Regione Piemonte - Formazione Professionale

In questa pagina:



  • Obbligo di istruzione

    Percorsi dell'obbligo di istruzione nella formazione professionale

    Dal1° settembre 2007 è entrato in vigore l’obbligo d’istruzione elevato a 10 anni, in applicazione della legge 26 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma 622 e sulla base del regolamento,contenente le linee guida, adottato con decreto del Ministro della pubblica istruzione del 22 agosto 2007, n. 139. Il nostro sistema scolastico compie così un passo molto importante per allinearsi con i sistemi di altri Paesi dell’Unione europea.

    La Raccomandazione del Parlamento europeo del 18 dicembre 2006 sulle competenze chiave per l’apprendimento permanente invita gli Stati membri a sviluppare, nell’ambito delle loro politiche educative, strategie per assicurare l’acquisizione di competenze chiave per preparare tutti i giovani alla vita adulta e offrire loro un metodo per continuare ad apprendere per tutto il corso della loro esistenza.

    In Italia il 21% dei giovani tra i 18 e i 24 anni esce dal sistema istruzione senza né qualifica né diploma ed è in possesso della sola licenza media. Un dato superiore alla media europea e ancora lontano dall’obiettivo del 10% fissato a Lisbona 2000.

    L’elevamento dell’obbligo di istruzione a 10 anni intende favorire il pieno sviluppo della persona nella costruzione del sé, di corrette e significative relazioni con gli altri e di una positiva interazione con la realtà sociale.

    Il secondo ciclo del sistema educativo di istruzione è costituito dal sistema dei licei e dal sistema dell’istruzione e formazione professionale (IeFP), in cui si realizza in modo unitario il diritto-dovere all’istruzione e alla formazione di cui al D.lgs n. 76 del 15/04/05.

    Nella seduta della Conferenza Stato Regioni del 29 aprile 2010 è stato sottoscritto un accordo tra il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, riguardante il primo anno di attuazione, 2010-11, dei percorsi di istruzione e formazione professionale a norma dell’art. 27, comma 2, del D.lgs. 17 ottobre 2005 n. 226.

    L’accordo disciplina, nella fase di passaggio al nuovo ordinamento, i percorsi di qualifica e di diploma professionale e contiene 21 figure professionali di durata triennale e quadriennale.

    Prende dunque avvio, accanto al riordino della scuola secondaria superiore (licei, istituti tecnici e professionali), anche il sistema di istruzione e formazione professionale (per il conseguimento di qualifiche di durata triennale e di diplomi di durata quadriennale). I livelli essenziali delle prestazioni (LEP) di tali percorsi, che rientrano nella esclusiva competenza delle Regioni, sono definiti a livello nazionale.

    Nell’ambito del piano di lavoro previsto dall’Accordo sono state predisposte anche le linee guida (art. 1-quinquies della legge n. 40/07) per realizzare organici raccordi tra i percorsi degli istituti professionali e i percorsi di IeFP regionali, finalizzati al conseguimento di qualifiche e diplomi professionali.

    Modalità attuative

    Norme e disposizioni regionali di riferimento

    Offerta sussidiaria degli Istituti professionali
    • DGR 19-1085 del 23/02/2015 di approvazione schema di Accordo triennale con l’U.S.R. per il Piemonte per la realizzazione a partire dagli aa.ss. 2015/2016, 2016/17 e 2017/18 di percorsi di Istruzione e Formazione professionale triennali, in regime di sussidiarietà, da parte degli Istituti Professionali della Regione Piemonte, ai sensi dell’art. 2, comma 3 del D.P.R. 15/03/2010, n.87
    • D.D. n. 258 del 20/04/2015 indicazioni agli Istituti professionali del Piemonte in ordine al rilascio della qualifica triennale regionale per l'a.s. 2015/2016
    • D.D. n. 561 del 15/07/2015 - D.G.R. n. 19-1085 del 23/02/2015, approvazione elenchi degli Istituti professionali del Piemonte che realizzano i percorsi di qualifica triennale in regime sussidiario integrativo/complementare e delle relative qualifiche per l'a.s. 2015/16 e modifica alla D.D. n. 317 del 8/05/2013 ed alla D.D. n. 455 del 20/06/2014
    • D.D. n. 125 del 23/02/2015 - D.G.R. n. 19-1085 del 23/02/2015: indicazioni agli Istituti professionali del Piemonte in ordine al rilascio della qualifica triennale regionale in regime di sussidiarietà integrativa e complementare, ex art. 2, comma 3, del D.P.R. n. 87 del 15/03/2010, per l’a.s. 2016/17.
    Norme sull'Obbligo di Istruzione
    Figure nazionali e profili regionali dell'Obbligo di Istruzione
    Integrazioni e aggiornamenti del Repertorio

    Accordo in Conferenza Stato-Regioni del 19 gennaio 2012 riguardante l'integrazione del Repertorio delle figure professionali di riferimento nazionale, approvato con l’Accordo in Conferenza Stato-Regioni del 27 luglio 2011.

    • d.d. n. 90 del 24/02/2012
    • ALLEGATO 1 - Operatore del benessere
    • ALLEGATO 2 - Operatore del mare e delle acque interne
    • ALLEGATO 3 - Correlazione tra aree formative dell’ordinamento IFP ed insegnamenti e classi di concorso del’ordinamento di IP – Operatore del benessere
    • ALLEGATO 4 - Correlazione tra aree formative dell’ordinamento di IFP ed insegnamenti e classi di concorso dell’ordinamento di IP – Operatore del mare e delle acque interne
    Classificazione delle competenze di base dell'Obbligo di Istruzione
    • d.d. n. 194 del 16 Aprile 2012 Approvazione dei nuovi modelli di attestati – d.g.r. n. 36 – 2896 del 14 novembre 2011
    • d.d. n. 194 del 16 Aprile 2012 completa degli allegati contenenti:
      Qualifica professionale e allegato con relative note di compilazione (allegato A)
      Diploma professionale e allegato con relative note di compilazione (allegato B)
      Attestato di competenze e relative note di compilazione (allegato C)
      Certificato delle competenze di base (allegato D)
      Linee guida per la certificazione delle competenze di base relative all’assolvimento dell’obbligo di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) (allegato D)
    • Determinazione n. 659 del 15-11-2010
    • D.M. n. 9 del 27/01/2010