Contributi e modulistica

Contributi e modulistica

Possono presentare istanza di contributo i Soggetti gestori (Amministrazioni locali, Associazioni e Fondazioni) degli Ecomusei del Piemonte, istituiti con relative deliberazioni dal Consiglio regionale, ai sensi della Legge regionale 14 marzo 1995 n. 31 s.m.i. “Istituzione di Ecomusei del Piemonte” .


AVVISO PUBBLICO DI FINANZIAMENTO 2017

Legge regionale 14 marzo 1995 n. 31 e s.m.i.
"Istituzione di Ecomusei del Piemonte”

Invito alla presentazione di Programmi per la realizzazione di attività svolte dagli Ecomusei istituiti ai sensi della Legge regionale 14 marzo 1995 n. 31 e s.m.i. - ANNO 2017

Con deliberazione n. 26-5167 del 12 giugno 2017 e n. 57-5265 del 27 giugno 2017 la Giunta Regionale ha stabilito il termine massimo per la presentazione delle istanze di contributo per l’anno 2017, formulate ai sensi della legge regionale 14 marzo 1995, n. 31, e ha destinato, alla linea di intervento relativa agli Ecomusei del Piemonte, istituiti con deliberazioni del Consiglio regionale, l’importo di Euro 400.000,00 di cui Euro 300.000,00 a favore dei Soggetti gestori pubblici (Amministrazioni locali) ed Euro 100.000,00 a favore dei Soggetti gestori privati (Associazioni e Fondazioni).
Con determinazione dirigenziale n. 380/A2002A del 2 agosto 2017 è stato conseguentemente emanato l’Avviso pubblico di finanziamento che indica, tra l’altro, i termini, le modalità di presentazione delle istanze di contributo e i criteri di valutazione delle stesse.

Il termine per la presentazione delle istanze di contributo sulla presente linea di finanziamento è scaduto il 20 settembre 2017.

Modalità di rendicontazione e relativa modulistica per l’Anno 2017

Per la liquidazione del saldo, si invita ad un’accurata lettura ed applicazione della deliberazione della Giunta regionale n. 58-5022 dell’8 maggio 2017, “Disposizioni relative a presentazione dell’istanza, rendicontazione, liquidazione, controllo dei contributi concessi in materia di cultura, turismo e sport a decorrere dall’anno 2017. Approvazione”, reperibile all’indirizzo:
http://www.regione.piemonte.it/cultura/cms/codice-etico.html

Di seguito le principali prescrizioni previste dall’Allegato 1 della D.G.R. sopra citata:

Per gli Enti privati (Associazioni e Fondazioni) beneficiari di contributo, la rendicontazione da produrre è costituita da:

a) Relazione sull’attività svolta, articolata sulla base delle indicazioni fornite dal Settore competente;
b) Rendiconto per categorie di spesa, in forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, comprensivo di tutte le voci di entrata e di uscita riferite all’attività svolta, redatto sulla base dello schema fornito dal Settore competente e approvato mediante determinazione dirigenziale;
c) Elenco dettagliato dei giustificativi di spesa fino alla concorrenza dell’importo del contributo regionale assegnato. Gli importi delle categorie di spesa esposti nel rendiconto devono trovare riscontro nella documentazione contabile agli atti del soggetto beneficiario. Ai sensi del punto 8.5 della D.g.r. 58/2017, nell’elenco sono ammessi giustificativi relativi a spese generali e di funzionamento in quota parte per un importo complessivo non superiore al 20% del contributo assegnato;
d) copia della documentazione contabile a giustificazione del contributo regionale e relativa all’elenco dettagliato dei giustificativi di spesa fino alla concorrenza dell’importo del contributo regionale assegnato.

Per rendicontare i contributi assegnati per l’anno 2017 è disponibile la seguente modulistica:

Per gli Enti locali e le altre Pubbliche Amministrazioni beneficiari di contributo, la rendicontazione da produrre è costituita da:

a) Relazione sull’attività svolta, articolata sulla base delle indicazioni fornite dal Settore competente;
b) Rendiconto in forma di un provvedimento amministrativo dell’organo competente che approva il quadro delle entrate e delle spese, articolato per categorie e redatto sulla base dello schema fornito dal Settore competente e approvato mediante determinazione dirigenziale, e lo dichiara attinente all’attività svolta e sostenuta dal contributo regionale. Le categorie di spesa devono trovare riscontro in quelle utilizzate nel bilancio preventivo inviato unitamente all’istanza di finanziamento. Per consentire al Settore competente la verifica dell’attinenza delle spese al progetto finanziato, il quadro delle spese deve contenere l’elenco dettagliato degli atti di liquidazione o atti amministrativi equivalenti emessi e le relative causali per l’importo corrispondente al contributo regionale.

