Regione Piemonte - Formazione Professionale

In questa pagina:



Riconoscimento corsi

E' il provvedimento con il quale la Regione Piemonte e la Città Metropolitana di Torino autorizzano i corsi di formazione non finanziati da Direttive regionali che erogano fondi pubblici.

Direttiva regionale corsi riconosciuti ex Legge Regionale 63/95

Linee guida tecniche sulla presentazione e gestione delle attività formative (ex legge regionale 63/95 art. 14)

Leggi di più

Il riconoscimento dei corsi trova fondamento normativo nell'articolo 14 della Legge regionale n. 63/1995 . L'articolo 9 attribuiva alle Province la competenza del procedimento di riconoscimento, della vigilanza sui corsi, dell'istituzione delle commissioni d'esame e del rilascio degli attestati, mentre l'articolo 11 (lettere a, b, c, d) definiva gli enti di formazione titolati a presentare istanza di riconoscimento.

Con la Legge regionale 23/2015 sul Riordino delle funzioni amministrative conferite alle Province, in attuazione della legge 7 aprile 2014 n. 56, la Regione Piemonte ha avocato a sé le competenze in materia di formazione professionale, facendo proprio anche il procedimento del riconoscimento corsi. E' esclusa la Città metropolitana di Torino, cui compete ancora il procedimento in questione.

Con la Delibera di giunta regionale 20-4576 del 16 gennaio 2017, è stata approvata la Direttiva regionale per l'autorizzazione dei Corsi Riconosciuti ai sensi dell'articolo 14 legge regionale 14 aprile 1995, n. 63 e, a breve, saranno pubblicate le Linee Guida per la gestione dei corsi e l'avvio della modalità a Catalogo già prevista nella succitata delibera 20-4576

Soggetti proponenti

Sono titolati a presentare domanda di riconoscimento le Agenzie formative, così come sono definite dall'art. 11 della Legge regionale n. 63/1995 , accreditate per la formazione o per il riconoscimento, e gli Istituti professionali di Stato, relativamente all'offerta formativa sussidiaria.

Corsi riconoscibili

Sono oggetto di riconoscimento esclusivamente le proposte di corsi coerenti con gli standard formativi di erogazione e di certificazione della Regione Piemonte ovvero i percorsi volti all'acquisizione di:

  • qualifica e specializzazione standard presenti nel repertorio pubblico regionale
  • idoneità e abilitazione professionale standard
  • percorsi di idoneità, abilitazione o frequenza e profitto regolamentati da norme di settore
  • percorsi regolamentati di aggiornamento periodico, se il riconoscimento è previsto dalla disciplina di settore
  • percorsi volti alla validazione di una o più competenze presenti nel repertorio regionale, esclusivamente se non riferiti a professioni normate e se finanziati da fonti pubbliche o private, pertanto non a carico degli iscritti
  • percorsi modulari standard presenti nel repertorio regionale volti al raggiungimento di una qualifica

Non sono riconoscibili i percorsi derivanti dall'uso parziale di un profilo, se riferito a una professione normata, salvo nei casi in cui i percorsi siano rivolti a soggetti già in possesso della certificazione di quel profilo.

Periodo transitorio

I Soggetti proponenti presentano le istanze di riconoscimento, redatte mediante apposita procedura informatica proposta corsi riconosciuti
alle sedi decentrate della Regione.

  • A seguito del ricevimento della e-mail di avvenuta protocollazione dell'istanza da parte del funzionario preposto, il Soggetto proponente potrà associare e trasmettere il progetto (o i progetti);
  • il Soggetto dovrà comunicare tramite e-mail al funzionario regionale della sede decentrata l'avvenuta trasmissione;
  • a seguito dell'avvenuta trasmissione dei progetti didattici, verrà comunicato al Soggetto l'avvio del procedimento, che dovrà concludersi entro 60 giorni dall'invio della domanda completa;
  • la comunicazione della conclusione del procedimento sarà effettuata tramite e-mail dal funzionario regionale preposto, mediante l'invio della determinazione di autorizzazione e il relativo allegato A.

Realizzazione dei corsi riconosciuti

Ottenuto il provvedimento di riconoscimento e prima dell'avvio dei corsi, i Soggetti proponenti dovranno richiedere agli Uffici territoriali preposti, la vidimazione dei registri, secondo le modalità e le tempistiche definite nella sezione Modelli di registro e schede stage.
Dovranno inoltre comunicare, mediante l'applicativo di Sistema Piemonte
Gestione allievi e corsi i seguenti dati:

  • data di inizio e fine corso
  • calendario e orario di svolgimento delle lezioni
  • elenco degli allievi iscritti in possesso dei requisiti previsti dal corso
  • elenco degli insegnanti in possesso dei requisiti previsti dal corso

Modulistica

Scarica la scheda corso, da inviare con l'istanza di riconoscimento per ogni singolo corso di cui si chiede il riconoscimento.

Formazione operatori su corsi a catalogo

Contatti

Referenti regionali:
Antonella Bertarello
tel. 011 4320907 – 011 4324816 – 0161 268707 – 334 6483754
antonella.bertarello@regione.piemonte.it
Patrizia Schifino tel. 015 8551533 - 011 4320533
patrizia.schifino@regione.piemonte.it