, 27 in Provincia del Verbano-Cusio-Ossola e 1 in Provincia di Vercelli ed infine la zona sismica 4 comprende i restanti 797 comuni di cui 75 in Provincia di Alessandria, 115 in Provincia di Asti, 82 in Provincia di Biella, 115 in Provincia di Cuneo, 88 in Provincia di Novara, 189 in Provincia di Torino, 48 in Provincia del Verbano-Cusio-Ossola e 85 in Provincia di Vercelli;


Servizio a cura della Direzione Opere Pubbliche, Difesa del Suolo, Economia Montana e Foreste