Regione Piemonte - Lavoro

In questa pagina:



Cantieri di lavoro

La Regione Piemonte ha stanziato 6 milioni di euro per promuovere, per il biennio 2018-2019, i cantieri di lavoro rivolti a disoccupati in condizione di particolare disagio e a persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale.
I cantieri di lavoro si inseriscono in un insieme di misure regionali finalizzate a sostenere l’occupabilità delle persone fuoriuscite dal sistema produttivo, grazie a interventi di accompagnamento al lavoro, di incontro domanda/offerta , aiutando i partecipanti a sviluppare capacità e conoscenze utili al loro reinserimento sociale e lavorativo.

Che cosa sono

I cantieri di lavoro, previsti all’art 32 della L.r 32/2008,  possono essere attivati da enti pubblici, principalmente Comuni e Unioni di comuni, e organismi di diritto pubblico *, per iniziative straordinarie che prevedano l’inserimento temporaneo in attività di servizio pubblico di lavoratori disoccupati con età uguale o superiore a 45 anni o soggetti segnalati dai servizi sociali,  in condizione di difficoltà, oppure di persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale.**

Le iniziative di impiego temporaneo, della durata da 2 a 12 mesi,  prevedono un sostegno al reddito.

Le aree di intervento previste sono relative a

  • rimboschimento,
  • sistemazione montana 
  • costruzione di opere di pubblica utilità
  • piccola manutenzione del patrimonio pubblico
  • realizzazione di servizi di pubblica utilità come attività ausiliaria del servizio pubblico, in cui possono rientrare interventi nel campo dell’ambiente dei beni culturali, del turismo o altri servizi pubblici.

I progetti possono essere integrati con percorsi di formazione finalizzati allo svolgimento delle attività di servizio pubblico, ma anche volti a favorire l’acquisizione di competenze spendibili in seguito sul mercato del lavoro.

* di cui all'articolo 3, comma 1 lettera d), del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 (Codice dei contratti pubblici) e s.m.i

** L.R. 34/08 art. 29 comma 1 - lettera a e b

Come partecipare

A partire dal 2017,  la Regione Piemonte oltre alla programmazione si occupa anche della gestione dei progetti, autorizzando l'apertura dei cantieri in base alle richieste provenienti dagli Enti locali, dopo la valutazione dei progetti pervenuti e la stesura di una graduatoria, assegnando direttamente agli enti beneficiari le risorse stanziate per l’attuazione della legge fino al loro esaurimento.

Le persone disoccupate si devono rivolgere al proprio Comune di residenza per sapere se intende attuare i cantieri di lavoro e ai Centri per l'Impiego per informazioni dettagliate, assistenza, orientamento.

Approvati i due bandi annuali per l’avvio di nuovi cantieri: uno è rivolto all’impiego temporaneo di persone disoccupate, l’altro all’impiego di persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale.
Per saperne di più:
bando persone disoccupate
bando persone in regime di restrizione di libertà

Atto di Indirizzo periodo 2018-2019

DGR 17.11.2017 n. 24-5937