Regione Piemonte

In questa pagina:



Bandi in corso

Contributo per gli assegni di studio 2014/2015 e 2015/2016 e i libri di testo 2015/2016

Bando

Dalle ore 10:00 del 15 febbraio 2016 fino alle ore 23:59 del 10 giugno 2016 è possibile presentare la domanda di contributo regionale per gli assegni di studio per gli a.s. 2014/2015 e 2015/2016 e di contributo statale per l'acquisto dei libri di testo per l’a.s. 2015/2016.
Il contributo regionale (l.r. 28/2007, art. 12) riguarda:

  • assegno di studio per iscrizione e frequenza per gli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016;
  • assegno di studio per spese di libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti per gli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016.

Il contributo statale (l. 448/1998) riguarda invece l’acquisto di libri di testo obbligatori per l’anno scolastico 2015/2016.

La domanda al contributo regionale ed a quello statale può essere presentata esclusivamente accedendo con le opportune credenziali all’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla pagina www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio. Non è ammessa nessun’altra modalità di presentazione della domanda.

N.B. "L'indicatore ISEE da riportare nella domanda di contributo deve essere riferito all'anno 2016. La data di sottoscrizione della relativa DSU deve pertanto essere successiva al 1 gennaio 2016."

Leggi di più:

Ciascun richiedente, avendone titolo, potrà, per ciascun figlio/studente:

  • presentare richiesta di assegno di studio (per “iscrizione e frequenza” oppure per “libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti”) sull’anno scolastico 2014/2015;
  • presentare richiesta di assegno di studio (per “iscrizione e frequenza” oppure per “libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti”) sull’anno scolastico 2015/2016;
  • presentare richiesta di assegno di studio (per “iscrizione e frequenza” oppure per “libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti”) sia sull’anno scolastico 2014/2015 sia sull’anno scolastico 2015/2016.

Con lo stesso modulo utilizzato per la richiesta del contributo regionale per assegno di studio è inoltre possibile richiedere il contributo statale per i libri di testo.
Nel caso in cui venga presentata domanda di assegno di studio per il medesimo figlio/studente sia per l’anno scolastico 2014/2015 sia per l’anno scolastico 2015/2016, il contributo, se concesso, viene determinato sommando al contributo di importo maggiore riferito ad una delle due annualità il sessanta per cento del contributo di importo minore riferito all'altra annualità. In ogni caso l’ammontare dell’assegno erogato non potrà superare l’importo delle spese effettivamente sostenute e dichiarate nelle rispettive annualità.
Per l’erogazione del contributo, è necessario che il richiedente indichi nel modulo di domanda un codice IBAN a sé intestato su cui autorizzarne l’accredito.

N.B. Non è possibile richiedere per lo stesso studente/figlio e per il medesimo anno scolastico sia  l’assegno di studio per “iscrizione e frequenza” sia l’assegno di studio per “libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti”: può essere richiesta solo una delle due diverse tipologie di assegno di studio.

I bandi e l’avviso per l’attribuzione dei contributi di cui sopra sono stati approvati con D.D. n. 36 del 29.1.2016 del Settore Politiche dell’Istruzione della Direzione regionale Coesione Sociale e sono pubblicati sul Supplemento Ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 6 del 15.2.2016.

 

Contributo regionale “Assegno di studio per iscrizione e frequenza”: chi ne ha diritto

È destinato a studenti:

  • residenti nella Regione Piemonte nell’anno scolastico per cui viene richiesto l’assegno
  • che abbiano frequentato nell’anno scolastico 2014/2015 la scuola primaria o secondaria di I o II grado nelle Istituzioni scolastiche statali e paritarie facenti parte del sistema nazionale di istruzione e/o che stiano frequentando tali scuole nell’anno scolastico 2015/2016;
  • il cui indicatore I.S.E.E. 2016 non sia superiore a €. 26.000,00. L’indicatore ISEE deve essere stato rilasciato nell’anno 2016. La data di sottoscrizione della relativa DSU deve pertanto essere successiva al 1 gennaio 2016."
  • per i quali il richiedente abbia sostenuto, nell’anno scolastico per cui è richiesto il contributo, spese di iscrizione e frequenza (per il dettaglio delle spese ammissibili a contributo bando “iscrizione e frequenza”). Per aver accesso al contributo è indispensabile aver conservato i giustificativi delle spese sostenute e dichiarate.

