Regione Piemonte

In questa pagina:



Edilizia scolastica

La promozione, la valorizzazione e lo sviluppo del patrimonio edilizio regionale si realizza attraverso il finanziamento di interventi volti alla riqualificazione del patrimonio esistente, all'adeguamento alla normativa vigente in materia di sicurezza, igiene ed eliminazione delle barriere architettoniche ed al soddisfacimento delle esigenze che si vengono a creare a seguito delle innovazioni normative in materia di istruzione.
La programmazione degli interventi si pone l'obiettivo si incrementare una scuola di qualità, e di realizzare una equilibrata organizzazione territoriale del sistema scolastico con riferimento agli andamenti demografici e migratori.
Informazioni: c/o Settore Programmazione e Monitoraggio Strutture Scolastiche,Via Meucci, 1  10121 Torino mail: contributi-ediliziascolastica@regione.piemonte.it

MODALITA' DI ACCESSO AI BANDI

Si informa che con deliberazione n. 97 - 5526 del 3/08/2017 la Giunta Regionale ha definito i prerequisiti di accesso per la partecipazione ai bandi di edilizia scolastica volti al finanziamento di interventi su edifici scolastici sede di scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di 1° e 2° grado e per la creazione di poli per l'infanzia. La deliberazione sarā pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione Piemonte del 24 agosto 2017.

BANDO MUTUI 2017

  • con Determinazione Dirigenziale  n. 304 del 28-04-2017 pubblicata sul BUR n. 18 del 04-05-2017  la Regione Piemonte ha approvato il fabbisogno del piano annuale 2017.
  • Lo Stato deve ancora definire gli importi che verranno destinati alla Regione Piemonte, non si possono pertanto ancora individuare gli interventi che verranno finanziati.

BANDO MUTUI 2016

  • Si informa che con Decreto interministeriale n. 390 del 6/6/2017 le Regioni sono state autorizzate alla stipulazione del contratto di mutuo per il finanziamento degli interventi di edilizia scolastica inseriti nella programmazione per l'annualitā 2016: l'allegato riferito alla Regione Piemonte č reperibile QUI.
    Il Decreto č in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Dalla data di pubblicazione, decorrono i termini di 180 giorni fissati per l'aggiudicazione dei lavori da parte dei soggetti beneficiari di tali contributi