Bollettino Ufficiale n. 07 del 14 / 02 / 2001

Torna al Sommario Indice Sistematico

 

Deliberazione della Conferenza dei Servizi 5 febbraio 2001, Prot. n. 2341/17.1

Comune di Bellinzago - Soc. Zaro Angelo - Richiesta autorizzazione amministrativa ai sensi dell’art. 9 del D.lgs. 114/98, della L.R. 28/99 e della D.C.R. n. 563-13414 del 29.10.99 - Conferenza dei Servizi seduta del  18.1.2001

(omissis)

la Conferenza dei Servizi, con voti unanimi, espressi dai soggetti a partecipazione obbligatoria presenti,

delibera

1. di accogliere la richiesta della Soc. Zaro Angelo per l’attivazione di  un centro commerciale (tipologia distributiva G-CC1), ubicato nel Comune di Bellinzago, Via Libertà, (localizzazione L 2), avente le seguenti caratteristiche:

a)    superficie di vendita di Mq. 6000 così     
    ripartita:    
    1 esercizio di grande struttura di vendita
     ad offerta mista G.SM1 -    Mq. 4500
    1 esercizio di media struttura di vendita
     extralimentare M-SE1    Mq. 400
    12 esercizi inferiore a 150 Mq. superficie
    complessiva    Mq. 1100
b)    superficie complessiva del centro  
    commerciale (comprensiva di galleria,
    servizi, attività paracommerciali, ecc.)    Mq. 18075
c)    fabbisogno di parcheggi ed altre aree di
    sosta per la tipologia di struttura
    distributiva centro commerciale (G-CC1)
    di Mq. 6000: non inferiore a mq. 23790,
    pari a posti auto n. :915" secondo le
    prescrizioni contenute nella DCR n.
    563-13414 del 29.10.99; in relazione alla
    superficie utile lorda e al rispetto dell’art.
    21 comma 1 sub 3) della L.R. 56/77 smi, lo
    standard dei parcheggi pubblici non deve
    essere inferiore alla SUL; in relazione al
    volume del fabbricato la superficie
    destinata a parcheggi privati non deve
    essere inferiore a quella prescritta dalla L.
    122/89
d)    Aree scarico e carico merci    mq. 3902

2. Di prescrivere il rispetto dell’art. 26 della L.R. 56/77 in ordine all’acquisizione dell’autorizzazione urbanistica preventiva al rilascio della concessione edilizia, che dovrà contenere le seguenti prescrizioni:

- la realizzazione dello svincolo rotatoria lungo la SS 32, indispensabile per il corretto deflusso del traffico in condizioni di sicurezza

- la strada di collegamento ad est, (che si consiglia di sezione di mt. 10.00) al fine di poter ricavare eventuali piste a protezione del traffico debole, dovrà prevedere una intersezione con aiuole e corsie di accumulo lungo la SP Ovesticino. L’incrocio dovrà essere dotato della prevista segnaletica e possibilmente di impianto di illuminazione

3) di subordinare l’apertura del centro commerciale alla realizzazione funzionale, della rotonda viaria lungo la SS 32

4) di far salvo il rispetto dei _egolamenti locali di polizia urbana, annonaria, igienico-sanitaria, dei regolamenti edilizi, delle norme urbanistiche e di quelle relative alla destinazione d’uso.

Il Presidente della Conferenza dei Servizi
Dirigente Settore Programmazione ed Interventi dei Settori Commerciali
Patrizia Vernoni



La legenda esplicativa relativa ai codici delle Direzioni e dei Settori è pubblicata a pagina del presente Bollettino (Ndr)