Biblioteca Reale (Torino)

Biblioteca Reale di TorinoPiazza Castello, 191 - 10123 Torino
Tel. 011.543855 - Fax 011.5178259
E-mail   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Sito web


Orari
Lun - Mar - Mer - Gio - Ven  8.15 / 18.45
Sab 8.15 / 13.45

 

Patrimonio

  • 210.037 libri e opuscoli a stampa, 1.087 periodici
  • 47 audiovisivi
  • Fonti locali
  • Fondi storici: Fondo Storia Patria
  • Disegni, incisioni, spartiti e partiture musicali
  • Banche dati su CD-ROM, CD, DVD
  •  

Spazi e servizi

1.400 mq di superficie (di cui 669 aperti al pubblico)
Consultazione, document delivery
Fotocopie, riproduzione digitale dei documenti
Accesso a Internet, accesso esclusivo a cataloghi e ricerche bibliografiche
Mostre, visite guidate, conferenze
Registrazioni audio di eventi e iniziative della biblioteca (a disposizione dell'utente)

 

La biblioteca

L'istituzione della Biblioteca Reale di Torino, quale si presenta oggi nelle sue raccolte bibliografiche, storico-artistiche, archivistiche, si deve al re Carlo Alberto di Savoia. Le raccolte personali del sovrano si affiancarono ben presto alle opere del nucleo originario. Accanto al primario interesse per le opere di carattere militare si svilupparono altri filoni, quali la storia della dinastia e dei domini territoriali, l'araldica, la numismatica, la grafica, l'arte della stampa, nell'intento di incrementare una raccolta di opere di notevole importanza per pregio e rarità. La Biblioteca, allestita dall'architetto di corte Pelagio Palagi, è situata nel complesso architettonico del Palazzo Reale. Nel corso degli ultimi anni sono stati realizzati restauri funzionali e conservativi che ne fanno una realtà dinamica, proiettata alla costante valorizzazione del suo patrimonio, incentivata anche da periodiche mostre tematiche e iniziative culturali.

 

Informazioni sui trasporti

La biblioteca dista: meno di 200 m da un parcheggio per le automobili pubblico, meno di 200 m da una fermata dell'autobus, più di 1000 m da una stazione della metropolitana, più di 1000 m dalla stazione ferroviaria.