Per rendicontare i contributi assegnati per l’anno 2017 è disponibile la seguente modulistica:

Per agevolare la predisposizione del provvedimento amministrativo dell’organo competente, si propone il FAC-SIMILE di bilancio consuntivo:

Modalità di presentazione del rendiconto 2017

La documentazione sopra elencata va presentata dal Rappresentante legale esclusivamente tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), in formato non zippato, utilizzando possibilmente un’unica trasmissione all’indirizzo:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Deve essere presentata, con Lettera di accompagnamento, su carta intestata del Soggetto beneficiario, entro un anno dalla data di assegnazione del contributo, utilizzando l’apposita modulistica preventivamente approvata e messa a disposizione dal Settore competente.
La documentazione deve essere firmata mediante:

  • apposizione di firma digitale in formato .pdf con estensione .p7m

oppure

  • sottoscrizione in maniera autografa su supporto cartaceo, convertita in rappresentazione digitale con estensione .pdf e inviata unitamente alla copia del documento d’identità del legale rappresentante in corso di validità (sempre in formato .pdf).

Nell’oggetto del messaggio di Posta Elettronica Certificata, si raccomanda di indicare il riferimento:
(Denominazione del soggetto gestore richiedente) – L.R. 31/1995 - Rendicontazione contributo Anno 2017 – Ecomusei del Piemonte.


Referente "Laboratorio Ecomusei"
Eliana Salvatore
Tel. 011.432 2261- Fax 011.432 4424
E-mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Modalità di rendicontazione e relativa modulistica per l’Anno 2015 e 2016

Per la liquidazione del saldo, si invita ad un’accurata lettura ed applicazione della D.G.R. n. 115 – 1872 del 20 luglio 2015 “Riordino delle disposizioni relative a presentazione dell'istanza, rendicontazione, liquidazione,controllo, codice etico dei contributi concessi in materia di cultura, turismo e sport a decorrere dall'anno 2015”.

Di seguito le principali prescrizioni previste dall’allegato 1 della D.G.R. sopra citata:

Per gli Enti privati Associazioni e Fondazioni beneficiari di contributo, la rendicontazione da produrre ai sensi dell’art. 9 comma 3 della DGR 115/2015 è costituita da:
a) Relazione sull’attività svolta.
b) Rendiconto per categorie di spesa, in forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà comprensivo di tutte le voci di entrata e di uscita riferite all’attività svolta, redatto sulla base delle indicazioni fornite dal Settore competente.
c) Elenco dettagliato dei giustificativi di spesa fino alla concorrenza dell’importo del contributo regionale assegnato.
d) Copia della documentazione contabile, fiscalmente valida, a giustificazione del contributo regionale e relativa all’elenco di cui alla lettera c), che deve risultare pagata in misura corrispondente alla quota dell’anticipo liquidato ed essere intestata o riferibile al soggetto beneficiario del contributo.
e) Ultimo Bilancio consuntivo del soggetto beneficiario, approvato dall’organo competente a norma di statuto e corredato dal relativo verbale. Se corposo va prodotto soltanto in forma di estratto.
f) Relazione di raccordo fra il rendiconto di progetto per voci di spesa di cui alla lettera b) e l’ultimo bilancio consuntivo del soggetto beneficiario, di cui alla lettera e).

Per rendicontare i contributi assegnati per l’anno 2015 e per l'anno 2016 è disponibile la seguente modulistica:

Per gli Enti Locali e le altre Pubbliche Amministrazioni la rendicontazione da produrre ai sensi dell’art. 9 comma 4 della DGR 115/2015 è costituita da:
a) Relazione sull’attività svolta.
b) Rendiconto in forma di un provvedimento amministrativo dell’organo competente che approva il quadro delle entrate e delle spese e lo dichiara attinente all’attività svolta e sostenuta dal contributo regionale.
Per consentire al Settore competente la verifica dell’attinenza delle spese al progetto finanziato, il quadro delle spese deve contenere l’elenco dettagliato degli atti di liquidazione o atti amministrativi equivalenti emessi e le relative causali per l’importo corrispondente al contributo regionale.

MODALITA’ D'INVIO DELLA DOCUMENTAZIONE A RENDICONTO 2015-16

La suddetta documentazione, sottoscritta dal legale rappresentante con apposizione di firma digitale o, in alternativa, in maniera autografa su supporto cartaceo, convertita in rappresentazione digitale con estensione .pdf ed unitamente alla rappresentazione digitale con estensione .pdf del documento d’identità in corso di validità del sottoscrittore, dovrà essere trasmessa alla:
Direzione Regionale "Promozione della Cultura, del Turismo e dello Sport" – Settore: "Valorizzazione del Patrimonio Culturale, Musei e Siti Unesco" – Laboratorio Ecomusei, esclusivamente a mezzo Posta Elettronica Certificata all’indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Referente "Laboratorio Ecomusei"

Eliana Salvatore
Tel. 011.432 2261- Fax 011.432 4424
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.