Assistenza familiare

E’ possibile riconoscere la professionalità e le competenze delle assistenti familiari, le cosiddette “badanti”, favorendo il contrasto al lavoro sommerso e sostenendo l’inserimento regolare e la permanenza nel mondo del lavoro?
Da tempo la Regione lavora su questo tema delicato che coinvolge, anche a livello emotivo, le famiglie di persone anziane e/o non autosufficienti e che richiede grande attenzione da parte degli operatori, favorendo l’integrazione delle politiche di pari opportunità, lavoro, formazione professionale e politiche sociali.
L’Atto di indirizzo  per la realizzazione di un intervento a favore dell’Assistenza familiare apre la strada al proseguimento di un importante progetto intrapreso negli anni scorsi, che aveva portato alla creazione di un modello integrato per l’assistenza familiare in Piemonte, citato dall’ONU come buona prassi sulla rivista pdf UNECE Policy Brief on ageing (825 KB) .

Obiettivi

  • consolidare la rete di strutture pubbliche e private che operano nell’area dell’assistenza familiare
  • rivisitare e innovare il precedente modello regionale 
  • aumentare e qualificare i servizi di cura rivolti alle persone anziane
  • fornire soluzioni concrete alle esigenze delle assistenti familiari e delle famiglie
  • favorire meccanismi di emersione dal lavoro sommerso

Atto di indirizzo