Regione Piemonte

In questa pagina:



Eliminazione barriere architettoniche

A gennaio 1989 fu istituita la legge 13 che prevedeva un fondo per il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati. A giugno dello stesso anno il Ministero dei lavori pubblici emanò il Decreto n. 236 in cui specificava le prescrizioni tecniche necessarie e la circolare esplicativa n. 1669/U.L.

I contributi

per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati sono a fondo perduto e sono concessi ai privati cittadini, residenti in Piemonte. Le opere da eseguire devono eliminare ostacoli alla mobilità del disabile (non sono contemplate le ristrutturazioni edilizie e la costruzione ex novo di ambienti).

Destinatari:

Persone con disabilità e soggetti che hanno a carico i disabili.

Tipologia degli interventi finanziabili

riguardano a) l’accesso all’immobile o alla singola unità immobiliare e/o b) la fruibilità e la visibilità dell’alloggio.

Criteri e modalità per l'assegnazione dei contributi regionali

per interventi di eliminazione e superamento delle barriere architettoniche sono stati stabiliti sono stati fissati con la Dgr n. 25−10730 del febbraio 2009.

Finanziamenti:

Il contributo, in conto capitale, è erogato ai Comuni sulla base della GRADUATORIA (Ŕ stata pubblicata la seconda parziale modifica della graduatoria definitiva del 2010) predisposta dalla Regione Piemonte. (vedi anche alla voce Graduatorie)

Procedura:

La domanda di contributo può essere presentata in qualsiasi giorno dell’anno. La domanda deve essere presentata al Comune di residenza e ubicazione dell'immobile oggetto dell'intervento/i, con allegata documentazione.

I Comuni, verificata l'ammissibilità delle domande, trasmettono entro il 31 marzo il fabbisogno comunale al Settore regionale Attuazione degli Interventi di Edilizia sociale.

Si rende noto che per gli anni 2012, 2013 e 2014 non Ŕ stata attivata la procedura per la formulazione della graduatoria regionale in applicazione della Legge n. 13/1989 s.m.i.

I Comuni devono provvedere all'istruttoria delle domande pervenute invieranno il proprio fabbisogno alla Regione Piemonte SOLO a seguito di futura comunicazione della medesima.

 

Informazioni:

Settore Edilizia sociale
Via Lagrange, 24 - 10123 Torino - tel 011/4321454.
Mail: contributi.legge13@regione.piemonte.it

Funzionario responsabile della Gestione e delle Procedure di stanziamento fondi:
Rag. Antonella Longo