È possibile richiedere l’assegno per ciascun figlio/studente:

  • per il solo anno scolastico 2014/2015. indicando le spese sostenute per l’anno scolastico 2014/2015;
  • per il solo anno scolastico 2015/2016, indicando le spese sostenute entro la chiusura dell’anno scolastico 2015/2016;
  • sia per l’anno scolastico 2014/2015 sia per l’anno scolastico 2015/2016, indicando le spese sostenute nelle rispettive annualità.

Non può essere richiesto il contributo per spese diverse da quelle sostenute per iscrizione e frequenza, anche se connesse all’istruzione.
Per l’erogazione del contributo, è necessario che il richiedente indichi nel modulo di domanda un codice IBAN a sé intestato su cui autorizzarne l’accredito.

Contributo regionale “Assegno di studio per libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti”: chi ne ha diritto

È destinato a studenti:

  • residenti nella Regione Piemonte nell’anno scolastico per cui viene richiesto l’assegno
  • che abbiano frequentato nell’anno scolastico 2014/2015 la scuola primaria o secondaria di I o II grado nelle Istituzioni scolastiche statali e paritarie facenti parte del sistema nazionale di istruzione e nei corsi di formazione professionale organizzati da agenzie formative accreditate ai sensi della legislazione vigente e finalizzati all’assolvimento dell’obbligo formativo e/o che stiano frequentando tali scuole/corsi di formazione nell’anno scolastico 2015/2016;
  • il cui indicatore I.S.E.E. 2016 non sia superiore a €. 26.000,00. L’indicatore ISEE deve essere stato rilasciato nell’anno 2016. La data di sottoscrizione della relativa DSU deve pertanto essere successiva al 1 gennaio 2016.";
  • per i quali il richiedente abbia sostenuto, nell’anno scolastico per cui è richiesto il contributo, spese per l’acquisto di libri di testo obbligatori, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti (per il dettaglio delle spese ammissibili a contributo bando libri, POF, trasporti). Per aver accesso al contributo è indispensabile aver conservato i giustificativi delle spese sostenute e dichiarate (fatture, scontrini, ricevute fiscali).

È possibile richiedere l’assegno per ciascun figlio/studente:

  • per il solo anno scolastico 2014/2015. indicando le spese sostenute per l’anno scolastico 2014/2015;
  • per il solo anno scolastico 2015/2016, indicando le spese sostenute entro la chiusura dell’anno scolastico 2015/2016;
  • sia per l’anno scolastico 2014/2015 sia per l’anno scolastico 2015/2016, indicando le spese sostenute nelle rispettive annualità.

Non può essere richiesto il contributo per spese diverse da quelle sostenute per libri di testo obbligatori, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti, anche se connesse all’istruzione (es. spese sostenute per contributi volontari, mensa, riscaldamento, cancelleria, convitto o semiconvitto, assicurazione, sussidi e materiali didattici diversi, libri opzionali/non curriculari/non obbligatori - dizionari, atlanti, libri integrativi ecc.).
Per l’erogazione del contributo, è necessario che il richiedente indichi nel modulo di domanda un codice IBAN a sé intestato su cui autorizzarne l’accredito.

N.B. Sono ammesse a contributo le spese per i viaggi di istruzione compresi nei piani dell'offerta formativa. Il paragrafo 5.6 del bando riporta un refuso che sarÓ oggetto di rettifica.

