Culture e lingue storiche del Piemonte

La tutela, la valorizzazione e la promozione del patrimonio culturale e linguistico presente su uno specifico territorio rappresentano sicuramente un indicatore di civiltà, in quanto favoriscono l’accrescimento della conoscenza e la conseguente consapevolezza dell’infinita molteplicità degli aspetti che concorrono a formare la cultura di un territorio.
Tale conoscenza e consapevolezza possono diventare uno strumento necessario affinché l’azione regionale si apra al confronto con altre culture e si faccia portavoce dei valori di una profonda e radicata convivenza civile.
Ed è il raggiungimento di questo obiettivo che deve sottendere all’azione regionale, dal momento che il patrimonio rappresentato dalle culture minoritarie, con la loro storia, la loro lingua e la loro organizzazione sociale, unitamente alle molte attività che si sviluppano intorno a questa dimensione, corre spesso il rischio di restare un bene localmente circoscritto.
Al contrario, si deve operare affinché esso venga avvertito allo stesso modo anche all’esterno dei territori delle singole comunità, favorendo l’incontro e la cooperazione tra soggetti di diversi ambiti che riescano così ad iscrivere questo tema in un dibattito pubblico più ampio, superando la logica che lo limita ad un pubblico di esperti, o ad un livello strettamente localistico.
Inoltre, sul territorio piemontese è presente una pluralità di codici linguistici che costituiscono un indice di elevatissima cultura e un patrimonio insostituibile, la cui perdita rappresenterebbe un danno irreversibile.
Nello studio dei codici linguistici è necessario coniugare il rigore del metodo scientifico con una profonda conoscenza dei luoghi e delle parlate locali. Tale metodologia di ricerca è da sempre garantita dall’Università degli Studi di Torino e, in particolare, dal Dipartimento di Scienze del Linguaggio e Letterature Moderne e Comparate.
Questa collaborazione ha posto in essere una progettualità finalizzata alla realizzazione di Atlanti linguistici, quali l’Atlante Toponomastico del Piemonte Montano (A.T.P.M.) e l’Atlante Linguistico Etnografico del Piemonte Occidentale (A.L.E.P.O.), nonché la redazione dei materiali etno-linguistici piemontesi dell’Atlante Linguistico Italiano (A.L.I.), diventando modello per molte altre Regioni.

1
2
3
4
5
6