Il laboratorio ICT - Sito ufficiale della Regione Piemonte - Innovazione, Ricerca, Universita'


Il laboratorio ICT

Che cosa è

Dal 2004 il Laboratorio di Information and Communication Technologies (ICT) studia e sperimenta le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione con l’obiettivo di:

  • individuare le potenzialità e le possibili applicazioni di tali tecnologie all'interno del Sistema Informativo Regionale (SIRe);
  • favorire l'elaborazione e la condivisione di nuovi modelli tecnologici e organizzativi tra le Pubbliche Amministrazioni
    piemontesi.

A chi è rivolto

Il Laboratorio si rivolge alle PA regionali e a tutte le aziende del settore ICT.

Gli obiettivi

Il Laboratorio risponde principalmente alle esigenze di:

  • definire e aggiornare costantemente, sul piano tecnologico e organizzativo, le politiche e le azioni per l’evoluzione del Sistema Informativo regionale e lo sviluppo dei servizi di eGovernment;
  • aggiornare continuamente le conoscenze e le competenze tecnologiche e organizzative aziendali, per assicurare il governo strategico e operativo di tutte le azioni volte a realizzare la Società dell’Informazione e della Conoscenza in Piemonte;
  • elaborare dei “modelli tecnologici ed organizzativi” al fine di condividerli con le altre PA piemontesi e con le aziende del settore, le quali, a loro volta, possono proporre servizi innovativi alla PA ed al settore privato.

Le attività

Le attività del Laboratorio, nella fase attuale, riguardano alcuni filoni di attività ritenuti di particolare rilevanza:

Business Intelligence

Tra gli obiettivi prioritari di un sistema informativo vi è quello di raccogliere, elaborare e distribuire i dati integrandoli in informazioni significative. A tal fine, il Laboratorio ICT ha implementato la componente informativo-decisionale del Sistema Informativo regionale (SIRe) con le seguenti azioni:

  • integrazione della componente decisionale (datawarehouse) sull'Enterprise Portal del SIRe;
  • verifica delle metodiche di text/data mining su diversi ambiti di dominio;
  • identificazione degli ambiti di applicabilità di strumenti di tipo direzionale per offrire quadri di sintesi su determinate
    tematiche e sperimentarne l'uso;

Il progetto, attraverso l'unificazione ed il consolidamento del patrimonio informativo, ha come obiettivo la realizzazione di uno strumento per gestire in modo sistematico la maggior parte delle conoscenze regionali. Se ne ottengono informazioni organizzate, fondamentali nel supporto ai processi decisionali e nella formulazione delle linee d'azione ad ogni livello organizzativo.

Office Automation

La diffusione di sistemi e applicazioni Open Source di office automation alternativi a quelli proprietari all'interno della Pubblica Amministrazione piemontese è uno degli obiettivi del Laboratorio ICT, che si concretizza con la realizzazione di alcuni progetti pilota. I progetti realizzati utilizzano GNU/Linux.

Piattaforme tecnologiche

Al fine di potenziare l'architettura interna il Laboratorio ICT ha preso in analisi alcuni aspetti particolari:

  • la validità dell'architettura e l’integrazione con l'infrastruttura di rete wired/wireless e con la postazione di lavoro (in particolare mobile);
  • le linee guida per la configurazione hardwarte e software del posto di lavoro;
  • la realizzazione di un'interfaccia web (Enterprise Portal) del Sistema Aziendale e lo studio del passaggio ad applicazioni web-based

Le sperimentazioni relative alle componenti di infrastruttura della Server Farm si sono incentrate in particolare sulle evoluzioni dell'architettura del SIRe per un accesso tramite modalità Web-oriented; sulle indicazioni di migrazione delle applicazioni clientserver a 2 livelli verso applicazioni web e sulla verifica delle potenzialità fornite dai sistemi basati su processori a 64 bit ma compatibili con il chipset x86.

Sicurezza ICT

L'attività di studio e verifica delle architetture di sicurezza svolta dal Laboratorio ha approfondito i seguenti temi:

  • sicurezza fisica e logica delle comunicazioni senza fili, anche attraverso il test delle infrastrutture wireless realizzate,
  • sistemi di controllo per accesso elettronico (EACS)
  • dispositivi di autenticazione (come ad esempio smart card per rilevatori di prossimità)
  • sistemi e applicazioni per la sicurezza della rete (firewall, ids, VPN, ecc...)

Web e multimediaIl Laboratorio ICT ha avviato la sperimentazione di tecnologie legate alla Multimedialità con l'obiettivo di studiare questi nuovi canali di comunicazione e la loro integrazione con le necessità di un Sistema Informativo preesistente. Gli aspetti su cui attualmente si sta ponendo maggior rilievo sono:

  • la capacità di interazione fra le persone. A tal scopo si stanno studiando soluzioni di videocomunicazione che permettano la comunicazione audio-video e la condivisione di documenti e applicativi consentendo agli utenti di interagire e di lavorare in modo congiunto sugli stessi contenuti da diverse postazioni, anche su rete geografica;
  • la capacità di trasmissione di informazioni multimediali via rete, con soluzioni per il rilascio di contenuti mediante streaming oppure on-demand;
  • la possibilità di archiviazione di informazioni in modo arricchito, sfruttando la capacità comunicativa del multimedia e indicizzando in modo opportuno i contenuti
  • lo studio di soluzioni multimediali ricorrendo a standard aperti e possibilmente multipiattaforma, in modo da assicurare ai
    servizi realizzati un elevato livello di interoperabilità e facilitare una loro futura estensione.

Wired e Wireless

Nell'attuale Società dell'Informazione le tecnologie già consolidate e quelle che si vanno ad affermare sul mercato offrono ormai diverse e crescenti possibilità di comunicazione. In particolare, soprattutto grazie ad una spiccata convergenza tra reti telefoniche tra reti telefoniche tradizionali (PSTN), reti wireless (Wi-Fi, bluetooth, Irda...), telefonia cellulare (GPRS, EDGE, UMTS, HSDPA...), reti di comunicazione dati e broadcasting audio/video (DVB-T, DVB-S...), si sta delineando un ambiente sempre più integrato, interconnesso e interoperabile nel quale l'informazione ed i servizi assumono un ruolo fondamentale.In questo scenario si inserisce l'attività del Laboratorio ICT, che vuole sfruttare le potenzialità di tali tecnologie a favore della PA piemontese.

Gli attori

Le attività del Laboratorio sono condotte con la collaborazione del CSI-Piemonte, del CSP, degli Atenei piemontesi, della altre PA e associazioni piemontesi e di qualificate aziende ICTs.

http://www.regione.piemonte.it/laboratorioict/