La minoranza linguistica francoprovenzale

Il francoprovenzale è una lingua diffusa su un vasto territorio a cavallo dell’arco alpino occidentale, che interessa tre Stati, l’Italia, la Francia e la Svizzera.
L’area francoprovenzale piemontese è prettamente alpina ed è caratterizzata da un valico di importanza storica come il Moncenisio, che, insieme ad altri colli, ha avuto un ruolo fondamentale nella vita e nella cultura delle popolazioni locali; si pensi ai pellegrinaggi religiosi, al commercio, al contrabbando, all’emigrazione stagionale, e così via.
Ancora oggi, le diverse popolazioni sentono e vivono fra loro profondi legami, proprio come testimonia la matrice linguistica e culturale rimasta comune, mantenendo i costumi tradizionali, gli antichi balli, come la Danza degli Spadonari, le feste, come la Tupà dou solei, dedicata ogni anno all’inizio dell’estate.


Comuni piemontesi che hanno dato applicazione alla Legge 15 dicembre 1999 n. 482 dichiarando la propria appartenenza territoriale alla minoranza linguistica francoprovenzale

Provincia di Torino
minoranza franco-provenzale - 50 Comuni
Ala di Stura - Alpette - Avigliana - Balme - Cantoira - Caprie - Carema - Castagnole Piemonte - Ceres - Ceresole Reale - Chialamberto - Chianocco - Coassolo - Coazze - Condove - Corio - Frassinetto - Germagnano - Giaglione - Giaveno - Gravere - Groscavallo - Ingria - Lanzo Torinese - Lemie - Locana - Mattie - Meana di Susa - Mezzenile - Mompantero - Monastero di Lanzo - Moncenisio - Noasca - Novalesa - Pessinetto - Pont Canavese - Ribordone - Ronco Canavese - Rubiana - San Giorio di Susa - Sant’Antonino di Susa - Sparone - Susa - Traves - Usseglio - Vaie - Valgioie - Valprato Soana - Venaus - Villar Focchiardo - Viù

1
2