Interventi di recupero delle sedi di culto

La sezione fornisce informazioni sulle principali procedure da seguire per i programmi annuali e pluriennali per l’erogazione dei contributi per opere di straordinaria manutenzione, di restauro e di risanamento conservativo, di ristrutturazione o ampliamento, di eliminazione totale o parziale delle barriere architettoniche di edifici di culto (art. 4 comma 3- L.R. 15/89) sulla base dei progetti presentati al Comune dai legali rappresentanti delle Confessioni religiose (i progetti finanziati dai Comuni con una quota dei proventi derivanti dagli oneri per opere di urbanizzazione secondaria, dovranno essere prioritariamente di recupero e ristrutturazione degli edifici a valenza storica, artistica e culturale).


Disposizioni regionali in materia di semplificazione

Con legge regionale 3/2015 “Disposizioni regionali in materia di semplificazione”, Artt. 57-63, sono state apportate alcune importanti modifiche alle leggi regionali 58/1978, 24/1980, 68/1980, 15/1989, 24/1990, 26/1998, 17/2003. Leggi tutto


Destinatari

Confessioni religiose, Comuni proprietari di edifici di culto.


Termine di presentazione delle domande

Domanda al Sindaco da parte dei legali rappresentanti delle Confessioni religiose entro il 31 ottobre di ogni anno; trasmissione delle domande da parte dei Comuni alla Regione Piemonte entro i 60 gg. successivi all'approvazione del bilancio comunale, corredate dalla documentazione prevista dalla legge, utilizzando OBBLIGATORIAMENTE la P.E.C. (posta elettronica certificata), pena esclusione (decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 luglio 2011 in materia di amministrazione digitale).

A seguito delle nuove disposizioni, I COMUNI DEVONO COMPILARE IL MODULO UNICO SECONDO LE MODALITA’ SOTTO INDICATE E INOLTRARLO VIA PEC al seguente indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , unitamente alla copia dell’atto comunale di assegnazione della quota di oneri di urbanizzazione secondaria e alla documentazione integrativa delle richieste di contributo.

Istruzioni per l’inoltro via P.E.C del MODULO UNICO:

  • scaricare il file dal sito senza modificarne il nome e salvarlo sul proprio computer;
  • compilare in formato elettronico il modulo;
  • salvare il file;
  • stampare il file;
  • firmare e timbrare (opzione valida solo se non si ha la firma digitale);
  • allegare copia documento d’identità valido (non necessario per il modulo inviato con firma digitale);
  • trasformare il file in pdf compilato firmato e timbrato;
  • inviare via P.E.C. all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Documentazione e modulistica a completamento della domanda di contributo

(Documentazione che le Confessioni Religiose devono presentare alle Amministrazioni Comunali)


Riferimenti legislativi
  • L.R. 7 marzo 1989 n. 15 - B.U. 15/3/1989 n. 11
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 12-6387 del 23/09/2013 (Linee di indirizzo per l'assegnazione di contributi)
  • Deliberazione della Giunta Regionale  n. 17-6775 del 28/11/2013  (Nuove disposizioni relative a presentazione dell'istanza, rendicontazione, liquidazione, controllo dei contributi concessi in materia di cultura, turismo, sport, politiche giovanili e approvazione del codice etico).


Rendiconto

I soggetti beneficiari di contributo regionale, ad eccezione delle Amministrazioni Comunali, devono presentare il RENDICONTO avvalendosi della seguente MODULISTICA:

Unitamente al suddetto modulo, dovrà essere altresì inviata la seguente documentazione:

  • documentazione fotografica;
  • relazione tecnica finale del responsabile dei lavori, indicante gli interventi effettivamente svolti ed i materiali impiegati;
  • documentazione in originale, fiscalmente valida, a giustificazione del contributo regionale, che dovrà risultare quietanzata in misura corrispondente alla quota dell'acconto liquidato.

Per le Amministrazioni Comunali (beneficiarie di contributo regionale) la rendicontazione da produrre è costituita da:

  • rendiconto in forma di un provvedimento amministrativo dell’organo competente che approva il quadro delle entrate e delle spese e lo dichiara attinente all’attività svolta e sostenuta dal contributo regionale. Il quadro delle spese deve contenere l’elenco dettagliato degli atti di liquidazione emessi e le relative causali per l’importo corrispondente al contributo regionale;
  • documentazione fotografica (prima e dopo i lavori effettuati);
  • relazione tecnica finale del responsabile dei lavori indicante gli interventi effettivamente svolti ed i materiali impiegati.

Informazioni e uffici di riferimento

Laura Giaccone
Tel. 011.4322455 - Fax 011.4324424
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.