Contributi regionali e modulistica

Legge regionale 11/2009 – "Valorizzazione e promozione della conoscenza del patrimonio linguistico e culturale del Piemonte", art. 6 , approvazione del Registro regionale delle Associazioni di valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale per l'annualità 2017.

Con Determinazione Dirigenziale 421/A2003A del 05 settembre 2017 è stata approvata, in conformità a quanto previsto dall'art. 6 della lr 11/2009 ed ai criteri definiti nell'allegato "A" della DGR 27 - 4908 del 20/4/2017, l'iscrizione al Registro regionale delle Associazioni di valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale, Fanno parte integrante e sostanziale della presente determinazione dirigenziale l'allegato "A", Associazioni ammesse al Registro e l'allegato "B", Associazioni non ammese e diniego motivato all'iscrizione.
Il testo della determinazione dirigenziale è pubblicato sul B.U. del 14 settembre 2017.

Allegati

 

AVVISO PUBBLICO DI FINANZIAMENTO

Legge regionale 11/2009
"Valorizzazione e promozione della conoscenza del patrimonio linguistico e culturale del Piemonte"

Invito alla presentazione di progetti per la valorizzazione e promozione della conoscenza del patrimonio linguistico e culturale del Piemonte - Anno 2017

Con deliberazione n. 26-5167 del 12 giugno 2017 rettificata con DGR 57 – 5265 del 27 giugno 2017 la Giunta Regionale ha stabilito che per l’anno 2017, le istanze di contributo, formulate ai sensi della legge regionale 07 aprile 2011 n. 11, devono essere presentate in riscontro a idoneo avviso pubblico con termine di presentazione anteriore al 02 ottobre 2017.

A seguito dell'adozione delle deliberazioni della Giunta regionale n. 26-5167 del 12 giugno 2017 e n. 1-5299 del 10 luglio 2017 è stato contestualmente destinato alla linea di intervento relativa alla di cui alla l.r. 11/2009 un importo complessivo di Euro 80.000,00, di cui Euro 40.000,00 a favore di Associazioni che risultino iscritte al Registro regionale delle associazioni di valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale del Piemonte alla data scadenza del presente avviso ed Euro 40.000,00 a favore di Pubbliche Amministrazioni.

Con determinazione dirigenziale n. 347/A2003A del 21 luglio 2017 è stato conseguentemente emanato l'avviso pubblico di finanziamento che indica, tra l'altro, i termini, le modalità di presentazione delle istanze ed i criteri di valutazione delle stesse.

Il termine per la presentazione delle istanze sulla presente linea di finanziamento è fissato al 15 settembre 2017.

Il testo dell'avviso pubblico di finanziamento e la relativa modulistica sono disponibili sino al 15 settembre 2017 all'indirizzo:
www.regione.piemonte.it/bandipiemonte

Il titolo identificativo da cercare per scaricare l'avviso e la modulistica è:
Avviso pubblico di finanziamento legge regionale 11/2009 – Invito alla presentazione di progetti per la valorizzazione e promozione della conoscenza del patrimonio linguistico e culturale del Piemonte - Anno 2017

Si consiglia di selezionare dal menù a tendina:
Materia - Cultura
Stato - Aperto
 

Nomina di competenza della Giunta regionale di cinque esperti in materia di patrimonio linguistico e culturale in seno alla Consulta di cui all’art. 7 della L.r. 7 aprile 2009, n. 11. Avviso di proroga e riapertura dei termini - BU n. 31 del 3 agosto 2017

Per informazioni: www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/avvisi/nomina-di-competenza-della-giunta-regionale-di-cinque-esperti-materia-di-patrimonio-0

Nomina di competenza della Giunta regionale di cinque esperti in materia di patrimonio linguistico e culturale in seno alla Consulta di cui all’art. 7 della L.r. 7 aprile 2009, n. 11. Presentazione delle candidature

La Regione Piemonte deve procedere alla nomina dei componenti di propria competenza nella “Consulta per la valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale” piemontese e delle minoranze occitana, franco-provenzale, francese e walser, con compiti di osservatorio e svolgimento di funzioni propositive e consultive nei confronti della Giunta regionale. Le domande possono essere presentate entro il 21 giugno 2017. Per informazioni e modulistica: www.regione.piemonte.it/bandipiemonte

Criteri e modalità per l’anno 2017 per l’iscrizione al registro regionale delle associazioni di valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale del Piemonte

Le Associazioni con sede legale in Piemonte che operano nell’ambito della valorizzazione e promozione dell’originale patrimonio linguistico, in possesso dei requisiti previsti dall’articolo 6 commi 2 e 3 della Legge regionale 11/09, possono presentare domanda di iscrizione al registro regionale entro il 15 giugno 2017. Per informazioni e modulistica: www.regione.piemonte.it/bandipiemonte

