Comunicazione Fondi strutturali 2007-2013 in Piemonte


Home › Fondi Strutturali 2007-2013 › FEASR Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale

Fondi strutturali 2007-2013

FEASR Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale

La Commissione ha istituito, con Regolamento (CE) n. 1290/2005, un nuovo quadro giuridico per il finanziamento della politica agricola comune PAC che prevede due nuovi fondi: un Fondo europeo agricolo di garanzia (FEAGA) e un Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

Per il periodo 2007-2013 un accento particolare è posto sul secondo pilastro della politica agricola comune: lo sviluppo rurale, inserito in un quadro finanziario e di programmazione unico per garantire un maggior grado di coerenza, trasparenza e visibilità.

Il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio, del 20 settembre 2005, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del FEASR, stabilisce le norme generali per il sostegno comunitario e definisce gli obiettivi della politica di sviluppo rurale e il quadro in cui essa si inserisce.

Il nuovo regolamento prevede una serie di novità rispetto alla precedente programmazione, tra cui:

  • istituzione di un fondo apposito per il finanziamento dello sviluppo rurale Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale FEASR
  • adozione di orientamenti strategici comunitari OSC e di un piano strategico nazionale PSN preliminari ai piani di sviluppo rurale PSR
  • individuazione di tre obiettivi prioritari
  • revisione del set di misure raggruppate in tre assi
  • inclusione di LEADER nei nuovi programmi di sviluppo rurale

Il FEASR contribuirà alla realizzazione dei tre obiettivi prioritari corrispondenti ai tre assi di sviluppo rurale definiti a livello comunitario:

  • migliorare la competitività dell'agricoltura e della silvicoltura sostenendo la ristrutturazione;
  • migliorare l'ambiente e lo spazio rurale sostenendo la gestione del territorio;
  • migliorare la qualità della vita nelle zone rurali e promuovere la diversificazione delle attività economiche.

Il Fondo contribuisce all'azione comunitaria a favore delle regioni meno sviluppate secondo l’obiettivo Convergenza. Fornisce inoltre un'assistenza complementare alle azioni nazionali, regionali e locali per la realizzazione delle priorità comunitarie. La Commissione e gli Stati membri devono vigilare sul rispetto del principio di coerenza dell'assistenza dei fondi e di quella degli Stati membri con le azioni, le politiche e le priorità della Commissione nonché con le misure finanziate nell'ambito del Fondo europeo agricolo di garanzia (FEAGA).

Per maggiori informazioni