Regione Piemonte - Lavoro

In questa pagina:



Ammortizzatori sociali

Per ammortizzatori sociali si intende un complesso ed articolato sistema di tutela del reddito dei dipendenti di aziende in crisi o dei lavoratori disoccupati
Questo sistema è stato interamente riorganizzato, nell’ambito del cosiddetto Jobs Act, dai Decreti Legislativi di attuazione della L. 10 dicembre 2014, n. 183, in particolare:
- per quanto riguarda gli ammortizzatori rivolti ai dipendenti di aziende in crisi (CIG e Fondi di Solidarietà) dal Decreto Legislativo n. 148 del 14 settembre 2015 (“Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183”).
- per quanto riguarda gli ammortizzatori rivolti ai disoccupati dal Decreto Legislativo n. 22 del 4 marzo 2015 (“Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183”) che istituisce dal 1° maggio 2015 la NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego), che a seguito dell’abrogazione dell’indennità di mobilità da parte della Legge 92/2012, rappresenta dal 1° gennaio 2017 la prestazione unica a sostegno del reddito di lavoratori dipendenti non agricoli in condizioni di disoccupazione non volontaria.

Le disposizioni dei due Decreti Legislativi citati sono raccordate, per quanto riguarda le politiche attive a favore dei percettori di sostegno al reddito, con quelle contenute nel Decreto Legislativo n. 150 del 14 settembre 2015 (“Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n. 183”).