Regione Piemonte

In questa pagina:



Voucher per il diritto allo studio anno scolastico 2018/2019

Il voucher è la nuova modalità con cui viene erogato in Piemonte l'assegno di studio: una sorta di ticket virtuale, che i cittadini residenti in Piemonte possono impiegare per le spese e gli acquisti legati al diritto allo studio.

Possono essere richiesti, alternativamente, due diversi tipi di voucher scuola:

  • Voucher per iscrizione e frequenza
  • Voucher per libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti

Può essere richiesto, inoltre, il contributo statale per l’acquisto dei libri di testo obbligatori (l. 448/1998) per l’anno scolastico 2018/2019.

Il termine per la richiesta di assegnazione del voucher scuola per l’anno scolastico 2018/2019 è scaduto il 18 giugno 2018.

Le "novità" del bando 2018/2019

Rispetto al precedente bando, il bando 2018/2019 presenta alcune novità:

  • il voucher per il diritto allo studio 2018/2019 è riferito, per la prima volta, ad un anno scolastico che deve ancora avere avvio: conseguentemente, nella domanda di assegnazione del voucher, il riferimento non è più alla scuola/agenzia formativa frequentata dallo studente, ma alla scuola/agenzia formativa alla quale lo studente è iscritto per l’anno scolastico 2018/2019. I requisiti richiesti in sede di domanda fanno quindi riferimento all’iscrizione, ma il voucher è comunque assegnato per la frequenza dell’anno scolastico: ogni variazione riferita all’iscrizione dichiarata nella domanda di assegnazione del voucher o alla frequenza scolastica effettiva dovrà essere comunicata alla Regione;
  • è richiesto l’ISEE 2018. Per la concessione del voucher per l’anno scolastico 2018/2019, il nucleo familiare di appartenenza dello studente alla data del 30 giugno 2018 deve avere un indicatore della situazione economica equivalente (I.S.E.E. anno 2018) non superiore ad euro 26.000,00. Per la prima volta, nella domanda di assegnazione del voucher il valore I.S.E.E. non dovrà essere indicato dal richiedente, ma la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), necessaria ai fini del suo calcolo, dovrà essere presentata entro e non oltre il 18 giugno 2018, termine di chiusura del bando. La Regione acquisirà direttamente dalla banca dati INPS le attestazioni I.S.E.E. rilasciate e in corso di validità alla data del 30 giugno 2018. Le domande relative a studenti il cui nucleo familiare sia privo di ISEE 2018 in corso di validità alla data del 30 giugno 2018 non saranno ammesse ad istruttoria, a meno che la relativa DSU non sia stata presentata entro il 18 giugno 2018.
  • nel caso lo studente, residente in Piemonte, sia iscritto ad una scuola, statale o paritaria, o ad un’agenzia formativa avente sede in un’altra Regione, il voucher 2018/2019 è assegnato solo se lo studente pendolare, al termine delle lezioni, rientri quotidianamente alla propria residenza.

Leggi il Bando

Modalità di presentazione delle domande

Le domande per l’assegnazione del voucher scuola e del contributo statale per l’acquisto dei libri di testo obbligatori possono essere presentate esclusivamente accedendo con le opportune credenziali all’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla pagina www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio.
Non è ammessa nessun’altra modalità di presentazione della domanda.
Per ciascuno studente, è possibile presentare un’unica domanda di assegnazione del voucher (voucher iscrizione e frequenza oppure, alternativamente, voucher per libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti).
Il contributo statale per l’acquisto dei libri di testo obbligatori può essere richiesto anche quando non venga chiesto contestualmente il voucher scuola. Il voucher scuola può essere richiesto esclusivamente accedendo con le opportune credenziali all’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla pagina www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio.
Con la richiesta di assegnazione del voucher, è possibile presentare anche la domanda del contributo statale per l’acquisto dei libri di testo obbligatori (l. 448/1998) per l’anno scolastico 2018/2019. La domanda del contributo statale può essere presentata anche quando non vanga chiesto contestualmente il voucher scuola.
La domanda di contributo è redatta sotto la responsabilità, anche penale, del richiedente (art. 76 D.P.R. 445/2000). Si raccomanda pertanto particolare attenzione nella compilazione, principalmente nell’indicazione degli elementi utili ai fini del calcolo dell’importo del voucher (residenza in Comune marginale, grado scuola, diritti a maggiorazioni, ecc.).

