Regione Piemonte

In questa pagina:



Voucher per il diritto allo studio anno scolastico 2016/2017

Voucher per il diritto allo studio anno scolastico e Contributo statale per i libri di testo - 2016-2017

Bando - scadenza 15 gennaio 2017

Per l’anno scolastico 2016/2017 l’assegno di studio viene erogato per la prima volta sotto forma di voucher.

Possono essere richiesti, alternativamente, due diversi tipi di voucher:

  • Voucher per iscrizione e frequenza
  • Voucher per libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporto scolastico

Con la richiesta di assegnazione del voucher, è possibile presentare anche la domanda del contributo per l’acquisto di libri di testo obbligatori (l. 448/1998) per l’anno scolastico in corso.

Tale contributo può essere richiesto anche quando non venga richiesto contestualmente il voucher.

Per ciascuno studente, è possibile presentare un’unica domanda di assegnazione del voucher (voucher iscrizione e frequenza oppure, alternativamente, voucher per libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporto scolastico).

Le relative domande possono essere presentate esclusivamente accedendo con le opportune credenziali all ’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla pagina www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio.
Non è ammessa nessun’altra modalità di presentazione della domanda. N.B. L'indicatore ISEE da riportare nella domanda di contributo è esclusivamente quello riferito all'anno 2016.

Che cos’è il voucher e come si utilizza

Il voucher è un “buono”, cartaceo o “virtuale”, che corrisponde ad un determinato importo in denaro, che può essere utilizzato per:

  • pagare la retta applicata dalla scuola, se si tratta di Voucher iscrizione e frequenza;
  • acquistare i beni stabiliti dalla legge (libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, titoli di viaggio per il trasporto scolastico) e fruire delle attività integrative a pagamento (es. gite scolastiche) previste dai piani dell'offerta formativa della scuola, se si tratta del Voucher libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporto scolastico.
    Il voucher potrà essere speso presso una “rete” di esercizi commerciali, diffusa capillarmente su tutto il territorio regionale, e presso le istituzioni scolastiche e le agenzie formative che accetteranno il voucher come modalità di pagamento.
    Prima della consegna del buono, che avverrà al termine dell’istruttoria delle domande, dopo l’approvazione delle graduatorie, la Regione renderà noto l’elenco dei punti vendita, dei distributori di beni e servizi e delle scuole in cui potrà essere speso.
    La durata del voucher, ovvero il termine entro il quale il voucher potrà essere utilizzato, sarà determinata dalla Regione e sarà indicata sul voucher stesso. Per il primo anno di applicazione del nuovo sistema “a voucher” la scadenza sarà certamente fissata oltre la fine dell’anno scolastico in corso.

Voucher iscrizione e frequenza anno scolastico 2016/2017: chi ne ha diritto

Requisiti

  • studenti residenti nella Regione Piemonte alla data di pubblicazione del bando;
  • il cui nucleo familiare abbia un indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità alla data di presentazione della domanda (I.S.E.E. anno 2016) non superiore ad euro 26.000,00;
  • che nell’anno scolastico 2016/2017 frequentano la scuola primaria o secondaria di primo o secondo grado nelle Istituzioni scolastiche paritarie e statali facenti parte del sistema nazionale di istruzione.

Il voucher iscrizione e frequenza potrà essere utilizzato esclusivamente presso le Istituzioni scolastiche che applicano una retta per la frequenza: non è possibile usare il voucher per il pagamento delle tasse scolastiche, del contributo volontario e per altre spese funzionali all’istruzione diverse dalla retta di iscrizione e frequenza (mensa, trasporto scolastico, ecc.)

Voucher “libri di testo” anno scolastico 2016/2017: chi ne ha diritto

Requisiti

  • studenti residenti nella Regione Piemonte alla data di pubblicazione del bando;
  • il cui nucleo familiare abbia un indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità alla data di presentazione della domanda (I.S.E.E. anno 2016) non superiore ad euro 26.000,00;
  • che nell’anno scolastico 2016/2017 frequentano la scuola primaria o secondaria di primo e secondo grado nelle istituzioni scolastiche statali e paritarie facenti parte del sistema nazionale di istruzione e nei corsi di formazione professionale organizzati da agenzie formative accreditate ai sensi della legislazione vigente e finalizzati all’assolvimento dell’obbligo formativo.

Il voucher “libri di testo” potrà essere utilizzato, oltre che per le consuete spese coperte in passato dall’assegno di studio (libri di testo, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporto scolastico) per l’acquisto di materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione. L’elenco dei beni concretamente acquistabili mediante il voucher ssarà reso noto dalla Regione Piemonte prima della sua consegna.

Contributo statale per i libri di testo obbligatori 2016/2017: chi ne ha diritto

È destinato a studenti:

  • residenti nella Regione Piemonte alla data di pubblicazione del bando;
  • il cui nucleo familiare abbia un indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità alla data di presentazione della domanda (I.S.E.E. anno 2016) non superiore ad uro 10.632,94;
  • che nell’anno scolastico 2016/2017 frequentano la scuola secondaria di I e II grado nelle Istituzioni scolastiche statali, paritarie e non statali facenti parte del sistema nazionale di istruzione e nei corsi di formazione professionale organizzati da agenzie formative accreditate ai sensi della legislazione vigente e finalizzati all’assolvimento dell’obbligo formativo
  • per i quali il richiedente abbia sostenuto la spesa per l’acquisto dei libri di testo obbligatori.

La domanda di contributo può essere presentata unitamente alla richiesta del voucher, oppure singolarmente, utilizzando il Modulo unificato di richiesta contributi per il diritto allo studio anno scolastico 2016/2017.

Chi può presentare domanda

Il richiedente deve essere:

  • uno dei genitori dello studente;
  • il legale rappresentante dello studente minorenne;
  • lo studente, se maggiorenne

La domanda di contributo è redatta sotto la responsabilità, anche penale, del richiedente (art. 76 D.P.R. 445/2000). Si raccomanda pertanto particolare attenzione nella sua compilazione, principalmente nell’indicazione degli elementi utili ai fini del calcolo dell’importo del voucher (ordine scuola, diritti a maggiorazioni, ecc.).

Come si presenta la domanda

La domanda (di assegnazione del voucher e/o del contributo statale per i libri di testo obbligatori) può essere presentata esclusivamente accedendo con le opportune credenziali all’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla pagina www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio.
Non è ammessa nessun’altra modalità di presentazione della domanda.
Nel caso in cui, per lo stesso studente, vengano presentate più domande di assegnazione del voucher, per lo stesso o per diverso tipo, sarà tenuta in considerazione soltanto la domanda trasmessa per ultima.