Contributo statale “Libri di testo” anno scolastico 2015/2016: chi ne ha diritto

È destinato a studenti:

  • residenti nella Regione Piemonte nell’anno scolastico 2015/2016
  • che stiano frequentando nell’anno scolastico 2015/2016 la scuola secondaria di I e II grado nelle Istituzioni scolastiche statali, paritarie e non statali  facenti parte del sistema nazionale di istruzione e nei corsi di formazione professionale organizzati da agenzie formative accreditate ai sensi della legislazione vigente e finalizzati all’assolvimento dell’obbligo formativo
  • il cui indicatore I.S.E.E. 2016 non sia superiore a €. 10.632,94. L’indicatore ISEE deve essere stato rilasciato nell’anno 2016. La data di sottoscrizione della relativa DSU deve pertanto essere successiva al 1 gennaio 2016;
  • per i quali il richiedente abbia sostenuto la spesa per l’acquisto dei libri di testo obbligatori.

Per aver accesso al contributo è indispensabile aver conservato i giustificativi delle spese sostenute e dichiarate (fatture, scontrini, ricevute fiscali). L’erogazione del contributo avviene a seguito di istruttoria dei Comuni (testo dell'avviso).

Chi può presentare la domanda di contributo

Il richiedente deve essere:

  • uno dei genitori dello studente;
  • il legale rappresentante dello studente minorenne;
  • lo studente, se maggiorenne

La domanda di contributo è redatta sotto la responsabilità, anche penale, del richiedente (art. 76 D.P.R. 445/2000). Si raccomanda pertanto particolare attenzione nella sua compilazione, principalmente  nell’indicazione degli elementi utili ai fini del calcolo del contributo (ordine scuola, spese sostenute, diritti a maggiorazioni, ecc.).

Come si presenta la domanda di contributo

Le richieste di contributo sono presentate alla Regione Piemonte esclusivamente accedendo con le opportune credenziali all’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla pagina www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio. Attraverso l’applicazione, sarà possibile scaricare il modulo di domanda che dovrà essere compilato e quindi inviato tramite la medesima applicazione.
Non è ammessa nessun’altra modalità di presentazione della domanda.

1. Come si accede allĺapplicazione

L’accesso all’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla pagina www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio è possibile utilizzando, alternativamente:

  • le credenziali di Sistema Piemonte o Torinofacile già ottenute tramite riconoscimento automatico  on-line per i cittadini residenti in Comuni integrati nella rete del Centro di Interscambio Anagrafico (CIA) o per i cittadini residenti nel Comune di Torino e utilizzate gli scorsi anni;
  • le credenziali di Sistema Piemonte già ottenute tramite riconoscimento “de visu” dagli Uffici della Regione Piemonte o dai Comuni sedi di autonomia scolastica o dalle Scuole paritarie;
  • le credenziali di Sistema Piemonte rilasciate dagli Uffici per le relazioni con il pubblico (URP) della Regione Piemonte e dai Comuni che si renderanno disponibili al riconoscimento “de visu” oppure ottenute attraverso le funzioni disponibili alla pagina di registrazione di SistemaPiemonte;
  • le credenziali attive alla nuova Tessera Sanitaria con funzionalità di Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS). I cittadini dovranno recarsi presso la propria ASL per la procedura di attivazione della carta, previo riconoscimento dell’identità “de visu”;
  • le credenziali rilasciate da una fonte di identificazione personale riconosciuta dal Protocollo d’intesa “Smart PA on the job” approvato con D.G.R. n. 25-3915 del 29.5.212. Per i dipendenti degli enti  o delle aziende che hanno aderito al protocollo è possibile accedere anche senza le credenziali di Sistema Piemonte e di Torinofacile.

L’accesso all’applicazione è inoltre possibile utilizzando certificati digitali di tipo Carta nazionale dei Servizi (CNS) emessi da certificatori accreditati presso l’Agenzia Digitale (AgID). L’elenco di tali certificatori è liberamente consultabile sul sito istituzionale dell’Agenzia.
Le credenziali già ottenute in occasione dei precedenti bandi assegni di studio sono ancora valide. Per il rilascio di nuove credenziali, anche in caso di smarrimento di quelle già possedute, è possibile rivolgersi agli sportelli indicati nell’Elenco Sportelli.

