Piazza Castello, 165 - 10122 Torino | tel. 011.432.3358 | fax. 011.4325972

Legge regionale 9/1/1987 n. 1


La Consulta per l'emigrazione, è stata istituita con legge regionale 9 gennaio 1987 n. 1, al fine di promuovere iniziative a tutela dei lavoratori emigrati e delle loro famiglie e attuare forme di solidariet` volte a rinsaldare i rapporti tra i lavoratori emigrati e la Regione Piemonte.

La Consulta per l'emigrazione è istituita con decreto del Presidente della Giunta regionale, ed è presieduta dal Presidente della Giunta Regionale, o dall'Assessore con delega all'emigrazione, e dai rappresentanti delle associazioni, degli enti e degli organismi che si occupano a livello nazionale e internazionale della emigrazione, si riunisce circa ogni due mesi per esaminate le istanze e le richieste di intervento dell'Amministrazione regionale in materia di emigrazione, esprime il suo parere in merito alla fattibilit` o meno dell'iniziativa per la quale, nella maggior parte dei casi, si provveder` a erogare un finanziamento.

La Consulta per l'emigrazione è composta:

  • dall'Assessore regionale con delega in materia di movimenti migratori che la presiede e da un altro assessore designato volta per volta in relazione alla materia da trattare;
  • da un componente dell'ufficio di presidenza del Consiglio regionale;
  • dal Presidente della Commissione permanente regionale avente competenza in materia di movimenti migratori;
  • da tre rappresentanti delle Amministrazioni Comunali della Regione designati dalla sezione regionale dell'Anci;
  • da sei rappresentanti delle organizzazioni a carattere nazionale, maggiormente rappresentative ed operanti a livello regionale, che svolgono attivit` in Italia ed all'estero a favore degli immigrati - emigrati - frontalieri e loro famiglie;
  • da quattro rappresentanti delle organizzazioni con sede in Piemonte che operano a favore dei piemontesi emigrati all'estero e delle loro famiglie;
  • da tre rappresentanti delle organizzazioni più significative e consistenti, espressione delle maggiori comunit` di immigrati da altre regioni in Piemonte, aventi sede e che abbiano effettivamente operato all'interno della regione;
  • da tre rappresentanti delle associazioni più significative degli immigrati stranieri che hanno sede e svolgono una loro effettiva attivit` da almeno un anno in Piemonte a favore dei propri membri e delle loro famiglie;
  • da cinque rappresentanti degli Istituti di Patronato ed Assistenza sociale a carattere nazionale maggiormente rappresentativi che assistono anche all'estero gli immigrati, emigrati e le loro famiglie;
  • da tre rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei lavoratori maggiormente rappresentative in campo nazionale;
  • da un rappresentante dell'Unione regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura del Piemonte;
  • da tre Consiglieri regionali, di cui uno in rappresentanza delle minoranze e da un rappresentante dell'Ufficio regionale del lavoro.
  • Composizione Consulta per l'emigrazione