Albo regionale

Per promuovere e tutelare la musica popolare, la Regione ha istituito e gestisce un apposito registro: l’Albo regionale dei soggetti che svolgono attività musicali popolari.
L’Albo regionale, previsto dalla legge regionale 38/2000, si rivolge esclusivamente alle Associazioni musicali che presentano i seguenti requisiti:

  1. Legale costituzione (con atto pubblico rogato da notaio oppure con scrittura privata registrata);
  2. Sede legale nel territorio regionale;
  3. Configurazione quale complesso bandistico o società filarmonica, gruppo vocale o società corale, gruppo folkloristico-musicale;
  4. Svolgimento dell’attività musicale senza scopo di lucro (garantito da apposita disposizione dell’atto costitutivo e/o dello statuto);
  5. Documentato svolgimento di una precedente attività nel settore della musica popolare a carattere continuativo e di durata almeno triennale, con repertorio esclusivo o prevalente riconducibile alla tradizione musicale, corale e folkloristica italiana, delle regioni italiane e dei gruppi minoritari presenti storicamente e radicati sul territorio nazionale.

 

L’iscrizione all’Albo regionale ha validità decennale ed è rinnovabile su richiesta dell’Associazione iscritta. Annualmente, entro il termine di validità dell’iscrizione decennale, alle Associazioni interessate viene inviata dagli uffici regionali una comunicazione, contenente informazioni e modulistica relative alla procedura di conferma, per un ulteriore decennio, dell’iscrizione all’Albo. La richiesta di conferma va presentata entro il termine annuo del 15 marzo secondo le modalità definite dagli uffici regionali.
L’Albo regionale è pubblicato annualmente sul Bollettino Ufficiale ed è consultabile di seguito. Il modulo di iscrizione all’Albo regionale è invece disponibile nella scheda “Contributi e modulistica”.