2. Come si compila il modulo di domanda

Una volta avuto accesso all’applicazione “Accedi alla compilazione” per compilare il modulo di richiesta contributi occorre utilizzare la funzione “scarica domanda da compilare”, salvare il file sulla postazione PC, compilarlo elettronicamente e inviarlo con la funzione “invia domanda compilata”, accedendo nuovamente con le modalità già utilizzate.
Per la compilazione del modulo è necessario avere installato sul proprio PC il software Adobe Reader, che si può scaricare gratuitamente all’indirizzo: https://get.adobe.com/it/reader/
Per la corretta compilazione della domanda, si prega di consultare le Istruzioni operative e le FAQ.
Entro 48 ore dall’invio della domanda, il richiedente che ha indicato nel modulo un valido indirizzo email riceverà comunicazione sul suo esito, con l’eventuale invito a presentare una nuova domanda corretta. Tale comunicazione non fornisce alcuna indicazione sulla correttezza effettiva dei dati inseriti (ad esempio, in caso di errore materiale sul codice fiscale dello studente, sul nome della scuola, ecc.). Il richiedente che non ha indicato un valido indirizzo email troverà comunque l’informazione sullo stato della domanda nella propria pagina web di “Assegni di studio” del sito Sistema Piemonte (Tabella “Elenco moduli compilati” nella colonna “Stato”).  Si raccomanda pertanto di indicare, all'atto dell'accesso all’applicazione, un indirizzo email valido e utilizzabile e di non variarlo dopo aver effettuato l'invio della domanda, fino all'arrivo della comunicazione sull'esito della stessa.

Attenzione: Non è possibile utilizzare la procedura attraverso dispositivi mobile (Smartphone o Tablet Android/Apple/ecc.).

3. Quanti moduli occorre compilare

Ciascun richiedente, avendone titolo, potrà, per ciascun figlio/studente:

  • presentare richiesta di assegno di studio (per “iscrizione e frequenza” oppure per “libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti”) sull’anno scolastico 2014/2015;
  • presentare richiesta di assegno di studio (per “iscrizione e frequenza” oppure per “libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti”) sull’anno scolastico 2015/2016;
  • presentare richiesta di assegno di studio (per “iscrizione e frequenza” oppure per “libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti”) sia sull’anno scolastico 2014/2015 sia sull’anno scolastico 2015/2016.

Per richiedere l’assegno di studio per ciascun figlio/studente è necessario compilare e inviare un modulo per ogni anno scolastico. Per richiedere l’assegno di studio per ciascun figlio/studente per ambedue gli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016 è necessario compilare e inviare due moduli distinti, uno per ogni anno scolastico.
Il contributo statale per i libri di testo per l’anno scolastico 2015/2016 può essere richiesto con lo stesso modulo utilizzato per la richiesta del contributo regionale di assegno di studio.
Per i richiedenti che presentino domanda di assegno di studio per il medesimo figlio/studente sia sull’anno scolastico 2014/2015 sia sull’anno scolastico 2015/2016, si raccomanda di richiedere il contributo statale libri di testo per l’anno scolastico 2015/2016 in uno solo dei moduli, preferibilmente quello relativo all’anno scolastico 2015/2016.
Nel caso di più domande presentate per lo stesso studente, per lo stesso contributo (assegno di studio o libri di testo) e per lo stesso anno scolastico, sarà considerata valida l’ultima domanda  pervenuta correttamente e integralmente compilata.

Informazioni
Per informazioni rivolgersi al Numero Verde gratuito della Regione Piemonte 800-333-444 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00).
Per approfondimenti consultare le Istruzioni operative e le FAQ.
Per individuare gli sportelli abilitati al rilascio delle credenziali per l’accesso all’applicativo che consente la compilazione della domanda, consultare l’Elenco Sportelli.