Come funziona il voucher

La Regione, all’avvio dell’anno scolastico 2018/2019, definirà le graduatorie degli aventi diritto al voucher scuola. I beneficiari riceveranno quindi un sms o una e-mail con l’indicazione dell’attivazione del voucher. Il valore del voucher corrisponderà all’importo del contributo determinato dalla Regione.
Semplicemente presentando la tessera sanitaria-carta nazionale dei servizi presso la scuola frequentata dallo studente, ciascun beneficiario potrà pagare direttamente le spese relative all’iscrizione e frequenza (voucher “iscrizione e frequenza”) o alle diverse attività integrative previste dai piani dell’offerta formative, come le gite scolastiche (voucher “libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti”).
Allo stesso modo, presentando la tessera sanitaria presso gli esercizi commerciali convenzionati sul territorio regionale, sarà possibile effettuare gli acquisti legati al diritto allo studio (libri, materiale didattico o strumenti tecnologici).

Elenco di beni e servizi acquistabili tramite voucher

  • voucher iscrizione e frequenza: rette di iscrizione e frequenza;
  • voucher libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti:
  • libri di testo: libri di testo nuovi o usati, cartacei o digitali, vocabolari, libri di narrativa, anche in lingua straniera, consigliati dalle scuole; materiali specifici finalizzati alla didattica che sostituiscono o affiancano il libro di testo per gli allievi disabili, con disturbi specifici di apprendimento (DSA) o con esigenze educative speciali (EES);
  • materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione:
  • hardware: PC, Tablet, lettori E-book;
  • software: programmi e sistemi operativi ad uso scolastico anche per gli allievi disabili, con disturbi specifici di apprendimento (DSA) o con esigenze educative speciali (EES);
  • materiale per archiviazione di dati: chiavette USB, CD ROM, Memory card, hard disk esterni;
  • calcolatrici elettroniche;
  • materiale per disegno tecnico, escluso il materiale di consumo;
  • materiale per disegno artistico, escluso il materiale di consumo;
  • strumenti di protezione individuale ad uso laboratoriale;
  • strumenti musicali richiesti dalle scuole per attività didattica;
  • attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa:
  • attività volte all’arricchimento dell’offerta formativa incluse nei Piani dell’offerta formativa dell’Istituzione scolastica, comprese le visite di istruzione;
  • contributo scolastico volontario
  • titoli di viaggio utilizzati per il trasporto scolastico

Validità del voucher

Il voucher potrà essere speso fino al 30 giugno 2019.

Voucher "iscrizione e frequenza": chi ne ha diritto

Sono destinatari del voucher “iscrizione e frequenza” gli studenti:

  • residenti nella Regione Piemonte alla data di pubblicazione del bando;
  • che per l’anno scolastico 2018/2019 siano iscritti a scuole primarie, secondarie di primo o secondo grado nelle Istituzioni scolastiche facenti parte del sistema nazionale di istruzione;
  • il cui nucleo familiare abbia un indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità alla data del 30 giugno 2018 (I.S.E.E anno 2018, ordinario o minorenni) non superiore ad euro 26.000,00. A tal fine, la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), necessaria ai fini del calcolo del valore I.S.E.E., dovrà essere presentata entro e non oltre il 18 giugno 2018. Le domande relative a studenti il cui nucleo familiare sia privo di ISEE 2018 in corso di validità alla data del 30 giugno 2018 non saranno ammesse ad istruttoria, a meno che la relativa DSU non sia stata presentata entro il 18 giugno 2018.

Il voucher “iscrizione e frequenza” può essere utilizzato solo presso le scuole paritarie e solo per il pagamento delle spese di iscrizione e frequenza (non può essere utilizzato, ad esempio, per il pagamento delle attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa).

La domanda di assegnazione del voucher può essere presentata:

  • da uno dei genitori dello studente, appartenente al nucleo familiare dello studente;
  • dal legale rappresentante dello studente minore di età;
  • dallo studente maggiore di età.

