Versioni alternative:

Stampa

Secondo quanto previsto dall'articolo 18 del Regolamento forestale i periodi di taglio nei boschi cedui e a governo misto, oltre che nei robinieti e castagneti (indipendentemente dalla loro forma di governo), sono così definiti:

Fino a 600 metri s.l.m Dal 1° ottobre al 15 aprile
Fra 600 e 1.000 metri s.l.m Dal 15 settembre al 30 aprile
Oltre 1.000 metri s.l.m. Dal 1° settembre al 31 maggio

 

I tagli a carico di matricine e riserve possono essere eseguiti solo contemporaneamente al taglio del ceduo.

Le operazioni di concentramento devono essere portate a termine nei trenta giorni (novanta giorni oltre 1.000 metri di quota) successivi alla scadenza dei periodi consentiti per il taglio; le operazioni di esbosco possono essere eseguite tutto l’anno.

Il taglio della componente a fustaia del governo misto deve essere eseguito contemporaneamente al taglio della componente a ceduo.

Sono invece consentiti tutto l’anno:

  • interventi in fustaia;
  • tagli intercalari in tutti i boschi (compresi ripuliture e sfolli);
  • tagli di avviamento a fustaia;
  • interventi di ripristino dei boschi danneggiati o distrutti (art. 41 del regolamento);
  • abbattimento e sgombero di piante morte o schiantate da eventi atmosferici.

 

Art. 18. Epoche di intervento

  1. I tagli nei boschi cedui, nei robinieti e nei castagneti, sono consentiti nei seguenti periodi:
    1. dal 1° ottobre al 15 aprile per quote fino a 600 metri s.l.m.;
    2. dal 15 settembre al 30 aprile per quote fra gli 600 ed i 1.000 metri s.l.m.;
    3. dal 1° settembre al 31 maggio per quote superiori ai 1.000 metri s.l.m.

  2. I tagli a carico di matricine e riserve possono essere eseguiti solo contemporaneamente al taglio del ceduo.
  1. bis. Il taglio della componente a fustaia del governo misto deve essere eseguito contemporaneamente al taglio della componente a ceduo.

  2. Le operazioni di concentramento nei tagli di cui ai comma 1 devono essere portate a termine nei trenta giorni successivi alla scadenza dei periodi consentiti per il taglio, le operazioni di esbosco possono essere eseguite tutto l’anno. Oltre 1.000 metri di quota il termine per il concentramento è esteso a novanta giorni.

  3. La competente struttura regionale può anticipare le date di apertura e posticipare le date di chiusura dei tagli di cui al comma 1 fino a un massimo di quindici giorni, eventualmente solo per determinate categorie forestali o aree geografiche.

  4. Sono consentiti tutto l’anno:
    1. interventi in fustaia;
    2. tagli intercalari in tutti i boschi;
    3. tagli di avviamento a fustaia;
    4. interventi di ripristino dei boschi danneggiati o distrutti di cui all'articolo 41;
    5. ripuliture e sfolli;
    6. abbattimento e sgombero di piante morte o schiantate da eventi atmosferici.

 

Per ulteriori informazioni:
Settore Foreste
C.so Stati Uniti, 21 – 10128 Torino
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.