Print

Adozione della Carta delle forme associative del Piemonte - Quarto stralcio

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 14-2551 del 9.12.2015 pubblicata sul Supplemento ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 51 del 24.12.2015, ha adottato la Carta delle forme associative del Piemonte – quarto stralcio, ai sensi dell’art. 8, comma 8, della L.R. 28/9/2012, n. 11, procedendo all’inserimento delle Unioni di cui agli elenchi allegati sub A) e sub B) nell’ambito della Carta.

E' stata attestata la rispondenza delle Unioni in argomento ai requisiti di aggregazione richiesti dalle Leggi regionali n. 11 del 28/9/2012 e n. 3 del 14/3/2014.

E' stato altresì accordato alle Unioni che non hanno ottemperato alle condizioni poste con la DGR n. 13-1179 del 10/3/2015, un ulteriore termine di 60 giorni per uniformarsi alle condizioni richieste; in caso contrario l’Unione sarà automaticamente estromessa dalla Carta.

Con il provvedimento si dà atto che si è modificata la composizione di alcune Unioni già inserite nei precedenti stralci della Carta e che la nuova composizione delle stesse è quella identificata nella tabella costituente allegato sub C); l'allegato sub D) riporta la ricognizione di tutte le Unioni che, allo stato attuale, fanno parte della Carta, la quale potrà essere delineata attraverso l’approvazione di successivi provvedimenti della Giunta regionale adottati nel rispetto delle leggi nazionali e regionali richiamate, che ne costituiscono stralcio, e sarà rinnovata nella sua interezza con cadenza almeno triennale, come stabilito dall’art. 9 della L.R. 11/2012.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l’Assessorato al Bilancio, Finanze, Programmazione economico-finaziaria, Patrimonio, Affari legali e contenzioso, Rapporti con C.R., Enti locali, Opere post-olimpiche– Direzione Affari Istituzionali e Avvocatura della Regione Piemonte.