Regione Piemonte - Lavoro

In questa pagina:



SOSTEGNO AL LAVORO AUTONOMO

Interventi per la nascita e lo sviluppo del lavoro autonomo

Il Bando riapre, con modalità rinnovate, il 3 luglio 2017, come previsto dalla deliberazione della Giunta regionale n. 11 – 4552 del 09.01.2017

Le domande devono essere inviate dalla pec del lavoratore autonomo e non dalla pec dei soggetti delegati; i soggetti delegati non devono essere identificati come sportelli autorizzati all'invio delle domande.

Le informazioni sulla gestione della nuova misura, le modalità di presentazione delle domande, le procedure di concessione e le definizioni dei soggetti destinatari delle medesime sono contenute nella Determinazione 523 del 15.06.2017, allegato “B”.
Deroga sui termini di presentazione delle domande I lavoratori autonomi, i cui termini di presentazione della domanda scadono nel periodo intercorrente tra il 09.02.2017 ed il 29.06.2017 (date di pubblicazione dei predetti atti amministrativi sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte) hanno la possibilità di presentare domanda  in deroga  entro il  30.09.2017.

Presentazione

Si riaprono i termini per la presentazione delle domande di finanziamento a tasso agevolato per la realizzazione di investimenti e delle domande di garanzie per l’accesso al credito a favore dei lavoratori autonomi, incentivi previsti dall’art. 42, commi 1, 5 e 6 della L.R. n. 34/2008 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, della sicurezza e regolarità del lavoro”.
Si tratta di misure di politica attiva del lavoro, miranti a creare occupazione stabile per soggetti appartenenti a categorie definite dalla legge, misure di autoimpiego tramite la realizzazione di avvio di attività autonome.
Per la prima volta, una legge regionale prevede tra i suoi destinatari i lavoratori autonomi; questa misura specifica rivolta al lavoro autonomo contribuirà all’emersione di “lavoro in nero” e si presenta come uno strumento efficace per la lotta contro l’evasione fiscale.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI

Concessione di finanziamenti agevolati con il concorso bancario per l’acquisizione di investimenti, spese per la realizzazione del sito. Garanzia accessoria al finanziamento.

BENEFICIARI

I lavoratori autonomi si devono identificare con i seguenti soggetti:
a) soggetti inoccupati e disoccupati in cerca di occupazione;
b) soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale;
c) soggetti occupati con contratti di lavoro che prevedono prestazioni discontinue, con orario e reddito ridotto;
d) soggetti occupati a rischio di disoccupazione;
e) soggetti che intendono intraprendere un’attività di auto impiego.

I soggetti di categoria devono essere residenti o domiciliati in Piemonte alla data di presentazione della domanda.

AGEVOLAZIONE

Finanziamento a tasso agevolato pari al 100% della spesa ammissibile, di cui 50% della spesa con fondi regionali e 50% con fondi bancari. Tetto minimo di finanziamento euro 5.000 tetto massimo di finanziamento euro 60.000.
Vengono considerati prioritari gli interventi a sostegno degli investimenti di domande presentate da beneficiare donne.
Il riconoscimento dell’ambito prioritario consente di innalzare al 60% del totale la quota di finanziamento regionale a tasso zero (per le domande non prioritarie tale quota è del 50%).
Si può richiedere anche una garanzia a copertura dell’80% della quota di finanziamento erogata con fondi bancari; la garanzia è a costo zero ed il Fondo opera come garanzia sostitutiva. Il limite di intervento è pari a euro 24.000 per i lavoratori autonomi.

PIANO DI AMMORTAMENTO DEL FINANZIAMENTO

Il finanziamento deve essere rimborsato, a rate trimestrali posticipate con scadenza ultimo giorno del trimestre solare (marzo, giugno, settembre e dicembre), alla Banca prescelta e convenzionata con Finpiemonte S.p.A., nel termine massimo di 48 mesi. Non è previsto il preammortamento.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande devono essere presentate entro 24 mesi dall’attribuzione della Partita IVA alla Direzione Coesione sociale - Settore Politiche del Lavoro utilizzando apposita modulistica per la domanda reperibile sul sito http://www.regione.piemonte.it/lavoro/imprendi/imprendi/autonomo.htm
debitamente compilata, firmata in originale, corredata da copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e s.m.i. e dagli allegati obbligatori, secondo una delle seguenti modalità:

  • tramite PEC all’indirizzo imprenditoria34@cert.regione.piemonte.it, previa apposizione della firma digitale* del legale rappresentante del soggetto richiedente all’istanza. L’oggetto della PEC dovrà riportare la dicitura “Domanda di finanziamento a tasso agevolato ai sensi dell’art. 42 della L.R. n. 34/2008 e s.m.i”;
  • tramite PEC all’indirizzo imprenditoria34@cert.regione.piemonte.it, previa stampa, firma autografa del legale rappresentante e scansione della domanda. L’oggetto della PEC dovrà riportare la dicitura “Domanda di finanziamento a tasso agevolato ai sensi dell’art. 42 della L.R. n. 34/2008 e s.m.i.”.

* Per informazioni sull’uso della PEC nella Regione Piemonte consultare il sito: http://www.regione...

