Doqui - Sito ufficiale della Regione Piemonte - Innovazione, Ricerca, Universit�


Home arrow Innovazione arrow Notizie

Doqui

E’ Doqui l’ambiente unico di integrazione fra la documentazione elettronica e cartacea e l’unico archivio digitale della Regione. La Giunta regionale ha approvato le Linee guida della Regione Piemonte in materia di dematerializzazione dei documenti.

Con deliberazione 16 gennaio 2012, n. 10-3276, sono state approvate le linee guida in materia di dematerializzazione dei documenti.

La Giunta regionale, ispirando la propria azione ai principi della normativa nazionale (d.lgs. 7 marzo 2005, n. 82- Codice dell’Amministrazione Digitale) e alle migliori esperienze internazionali (progetto Interpares, modello MoReq2) intende dar corso a pesanti processi di dematerializzazione, dando impulso ad un sistema unico di gestione documentale integrato.

A tal fine, tutti i progetti di dematerializzazione dovranno convergere nel progetto Doqui, che costituirà l’unico ambiente di integrazione tra documentazione elettronica e cartacea e l’unico archivio digitale dell’ente.

Nel riconoscere inoltre, che la dematerializzazione rappresenta un processo continuo, destinato a protrarsi nel tempo, la Giunta ha individuato i criteri con cui definire le priorità di intervento.

Saranno “dematerializzati” per primi i procedimenti e i filoni di attività che siano:

  • trasversali, ovvero d’interesse per l’intero Ente;
  • gestiti da procedure informatiche in corso di dismissione o rifacimento;
  • interni, ovvero la cui realizzazione e funzionamento non dipendano da fattori esterni;
  • generatori di documenti standardizzati e/o ripetitivi;
  • generatori di grandi quantità di documenti cartacei;
  • generatori di documenti che hanno necessità di frequente accesso e circolazione;
  • generatori di documenti a conservazione limitata nel tempo.

La trasformazione digitale di originali cartacei è invece operazione residuale, realizzata solo nei casi in cui risulti effettivamente vantaggiosa.

A corollario del processo di dematerializzazione, la Giunta ritiene di poter garantire nel tempo la conservazione deipropri documenti elettronici secondo rigorosi parametri di integrità e autenticità senza ricorrere a processi di conservazione sostitutiva; inoltre, il Governo regionale riconosce e promuove l’uso della firma digitale quale strumento per garantire la trasmissione di documenti elettronici autentici e integri e non come strumento adeguato per garantire nel tempo la loro conservazione.

La Giunta promuove altresì l’utilizzo della PEC per la trasmissione e ricezione di documenti all’esterno dell’ente e dota ogni AOO di un indirizzo PEC pubblicizzato sull’Indice Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni. Adotta le soluzioni di INPA per la necessaria protocollazione dei documenti trasmessi.

Il coordinamento dei progetti di dematerializzazione è affidato al Direttore pro tempore della Direzione “Innovazione, Ricerca e Università”, in collaborazione con le Direzioni “Risorse Umane e Patrimonio” e “Affari Istituzionali e Avvocatura”.


 

Non sono presenti commenti


Accedi o registrati per inviare un commento.