Voucher “libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti”: chi ne ha diritto

Sono destinatari del voucher “libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti” gli studenti:

  • a) residenti nella Regione Piemonte alla data di pubblicazione del bando;
  • b) che per l’anno scolastico 2018/2019 siano iscritti a scuole primarie, secondarie di primo o secondo grado nelle istituzioni scolastiche statali e paritarie facenti parte del sistema nazionale di istruzione e a corsi di formazione professionale organizzati da agenzie formative accreditate ai sensi della legislazione vigente e finalizzati all’assolvimento dell’obbligo formativo.
  • c) il cui nucleo familiare abbia un indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità alla data del 30 giugno 2018 (I.S.E.E anno 2018) non superiore ad euro 26.000,00. A tal fine, la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), necessaria ai fini del calcolo del valore I.S.E.E., dovrà essere presentata entro e non oltre il 18 giugno 2018. Le domande relative a studenti il cui nucleo familiare sia privo di ISEE 2018 in corso di validità alla data del 30 giugno 2018 non saranno ammesse ad istruttoria, a meno che la relativa DSU non sia stata presentata entro il 18 giugno 2018.

La domanda di assegnazione del voucher può essere presentata:

  • da uno dei genitori dello studente, appartenente al nucleo familiare dello studente;
  • dal legale rappresentante dello studente minore di età;
  • dallo studente maggiore di età.

Voucher Scuola: gli importi

Gli importi del voucher “iscrizione e frequenza” per fascia ISEE/ordine di scuola sono i seguenti:

I.S.E.E. Importo del voucher
  Scuola primaria Scuola secondaria di I grado Scuola secondaria di II grado
Minore o uguale a € 10.000,00 1.400,00 1.650,00 2.150,00
Da € 10.000,01 a € 20.000,00 1.050,00 1.300,00 1.800,00
Da € 20.000,01 a € 26.000,00 950,00 1.200,00 1.400,00

Gli importi del voucher “libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, titoli di viaggio per il trasporto scolastico” per fascia ISEE/ordine di scuola sono i seguenti:

I.S.E.E. Importo del voucher
  Scuola primaria Scuola secondaria di I grado Scuola secondaria di II grado/
Corsi di formazione professionale
Minore o uguale a € 10.000,00 260,00 380,00 620,00
Da € 10.000,01 a € 20.000,00 245,00 365,00 610,00
Da € 20.000,01 a € 26.000,00 220,00 330,00 550,00

Maggiorazioni del voucher per disabilità

L’importo del voucher è elevato del cinquanta per cento per gli allievi in possesso di certificazione di disabilità alla data prevista dal bando per l’anno scolastico di riferimento. I relativi importi sono conseguentemente determinati come segue:

VOUCHER ISCRIZIONE E FREQUENZA
I.S.E.E. Importo del voucher per situazioni certificate relative a B.E.S.
  Scuola primaria Scuola secondaria di I grado Scuola secondaria di II grado
Minore o uguale a € 10.000,00 2.100,00 2.475,00 3.225,00
Da € 10.000,01 a € 20.000,00 1.575,00 1.950,00 2.700,00
Da € 20.000,01 a € 26.000,00 1.425,00 1.800,00 2.100,00
VOUCHER LIBRI, MATERIALE DIDATTICO, POF, TRASPORTI
  Scuola primaria Scuola secondaria di I grado Scuola secondaria di II grado/
Corsi di formazione professionale
Minore o uguale a € 10.000,00 390,00 570,00 930,00
Da € 10.000,01 a € 20.000,00 367,50 547,50 915,00
Da € 20.000,01 a € 26.000,00 330,00 495,00 825,00

Maggiorazioni del voucher per dsa ed e.e.s.

L’importo del voucher è elevato del trenta per cento per gli allievi in possesso di certificazione relativa a disturbi specifici dell’apprendimento o ad esigenze educative speciali alla data prevista dal bando per l’anno scolastico di riferimento. I relativi importi sono conseguentemente determinati come segue:

