Versioni alternative:

Stampa

Rilascio tesserini ed esami

trifulauPer praticare la ricerca e la raccolta del tartufo occorre essere muniti di apposito tesserino di idoneità. Il rilascio del tesserino avverrà sulla base di un esame durante il quale il richiedente dovrà dimostrare alla Commissione competente la propria idoneità con la conoscenza, in particolare, delle norme nazionali e regionali che regolano la ricerca, la raccolta e il commercio dei tartufi freschi. L'età minima dei candidati non deve essere inferiore ai 14 anni. Le competenze in materia di rilascio e rinnovo annuale dei tesserini sono attribuite alle Amministrazioni Provinciali, le quali definiscono anche annualmente il calendario degli esami.

Pagamento tassa annuale

Per effettuare l'attività di ricerca è inoltre necessario versare una tassa annuale di euro 140,00. È possibile eseguire il pagamento con un bollettino postale compilato a cura dell'utente stesso sul Conto Corrente numero 15470107 intestato a "Tesoreria Regione Piemonte Tassa raccolta tartufi", causale: Tassa Raccolta Tartufi anno ______. Secondo le medesime indicazioni è anche possibile effettuare un bonifico bancario sul conto corrente IBAN: IT07F0760101000000015470107 (BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX).

L'art. 13 comma 8 della legge regionale 16/2008 stabilisce sanzioni pecuniarie per le violazioni delle norme in materia di ricerca, raccolta, lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei tartufi.
L'art. 10, comma 2 della stessa legge stabilisce il termine per il versamento della tassa di concessione per l'anno solare di riferimento.

 

Calendario per la raccolta

Con D.G.R. 31 maggio 2013 n. 2-5833 è stato approvato il calendario per la raccolta dei tartufi in attuazione dell'art. 11 della legge regionale 16/2008, valido a partire dal 1° giugno 2013.

La raccolta è comunque vietata per tutte le specie di tartufo nei periodi:

  • dal 1 maggio al 31 maggio
  • dal 1 settembre al 20 settembre
 
Specie/varietà Nome comune
Periodi
Tuber magnatum Pico tartufo bianco o bianco del Piemonte
o di Alba o di Acqualagna
21 settembre - 31 gennaio
Tuber melanosporum Vittad. tartufo nero pregiato 1 dicembre - 15 marzo
Tuber brumale var. moschatum De Ferry tartufo moscato 15 dicembre - 15 marzo
Tuber aestivum Vittad. tartufo d'estate o scorzone 1 giugno – 31 agosto
21 settembre – 30 novembre
Tuber uncinatum Chatin tartufo uncinato o tartufo nero 21 settembre - 31 dicembre
Tuber brumale Vittad. tartufo nero d'inverno o trifola nera 15 dicembre - 15 marzo
Tuber albidum Pico o Tuber borchii Vittad. bianchetto o marzuolo 15 gennaio - 30 aprile
Tuber macrosporum Vittad. tartufo nero liscio

21 settembre - 31 dicembre

Tuber mesentericum Vittad. tartufo nero ordinario o di Bagnoli 21 settembre - 31 gennaio

 

Tartufaie controllate e coltivate

caniLe disposizioni attuative della l.r. 16/2008 stabiliscono le modalità di riconoscimento o rinnovo delle tartufaie controllate e coltivate. Le competenze in materia di riconoscimento di tartufaie controllate (naturali) e coltivate (impianti ex novo), dal 1 gennaio 2003 sono attribuite alle Amministrazioni Provinciali.

La domanda di riconoscimento o rinnovo deve essere redatta secondo lo schema di cui all'allegato E delle disposizioni e deve essere presentata alla provincia territorialmente competente dalla persona fisica o dal legale rappresentante della persona giuridica che conduce a titolo di proprietà, affitto, comodato o usufrutto il terreno destinato a tartufaia. L'art. 5 delle disposizioni attuative indica la documentazione da allegare alla domanda di riconoscimento o di rinnovo. Una volta ricevuta la domanda, la provincia territorialmente competente effettua l'istruttoria e, in caso di esito positivo, entro 90 giorni dal ricevimento della domanda rilascia l'attestazione di riconoscimento della tartufaia, che ha validità quinquennale ed è rinnovabile.

Le prescrizioni tecniche cui attenersi per lo svolgimento delle operazioni di miglioramento delle tartufaie esistenti e per la costituzione di nuove tartufaie sono contenute rispettivamente nell'allegato F  e nell'allegato G  delle disposizioni attuative; l'allegato H  costituisce il modello per la delimitazione delle tartufaie riconosciute.

Indirizzi degli uffici delle Amministrazioni Provinciali competenti

Il presente elenco potrebbe non essere aggiornato per cause indipendenti dall'Amministrazione Regionale: per qualsiasi problema, segnalazione o richiesta è possibile contattare l'ufficio competente tramite l'indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Provincia di Alessandria
Via Galimberti, 2/A
15121 - Alessandria
Referente: Antonella Armando - Tel. 0131.304562
Sito web per approfondimenti

Provincia di Asti
Servizio caccia, pesca e antisofisticazioni vitivinicole
Piazza Alfieri, 33
14100 - Asti
Referente: Maurizio Rota - Tel. 0141.433.286
Sito web per approfondimenti

Provincia di Biella
Via Quintino Sella, 12
13900 - Biella
Tel 015.84.80611

Provincia di Cuneo
Ufficio caccia, pesca e parchi
Corso Nizza, 21
12100 - Cuneo
Referente: Pier Carlo Bignami - Tel. 0171.445315
Sito web per approfondimenti

Provincia di Novara
Piazza Matteotti, 1
28100 - Novara
Tel. 0321.3781

Città Metropolitana di Torino
Servizio tutela della fauna e della flora
Corso Inghilterra, 7
10138 - Torino
Referente: Aldo Fontana - Tel. 011.861.6941
Sito web per approfondimenti

Provincia del Verbano-Cusio-Ossola
Via dell'Industria, 25
28924 - Verbania
Tel. 0323.49.50.11

Provincia di Vercelli
Via San Cristoforo, 7
13100 - Vercelli
Tel. 0161.59.01

 

 

Per ulteriori informazioni:
Settore Foreste
Flavia Righi - tel. +39.011-432.5951
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
C.so Stati Uniti, 21 – 10128 Torino