Versioni alternative:
Stampa

La forma di governo indica il modo in cui un bosco si rinnova. Si chiama ceduo (42% della superficie forestale regionale) il bosco formato principalmente da piante nate da ceppaia, forma di rinnovazione possibile solo per i popolamenti di latifoglie.

È detto fustaia (25% della superficie forestale regionale) il bosco in cui sono presenti per lo più piante nate da seme e/o piante affrancate, ed è caratteristico sia delle latifoglie sia delle conifere. Sono assimilati alle fustaie i cedui i cui polloni abbiano superato i 40 anni, con l’eccezione dei cedui di castagno, robinia, carpino, salice, pioppo e ontano.

L'espressione governo misto (33% della superficie forestale regionale) indica una coesistenza di due differenti tipi di governo del bosco, il ceduo nel piano dominato e la fustaia in quello dominante, e non si riferisce ad una compresenza di più specie. Il governo misto può interessare sia popolamenti unicamente di latifoglie, sia popolamenti misti di latifoglie e conifere, nei quali le conifere rappresentano la componente a fustaia.

 

La copertura e le forme di governo

Ceduo Copertura delle chiome delle piante nate da seme o affrancate < 25%
Fustaia Copertura delle chiome delle piante nate da seme o affrancate > 75%
Governo misto Copertura delle chiome delle piante nate da seme o affrancate > 25% e < 75%

La copertura, utile a capire se la vegetazione presente costituisce un bosco, è la proiezione della chioma a terra, con il sole a mezzogiorno (ombra delle foglie sul terreno). In mancanza delle foglie si può stimare guardando la distribuzione dei rami degli alberi contro il cielo. La copertura serve anche per classificare il bosco nelle diverse forme di governo in base alla percentuale della componente a fustaia.

Guarda il video "La copertura forestale - Cos'è e a cosa serve"

 

Nel 2016, in applicazione del regolamento forestale, è stato elaborato il documento Metodologie per valutare la copertura forestale in applicazione del Regolamento forestale regionale pdf p (allegato 1 pdf p e allegato 2pdf p).
I diversi metodi proposti sono quelli ordinariamente applicabili e capaci di dare un grado di precisione adeguato nelle attività selvicolturali, tenuto conto anche dell’onere dei rilievi. In particolare il metodo tabellare può essere adottato nella generalità dei casi, con le verifiche indicate.

Prescrizioni

In relazione alla forma di governo del bosco è necessario seguire le diverse prescrizioni di seguito riassunte.

Ceduo

 Categoria   Turno (anni)  Copertura minima
da rilasciare
Epoche d'intervento
minimo massimo Taglio Concentramento
ed esbosco
Faggete, Querceti,
Acero-tiglio-frassineti
20 40 20% Faggete,
10% altre categorie

Fino a 600 metri dal 1° ottobre al 15 aprile

Tra 600 e 1.000 metri dal 15 settembre al 30 aprile

Oltre 1.000 metri
dal 1° settembre al 31 maggio

Concentramento
nei 30 giorni successivi
alla scadenza delle epoche di taglio (90 giorni per i boschi oltre 1.000 metri)


Esbosco
tutto l’anno

Carpineti, Ostrieti 20 Non previsto 10%
Boscaglie, Arbusti 15 40 10%
Alneti 10 Non previsto 10%
Formazioni legnose
riparie
6 Non previsto 10% Per tutte le categorie forestali, in rete Natura 2000, Aree Protette e aree di pertinenza di corpi idrici, gli interventi sono sospesi:

• dal 1° aprile al 15 giugno fino a 1.000 metri

• dal 1° maggio al 15 luglio oltre 1.000 metri
Robinieti,
Castagneti
10 Non previsto

fino al 25% di specie diverse;

se la loro copertura è inferiore al 10% occorre raggiungere il 10% con robinie o castagni a gruppi

 Tutte Nei tagli intercalari
copertura minima del 50%
Sempre,
salvo eccezioni sopra indicate 
      Nei siti della rete Natura 2000 e nelle Aree Protette, per i cedui delle categorie costituenti habitat d’interesse comunitario, per Robinieti e Castagneti la copertura minima da rilasciare è il 25%

 

Fustaia

    Età minima per i tagli di maturità (fustaie uniformi)
70 anni per i boschi ubicati a quote inferiori a 1.000 metri,
ridotti a 15 anni nel caso di saliceti e pioppeti ripari
90 anni tra 1.000 e 1.500 metri
120 anni oltre 1.500 metri

 

Epoche d’intervento (taglio, concentramento ed esbosco)
    Sempre, salvo in rete Natura 2000, Aree Protette e aree di pertinenza di corpi idrici

 

Superficie d'intervento e prelievo
Tagli intercalari per fustaie uniformi
Nessun limite di superficie; rilascio copertura minima non inferiore al 50%
Tagli di maturità per fustaie
  Tagli a buche, striscie, fessure  Nessun limite di superficie

 Estensione massima percorribile pari al 30% del popolamento

 Dimensione massima della singola buca pari a 3.000 m2

  Tagli successivi  Superficie massima di 10 ettari

 A fine intervento le provvigioni minime da rilasciare per ettaro sono:
   – 100 m3 per Faggete e Acero-tiglio-frassineti
   – 120 m3 per Abetine e Peccete
   – 90 m3 per Pinete
   – 80 m3 per altre categorie

 Per fustaie irregolari
Taglio a scelta colturale  Nessun limite di superficie

 Se per gruppi, la dimensione del gruppo non deve superare 1.000 m2

 Rilascio provvigione minima di 90 m3/ha per tutte le categorie; il taglio non può superare il 40% della provvigione

 Periodo di curazione (intervallo tra 2 tagli) minimo di 10 anni

 Non si applicano concetti di turno e di età

 

Governo misto

Norme per il governo misto
Età del popolamento  Turno minimo e massimo come per il ceduo

 Per la fustaia si seguono gli articoli relativi; ordinariamente si prevede il taglio a scelta colturale, con periodo di curazione pari al turno del ceduo

Epoche d'intervento  Si applicano le epoche del ceduo, compresa la sospensione degli interventi in rete Natura 2000, Aree Protette e aree di pertinenza di corpi idrici.

Quindi, le epoche di taglio sono:
   – 1° ottobre - 15 aprile fino a 600 metri
   – 15 settembre - 30 aprile fra 600 e 1.000 metri
   – 1° settembre - 31 maggio oltre 1.000 metri

Il concentramento è eseguito entro i 30 giorni successivi alla scadenza delle epoche di taglio (90 giorni, oltre 1.000 metri); l'esbosco tutto l'anno

 La componente a fustaia dev'essere tagliata contemporaneamente al ceduo

Prelievo Rilascio minimo del 40% di copertura complessiva tra riserve della fustaia ed eventuali matricine del ceduo, articolate su tre o più classi di diametro/età

 

Per approfondire consulta gli opuscoli:

 

Per ulteriori informazioni:
Settore Foreste
C.so Stati Uniti, 21 – 10128 Torino
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.