Bollettino Ufficiale n. 06 del 7 / 02 / 2001

Torna al Sommario Indice Sistematico

 

Codice  15.2
D.D. 19 gennaio 2001, n. 44

Aggiornamento ed integrazione  delle disposizioni di dettaglio per la gestione ed il controllo amministrativo delle attività di formazione professionale di cui alla determinazione n. 916 del 31/10/2000

La Giunta Regionale con deliberazione n. 32-26991 dell’1/4/99 ha formulato gli indirizzi generali per la gestione ed il controllo amministrativo delle attività di formazione professionale e con successivo provvedimento n. 24-1025 del 9/10/00 ha ridefinito i predetti indirizzi per quanto attiene ai punti a) e d) e modificato i punti b) ed i) del dispositivo della sopracitata deliberazione.

Con determinazione n. 916 del 31/10/00 il Responsabile della Direzione Formazione Professionale - Lavoro, in applicazione dell’art. 22 della L.R. n. 63/95 e nel rispetto degli indirizzi e criteri generali formulati dalla Giunta Regionale con le deliberazioni sopra richiamate, ha approvato il documento contenente le disposizioni di dettaglio in materia di gestione e controllo amministrativo  delle attività di formazione professionale demandando ad un successivo provvedimento le ulteriori disposizioni inerenti la rendicontazione, i controlli e la tenuta della contabilità.

In considerazione delle difficoltà di cambiamento dei sistemi dovute alla necessità di inserire nuove procedure amministrative per la gestione delle attività inerenti la programmazione 2000/6 occorre definire un regime transitorio che disciplini le regole da applicare per le attività attualmente in svolgimento. Il regime transitorio servirà come monitoraggio per la messa a punto e definizione di un nuovo sistema per la gestione ed il controllo amministrativo delle attività di formazione professionale.

Si rende pertanto necessario aggiornare ed integrare le disposizioni di cui alla determinazione n. 916 del 31/10/00 che regolamenteranno esclusivamente le azioni riferite alla direttiva “Mercato del Lavoro 2000/01".

Tutto ciò premesso,

IL DIRETTORE

Visto l’art. 23 della L.R. n. 51/97

in conformità con gli indirizzi ed i criteri disposti in materia del presente provvedimento dalla Giunta Regionale con deliberazioni n. 32-26991 dell’1/4/99 e n. 24-1025 del 9/10/00

determina

di approvare l’unito documento contenente l’aggiornamento ed integrazione delle disposizioni di dettaglio in materia di gestione e controllo amministrativo delle attività di formazione professionale di cui alla determinazione n. 916 del 31/10/00;

di stabilire che le disposizioni di cui trattasi definiscono un regime transitorio e regolamentano esclusivamente le attività attualmente in svolgimento e riferite alla direttiva “Mercato del Lavoro 2000/01".

Il Direttore regionale
Giuseppe De Pascale

Allegato n. 1

Aggiornamento ed integrazioni alle disposizioni
di dettaglio in materia di gestione
e controllo amministrativo

d) Erogazione delle somme

- l’anticipazione dell’80% sulle attività avviate potrà essere richiesta in due momenti successivi  nel corso dell’esercizio formativo aggregando, per ogni determinazione di approvazione delle attività, i corsi la cui data di inizio ricade in uno dei due periodi prescelti;

- l’anticipo sommato al rimborso delle spese autocertificate non dovrà superare il 90% del valore di ogni singolo corso rideterminato nel caso in cui in occasione dell’autocertificazione di spesa il valore atteso sia diminuito rispetto alle previsioni;

h-i) Contabilità e controllo delle attività

La Regione Piemonte, titolare dei Programmi Operativi in attuazione delle decisioni comunitarie, dei successivi regolamenti di attuazione, delle disposizioni statali e della L.R. 63/95 attua il controllo amministrativo e contabile come indicato nella determinazione n. 916 del 31/10/00.

La prima autocertificazione delle spese sostenute dovrà essere presentata entro aprile 2001 e dovrà evidenziare il numero degli allievi frequentati e il numero delle ore - corso realizzate nel periodo di riferimento.

La rendicontazione finale sarà articolata su due macrovoci: spese generali e spese allievi. Tale rendiconto dovrà contenere gli estremi dei giustificativi di spesa e la modalità di pagamento degli stessi.

Costi ammissibili

a) Spese allievi a titolo di:

1. indennità di frequenza ai partecipanti;

2. spese di viaggio, vitto e alloggio (quota pro capite);

b) Spese generali a titolo di:

1. indagine preliminare di mercato;

2. ideazione e progettazione di intervento;

3. selezione e orientamento dei partecipanti;

4. elaborazione materiale didattico e FAD;

5. formazione personale docente e/o ricercatori;

6. predisposizione dei progetti esecutivi e dei piani finanziari;

7. pubblicizzazione e promozione dell’intervento;

8. docenza, codocenza, tuturaggio, orientamenti;

9. trasferta e pasti personale dipendente;

10. attività di sostegno all’utenza svantaggiata, attività di supporto;

11. indennità, trasporto, vitto, alloggio, transnazionalità, assicurazioni;

12. esami finali;

13. materiale di consumo didattico e indumenti protettivi;

14. strumenti di ricerca (riferiti ad attività di ricerca);

15. raccolta e analisi dati;

16. elaborazione rapporti intermedi;

17. formazione personale;

18. erogazione di servizi;

19. costruzione di sistemi informativi - informatici;

20. attivazione e adeguamento di progetti;

21. garanzia fideiussoria;

22. certificazione del rendiconto;

23. verifica finale dell’azione programmata;

24. elaborazione reports e studi, pubblicazioni relative all’azione;

25. azioni di sostegno ai soggetti coinvolti (avviati all’assunzione, alla creazione di impresa)

26. direzione e coordinamento del progetto;

27. valutazione del progetto;

28. direzione generale;

29. segreteria/amministrazione;

30. servizi ausiliari;

31. cancelleria, stampati, trasferte e parti del personale di cui alle lettere precedenti;

32. illuminazione, forza motrice, acqua, gas;

33. riscaldamento e condizionamento;

34. telefono e collegamenti telematici;

35. spese postali;

36. assicurazioni - imposte e tasse;

37. locazione e/o ammortamento locali;

38. manutenzione locali;

39. noleggio, leasing e/o ammortamento attrezzature;

40. manutenzione attrezzature;

41. consulenza finanziaria e revisione contabile.

Entro 60 giorni dal termine delle attività gli Operatori dovranno presentare il rendiconto delle spese sostenute.

Nella determinazione del saldo, nell’ambito dello stesso corso, è ammessa la compensazione tra le categorie di spesa ad esclusione delle spese allievi.

Non sono ammesse compensazioni tra corso e corso.

In sede di controllo del rendiconto si dovrà:

- accertare la congruenza degli importi complessivi fatturati;

- verificare i giustificati di spesa;

- accertare il rispetto delle normative;

- determinare i valori a saldo.