Regione Piemonte - Formazione Professionale

In questa pagina:


archivio news

Corsi di formazione obbligatori per chi esercita attività di tatuaggio, piercing e trucco permanente: a chi rivolgersi

immagine 19 settembre 2016 – Tatuaggi, piercing e trucco permanente devono essere eseguiti da operatori adeguatamente formati anche dal punto di vista sanitario: lo stabilisce la nuova Disciplina della Regione Piemonte approvata lo scorso 29 luglio 2016.

Leggi tutto

La formazione, finalizzata ad acquisire adeguate conoscenze sotto i profili igienico-sanitari e di prevenzione, diviene obbligatoria sia per chi già esegue prestazioni di tatuaggio, piercing e trucco permanente,in via esclusiva o complementari ad altre attività, sia per chi intende avviare tali attività.

Il percorso formativo non è obbligatorio soltanto per chi effettua esclusivamente la foratura del lobo dell’orecchio (anche come prestazione complementare alle attività di farmacia, parafarmacia e di vendita di monili o di oggetti preziosi) e non abilita ad effettuare attività di piercing su parti anatomiche la cui funzionalità potrebbe essere compromessa (es. lingua, genitali, mammelle).

I corsi di formazione sono erogati dalle agenzie formative accreditate della Regione Piemonte. Per consultare l’offerta è possibile

  Leggi la nota esplicativa

Leggi la Disciplina regionale dei corsi di formazione sui rischi sanitari delle attività di tatuaggio, piercing e trucco permanente

Gli Stati generali della formazione agroalimentare

immagine19 settembre 2016 - Si svolgeranno il 23 settembre a Torino, nell’ambito del Salone del Gusto e Terra Madre, al Teatro Don Bosco, a partire dalle 14: istituti agrari, università, fondazioni ITS, forze produttive e istituzioni sono chiamati a confronto sui modelli formativi per promuovere un’agricoltura di qualità.

Leggi tutto

Sono previsti, tra gli altri, gli interventi dei ministri all’Istruzione, Università, Ricerca, Stefania Giannini, e alle Politiche agricole, Maurizio Martina; per le imprese, Oscar Farinetti (fondatore di Eataly), Luca Virgilio (direttore comunicazione in Barilla), Mauro Sammartino (gestione personale Nova Coop), Giuseppe Carino (Costa Crociere), Roberto Moncalvo (presidente Coldiretti) oltre a Carlo Petrini (presidente Slow Food).

Leggi il programma

Tutti i corsi ITS: un’ampia scelta per nuove professioni

immagine16 settembre 2016 - Sono ancora aperte le iscrizioni ai nuovi corsi degli Istituti Tecnici superiori del Piemonte, pronti a formare nuovi tecnici superiori di eccellenza, a un passo dal mondo del lavoro.
Per saperne di più

Scuola – lavoro: la strategia piemontese per l’alternanza

immagine 14 giugno - La Regione Piemonte chiederà la defiscalizzazione del tutor aziendale per le imprese che accolgono studenti in percorsi di alternanza scuola-lavoro: in un emendamento alla prossima legge di stabilità si chiederà al Governo di esonerare le aziende dal versamento dei contributi previdenziali nei confronti dei lavoratori che svolgono la funzione di tutor degli allievi in formazione.

Leggi tutto

È questa la proposta avanzata da Regione ed Ufficio scolastico regionale, emersa durante un recente incontro con diversi attori e istituzioni del territorio.
La Legge "La Buona Scuola" prevede che gli studenti delle scuole superiori effettuino negli ultimi tre anni almeno 400 ore di alternanza, nel caso degli istituti tecnici e professionali, e 200 in quello dei licei. A regime, le ragazze e i ragazzi piemontesi coinvolti in questi percorsi saranno 96.196. A questi numeri, vanno poi aggiunti i circa 13.700 giovani che frequentano percorsi finalizzati all’acquisizione di una qualifica o diploma professionale. Tra istruzione secondaria superiore e formazione professionale, l’alternanza in Piemonte interesserà quindi oltre 100 mila studenti ogni anno.

Esperti del mondo del lavoro: approvato l'aggiornamento dell'elenco

immagine19 maggio 2016 - E’ stato approvato l'elenco dei candidati risultati idonei per l'inserimento nell'elenco degli esperti del mondo del lavoro per le commissioni esaminatrici della formazione professionale. L'apertura di ulteriori sportelli sarà tempestivamente comunicata. L’elenco dei candidati idonei è pubblicato sul Bollettino ufficiale n. 20 del 19 maggio 2016

FSE: I partecipanti ad operazioni finanziate dal Fondo hanno l'obbligo di comunicare i dati della propria condizione familiare

foto21 marzo 2016 - La direttiva comunitaria Regolamento (UE) 1304/2013, impone che tutti i partecipanti ad operazioni finanziate con il Fondo Sociale Europeo comunichino una serie di dati relativi alla propria condizione familiare. Agli operatori è richiesto di raccoglierli nella fase di avvio dei progetti e inserirli nella piattaforma del sistema informativo della Regione Piemonte.

Leggi tutto

Per disposizione della normativa europea, sovraordinata rispetto alle leggi nazionali, tali dati non si configurano più come "sensibili" ma come "di carattere personale", quindi possono essere rilevati mediante dichiarazione in forma semplice e non necessitano di liberatoria.
Informativa agli operatori