Con sentenza n. 170 del 10 maggio 2010, la Corte Costituzionale ha dichiarato la L.r. 11/2009 incostituzionale in più punti, ovvero ha stabilito l’incostituzionalità di tutte quelle parti della legge laddove la lingua piemontese viene parificata alle lingue minoritarie riconosciute dalla Stato e meritevoli di tutela mediante la legge n. 482/1999 “Tutela delle minoranze linguistiche”, nonostante essa non rientri fra queste.
Inoltre, la L.r. 11/2009 presenta altre profonde criticità dovute al fatto che, per l’assegnazione dei finanziamenti e dei contributi, prevede la costituzione di organi e istituti (Commissione, Comitato, Albo delle Associazioni, ecc.) la cui composizione, insediamento e operatività presentano gravi difficoltà di attuazione.
Pertanto, gli impedimenti all’applicazione della legge dovuti alla sentenza della Corte Costituzionale e alle ulteriori problematiche sono state puntualmente segnalate dal Settore nella Valutazione sullo stato di attuazione della legge che annualmente viene inviata al Presidente del Consiglio regionale.
Conseguentemente, nel 2010 non è stato possibile assegnare contribuzioni, mentre, nelle more dell’approvazione da parte del Consiglio Regionale di emendamenti applicativi, o di un nuovo disegno di legge sostitutivo, già predisposto dal Settore e presentato all’Assessore, si è provveduto a finanziare alcune attività dirette secondo i criteri della L.r. 26/90, per un ammontare complessivo di Euro 500.250,00.
Permanendo l’impasse legislativo, dal 2011 le risorse da destinare in favore di questo ambito di intervento sono state ricondotte ai riparti di cui alla L.r. 58/78, più favorevole, che ne permette comunque il sostegno con programmi specificatamente dedicati.


Contributi 2016. Esiti dell’Avviso Pubblico

L’avviso pubblico di finanziamento in ambito di promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale linguistico per l’anno 2016 è stato approvato mediante la determinazione dirigenziale n. 285/A2003A del 5 luglio 2016 in attuazione della legge regionale 58/1978 nonché della deliberazione della Giunta regionale n. 19-3472 del 13 giugno 2016.
Il termine per la presentazione delle richieste di contributo è scaduto il 9 settembre 2016.
Al termine della fase istruttoria, la graduatoria dell’avviso pubblico è stata approvata mediante la determinazione dirigenziale n. 555/A2003A del 24 novembre 2016 (e successiva DD. N. 637/A2003A del 16/12/2016).

 

Rendicontazione del contributo 2016 e relativa modulistica

I soggetti beneficiari di contributo regionale sono tenuti a presentare la rendicontazione, avvalendosi delle indicazioni di cui alla Deliberazione della giunta Regionale n. 115-1872 del 20 luglio 2015 e della seguente modulistica:

Per la gestione e la rendicontazione dei contributi assegnati si raccomanda a tutti i beneficiari di prendere visione del Vademecum allegato alla modulistica.

 

Rendicontazione del contributo 2015 e relativa modulistica

I soggetti beneficiari di contributo regionale sono tenuti a presentare la rendicontazione, avvalendosi delle indicazioni di cui alla Deliberazione della giunta Regionale n. 115-1872 del 20 luglio 2015 e della seguente modulistica:

Per gli Enti Locali e le Pubbliche Amministrazioni la rendicontazione da produrre è costituita da:

  • relazione finale di progetto (doc)
  • rendiconto in forma di un provvedimento amministrativo dell’organo competente che approva il quadro delle entrate e delle spese e lo dichiara attinente all’attività svolta e sostenuta dal contributo regionale. Il quadro delle spese deve contenere l’elenco dettagliato degli atti di liquidazione emessi e le relative causali per l’importo corrispondente al contributo regionale.

Per agevolare la predisposizione dell’atto amministrativo è disponibile il fac simile di bilancio consuntivo:

Per la gestione e la rendicontazione dei contributi assegnati si raccomanda a tutti i beneficiari di prendere visione del

 

Rendicontazione del contributo 2014 e relativa modulistica

I soggetti beneficiari di contributo regionale sono tenuti a presentare la rendicontazione, avvalendosi delle indicazioni di cui alla:

e della seguente modulistica

Per gli Enti Locali e le Pubbliche Amministrazioni la rendicontazione da produrre è costituita da:

  • relazione sull’attività svolta;
  • rendiconto in forma di un provvedimento amministrativo dell’organo competente che approva il quadro delle entrate e delle spese e lo dichiara attinente all’attività svolta e sostenuta dal contributo regionale. Il quadro delle spese deve contenere l’elenco dettagliato degli atti di liquidazione emessi e le relative causali per l’importo corrispondente al contributo regionale.

Per la gestione e la rendicontazione dei contributi assegnati si raccomanda di prendere visione del

 

Referenti

Marinella Ollino - tel. 011/432.4406
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.