Disposizioni regionali in materia di semplificazione

Con legge regionale 3/2015 “Disposizioni regionali in materia di semplificazione”, Artt. 57-63, sono state apportate alcune importanti modifiche alle leggi regionali 58/1978, 24/1980, 68/1980, 15/1989, 24/1990, 26/1998, 17/2003. Di seguito sono illustrati gli interventi più significativi:


Legge regionale 58/1978

L'art. 57 della legge regionale 3/2015 "Disposizioni regionali in materia di semplificazione" ha modificato l'art. 6 della legge regionale 58/1978 (Promozione della tutela e dello sviluppo delle attività e dei beni culturali) in relazione alle modalità di presentazione delle richieste di contributo.
La scadenza per l'invio delle richieste è stata soppressa ed è stato attribuito alla Giunta regionale il compito di provvedere al riguardo in via amministrativa, mediante deliberazione.
A partire dall'anno in corso spetterà quindi alla Giunta Regionale definire i termini di presentazione delle richieste di finanziamento.
Quando ciò avverrà, su queste pagine web saranno tempestivamente pubblicate le informazioni dettagliate sulle modalità ed i termini entro cui presentare le richieste di contributo ai sensi della l.r. 58/1978 per l'anno 2015.


Legge regionale 15/1989 (Interventi di recupero delle sedi di culto)

L'art. 60 della legge regionale 3/2015 "Disposizioni regionali in materia di semplificazione" ha modificato l'art. 6 della legge regionale 15 marzo 1989 (Individuazione negli strumenti urbanistici generali di aree destinate ad attrezzature religiose - Utilizzo da parte dei Comuni del fondo derivante dagli oneri di urbanizzazione e contributi regionali per gli interventi relativi agli edifici di culto e pertinenze funzionali all'esercizio del culto stesso), in relazione alle modalità di presentazione delle richieste di contributo per quanto riguarda l'inoltro da parte dei Comuni alla Regione Piemonte.
La scadenza per l'invio delle richieste da parte dei Comuni alla Regione è stata soppressa ed è stato attribuito alla Giunta regionale il compito di provvedere al riguardo in via amministrativa, mediante deliberazione.
A partire dall'anno in corso spetterà quindi alla Giunta Regionale definire i termini di presentazione di tali richieste di finanziamento.
Quando ciò avverrà, su queste pagine web saranno tempestivamente pubblicate le informazioni dettagliate sulle modalità ed i termini entro cui i comuni potranno inoltrare le richieste di contributo ai sensi della l.r. 15/89 per l'anno 2015.


Legge regionale 24/1990 (Società di Mutuo Soccorso)

L'art. 61 della legge regionale 3/2015 "Disposizioni regionali in materia di semplificazione" ha modificato l'art. 4 comma 1 della legge regionale 24/1990 (Tutela e promozione del patrimonio e dei valori storici, sociali e culturali delle Società di Mutuo Soccorso) in relazione alla tempistica entro cui presentare le richieste di contributo.
La scadenza per l'invio delle richieste è stata soppressa ed è stato attribuito alla Giunta regionale il compito di provvedere al riguardo in via amministrativa, mediante deliberazione.
A partire dall'anno in corso spetterà quindi alla Giunta Regionale definire i termini di presentazione delle richieste di finanziamento.
Quando ciò avverrà, su queste pagine web saranno tempestivamente pubblicate le informazioni dettagliate sulle modalità ed i termini entro cui presentare le richieste di contributo ai sensi della l.r. 24/1990 per l'anno 2015.


Legge regionale 26/1998 (Celebrazioni)

L'art. 62 della legge regionale 3/2015 "Disposizioni regionali in materia di semplificazione" ha modificato l'art. 4 comma 1 della legge regionale 26/1998 (Interventi regionali per le celebrazioni) in relazione alle modalità di presentazione delle richieste di contributo.
La scadenza per l'invio delle richieste è stata soppressa ed è stato attribuito alla Giunta regionale il compito di provvedere al riguardo in via amministrativa, mediante deliberazione.
A partire dall'anno in corso spetterà quindi alla Giunta Regionale definire i termini di presentazione delle richieste di finanziamento.
Quando ciò avverrà, su queste pagine web saranno tempestivamente pubblicate le informazioni dettagliate sulle modalità ed i termini entro cui presentare le richieste di contributo ai sensi della l.r. 26/1998 per l'anno 2015.


Legge regionale 17/2003 (Artisti di strada)

L'art. 63 della legge regionale 3/2015 "Disposizioni regionali in materia di semplificazione" ha modificato l'art. 6 della legge regionale 17/2003 (Valorizzazione delle espressioni artistiche in strada) in relazione alle modalità di presentazione delle richieste di contributo.
La scadenza per l'invio delle richieste è stata soppressa ed è stato attribuito alla Giunta regionale il compito di provvedere al riguardo in via amministrativa, mediante deliberazione.
A partire dall'anno in corso spetterà quindi alla Giunta Regionale definire i termini di presentazione delle richieste di finanziamento.
Quando ciò avverrà, su queste pagine web saranno tempestivamente pubblicate le informazioni dettagliate sulle modalità ed i termini entro cui presentare le richieste di contributo ai sensi della l.r. 17/2003 per l'anno 2015.