Si presenta domanda a sportello (tutti i giorni) da lunedì 3 luglio 2017.
Per il procedimento “Concessione dei finanziamenti a tasso agevolato, di cui all’art. 42 della L.R. n. 34/2008 e s.m.i.”, il termine di conclusione è individuato in 90 giorni dal ricevimento della domanda.

DISPOSIZIONI OPERATIVE PER LA GESTIONE DEGLI INTERVENTI

Regione Piemonte

a) predisposizione della modulistica relativa alle domande per l’accesso ai benefici del Fondo;
b) l’adozione degli atti su cui si basano la gestione degli interventi di finanziamento a tasso agevolato (modifiche di legge, definizione dei contenuti degli atti di indirizzo, atti di programmazione delle risorse, predisposizione di schede tecniche ecc.);
c) la gestione del procedimento di accesso al finanziamento a tasso agevolato, articolato nelle attività di:
- ricezione (in via telematica) della domanda ed istruttoria di legittimità e di merito del progetto allegato alle domande di finanziamento;
- gestione del Comitato tecnico, istituito presso la Regione Piemonte, per valutare la finanziabilità delle domande e l’ammissibilità delle spese a  conclusione dell’istruttoria di legittimità a cura del personale interno del Settore sopra citato;
- adozione del provvedimento finale (di concessione o diniego dei benefici), nonché dei provvedimenti e degli atti connessi, su parere vincolante del Comitato tecnico;
- notificazione degli atti e dei provvedimenti sopra indicati ai beneficiari delle agevolazioni;
d) i controlli documentali sulle dichiarazioni sostitutive di certificazione e sugli atti di notorietà previsti dal D.P.R. del 28 dicembre 2000, n. 445 e s.m.i;
e) controlli a campione, anche presso i beneficiari, allo scopo di verificare lo stato di attuazione degli interventi;
f) ogni altra attività connessa e funzionale alla gestione dei procedimenti amministrativi.

Finpiemonte S.p.A.

a) erogazione dei finanziamenti a tasso agevolato ai beneficiari ammessi a seguito di acquisizione delle delibere bancarie emesse da istituti di credito convenzionati con Finpiemonte S.p.A.
b) ricezione e verifica della documentazione tecnico-contabile prodotta dal beneficiario (integrazioni e rendicontazioni finali) esclusivamente per l’incentivo di finanziamento a tasso agevolato
c) gestione dei rientri del fondo rotativo e dei piani di ammortamento dei finanziamenti concessi
d) istruttoria delle richieste relative alla modifica di tempi e modalità di restituzione dei finanziamenti
e) recuperi degli indebiti, anche mediante l’insinuazione, anche tardiva, nelle procedure concorsuali e fallimentari
f) altre attività strumentali e connesse alla gestione finanziaria del Fondo.

INFORMAZIONI

MODULISTICA

Lavoratore Autonomo

Fondo di garanzia

De minimis

 

CONTATTI

Direzione regionale Coesione Sociale
Settore Politiche del Lavoro
Tel. 011.4324885
Oppure ai seguenti referenti :
Referente regionale - Barreca Susanna - 011/4324885 - susanna.barreca@regione.piemonte.it
Torino - Romagnoli Stefania - 011/4323689 - stefania.romagnoli@regione.piemonte.it
Alessandria - Panetto Marcella - 0131/285005 - marcella.panetto@regione.piemonte.it
Alessandria - Barbero Micaela - 0131/285009 - micaela.barbero@regione.piemonte.it
Asti - Aurino Debora - 0141/413482 - debora.aurino@regione.piemonte.it
Biella - Ressia Francesca 015/8551538 - francesca.ressia@regione.piemonte.it
Cuneo - Ribotta Paola - 0171/319337 - paola.ribotta@regione.piemonte.it
Cuneo - Tarditi Barbara - 0171/319338 - barbara.tarditi@regione.piemonte.it
Novara - Benassi Marisa - 0321/698734 - marisa.benassi@regione.piemonte.it
Novara - Gorpia Carla - 0321/698730 - carla.gorpia@regione.piemonte.it
Verbania - Modoni Vilmo - 0323/589659 - vilmo.modoni@regione.piemonte.it
Vercelli - Tarizzo Vittorina - 0161/268711 - vittorina.tarizzo@regione.piemonte.it

 

MISURE CHIUSE

Piano straordinario per l’occupazione – Misura PIU’ IMPRESA – Interventi per la nascita e lo sviluppo del lavoro autonomo

Criteri e modalità per la gestione degli interventi a decorrere dall'anno 2014

Chiusura dell'incentivo relativo ai contributi a fondo perduto

Le informazioni relative alla gestione della misura, le modalità e le procedure per la presentazione delle domande, le definizioni dei soggetti destinatari delle medesime sono contenute:

Direzione regionale Coesione Sociale
Settore Politiche del Lavoro
Tel. 011.432.4885 (si alternano funzionari del Settore per rispondere a quesiti telefonici)
Per quesiti scritti:
e-mail: susanna.barreca@regione.piemonte.it
Per i quesiti scritti la risposta perverrà entro 15 giorni dalla richiesta.

Criteri modalità per la gestione degli interventi a decorrere dall’anno 2009