VOUCHER ISCRIZIONE E FREQUENZA
I.S.E.E. Importo del voucher per situazioni certificate relative a B.E.S.
  Scuola primaria Scuola secondaria di I grado Scuola secondaria di II grado
Minore o uguale a € 10.000,00 1.820,00 2.145,00 2.795,00
Da € 10.000,01 a € 20.000,00 1.365,00 1.690,00 2.340,00
Da € 20.000,01 a € 26.000,00 1.235,00 1.560,00 1.820,00
VOUCHER LIBRI, MATERIALE DIDATTICO, POF, TRASPORTI
  Scuola primaria Scuola secondaria di I grado Scuola secondaria di II grado/
Corsi di formazione professionale
Minore o uguale a € 10.000,00 338,00 494,00 806,00
Da € 10.000,01 a € 20.000,00 318,50 474,50 793,00
Da € 20.000,01 a € 26.000,00 286,00 429,00 715,00

Maggiorazioni del voucher per Comune di residenza

L’importo del voucher “libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, titoli di viaggio per il trasporto scolastico” è elevato del 30 per cento:

  1. per gli allievi delle scuole secondarie di II grado e dei corsi di formazione professionale organizzati da agenzie formative accreditate ai sensi della legislazione vigente e finalizzati all’assolvimento dell’obbligo di istruzione residenti nei comuni classificati a media ed alta marginalità;
  2. per gli allievi frequentanti le scuole secondarie di II grado e i corsi di formazione professionale organizzati da agenzie formative accreditate ai sensi della legislazione vigente e finalizzati all’assolvimento dell’obbligo di istruzione residenti negli altri comuni marginali.

Elenco dei Comuni marginali

  Importo del voucher per condizioni di marginalità e svantaggio del comune di residenza
  Scuola secondaria di II grado / Corsi di formazione professionale
Minore o uguale a € 10.000,00 806,00
Da € 10.000,01 a € 20.000,00 793,50
Da € 20.000,01 a € 26.000,00 715,00

Nel caso lo studente abbia contestualmente diritto alla maggiorazione del voucher per i casi di disabilità e altre maggiorazioni previste, il voucher è determinato nei più elevati importi previsti per la maggiorazione per i casi di disabilità.

Contributo statale per i libri di testo obbligatori 2018/2019

Chi ne ha diritto

Sono destinatari del contributo gli studenti:

  • a) residenti nella Regione Piemonte alla data di pubblicazione dell’Avviso;
  • b) che nell’anno scolastico 2018/2019 frequenteranno la scuola secondaria di primo e secondo grado nelle istituzioni scolastiche statali, paritarie e non statali facenti parte del sistema nazionale di istruzione e i corsi di formazione professionale organizzati da agenzie formative accreditate ai sensi della legislazione vigente e finalizzati all’assolvimento dell’obbligo formativo. Ai fini dell’ammissibilità a contributo, le istituzioni scolastiche paritarie frequentate devono essere riconosciute ai sensi della l. 62/2000 e s.m.i. nell’anno scolastico di frequenza;
  • c) il cui nucleo familiare abbia un indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità alla data del 30 giugno 2018 (I.S.E.E. anno 2018) non superiore ad euro 10.632,94. A tal fine, la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), necessaria ai fini del computo del valore I.S.E.E., dovrà essere presentata entro e non oltre il 18.6.2018. Le domande relative a studenti il cui nucleo familiare sia privo di ISEE 2018 in corso di validità alla data del 30 giugno 2018 non saranno ammesse ad istruttoria, a meno che la relativa DSU non sia stata presentata entro il 18 giugno 2018.L’identificazione del nucleo familiare di riferimento e la situazione economica sono determinati secondo le disposizioni di cui al D.P.C.M. 5 dicembre 2013 n. 159 e al Decreto Interministeriale n. 138 del 13.4.2017.
  • d) per i quali il richiedente preveda di sostenere spese per l’acquisto di libri di testo obbligatori.

Per aver accesso al contributo è indispensabile conservare i giustificativi delle spese che saranno sostenute per l’acquisto dei libri di testo obbligatori (fatture, scontrini, ricevute fiscali).

Chi può presentare la domanda

La domanda di contributo può essere presentata:

  • da uno dei genitori dello studente, appartenente al nucleo familiare dello studente;
  • dal legale rappresentante dello studente minore di età;
  • dallo studente maggiore di età.

Come si presenta la domanda

La richiesta del contributo statale per l’acquisto dei libri di testo obbligatori può essere presentata, da sola o insieme alla richiesta di assegnazione del voucher scuola, esclusivamente accedendo con le opportune credenziali all’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla pagina www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio.
Non è ammessa nessun’altra modalità di presentazione della domanda.