Regione Piemonte

In questa pagina:



Limiti massimi di costo e di reddito

L’art. 20 della legge 457/78 (Norme sull’edilizia residenziale) fissava,  per la prima volta, i limiti di reddito per l'accesso ai mutui agevolati e relativi tassi d’interesse da destinare all'acquisto, alla costruzione, all'ampliamento o  al  riattamento  di  un'abitazione  e  quelli per l'assegnazione  di  un'abitazione  fruente  di  mutuo agevolato sia per gli assegnatari di abitazioni costruite da enti pubblici e destinate  ad  essere cedute in proprietà; per i soci di cooperative edilizie divise o indivise o loro consorzi; per gli acquirenti di  abitazioni realizzate da imprese di costruzione o loro consorzi e per i privati che per gli  assegnatari  di abitazioni costruite da Comuni o da istituti  autonomi  per le case popolari, destinate ad essere date in locazione.

Il Decreto n. 112 del 31 marzo 1998 conferiva in capo alle Regioni la fissazione dei criteri d’assegnazione degli alloggi fruenti di contribuzione pubblica nonché la determinazione dei relativi canoni. A partire dal 2001 la Regione ha quindi stabilito l’aggiornamento annuale dei limiti di reddito per accedere a qualsiasi tipologia d’intervento in cui vi sia un intervento finanziario regionale (programma, casa, contratti di quartiere, VIII programma di edilizia agevolata, etc)

L’art. 4 lettera g) della legge 457/78 attribuisce alle Regioni il compito di fissare i costi massimi ammissibili per gli interventi di edilizia residenziale pubblica.
Il Ministero dei Lavori pubblici con Decreto del 5 agosto 1994 (pubblicato sulla G.U. n. 194 del 20 agosto 1994) ha determinato i massimali di costo sia per l’edilizia sovvenzionata che agevolata, apportando degli elementi innovativi ed all’art. 7 demanda alle Regioni i l compito di articolare e graduare l’applicazione dei massimali di costo, tenuto conto delle condizioni locali.

Dal 1995 la Regione Piemonte ha emanato proprio atti amministrativi al fine di stabilire i massimali di costo di interventi edilizi relativi a tutte le tipologie di intervento (nuova costruzione, recupero primario e secondario e manutenzione straordinaria) e in base ai vari tipi di programmi (piano nazionale, programma casa, edilizia sovvenzionata ed agevolata)

 

Informazioni

Settore Edilizia sociale
Via Lagrange, 24 - 10123 Torino

Funzionario responsabile per limiti di reddito:
Giorgio Provera: 011/4323583
Funzionario responsabile per massimali di costo:
Mario Mana: 011/4324799