CoBis - Biblioteca Centro Studi Teatro Stabile Torino

Biblioteca del Centro Studi del Teatro Stabile di TorinoVia Rossini, 12 - 10124 Torino
Tel. 011.5169411 - Fax 011.5169410
E-mail   biblioteca@teatrostabiletorino
Sito web


Orari
Lun - Mar - Mer - Gio - Ven  9.30 / 13.00; 14.30 / 17.30 su appuntamentio

 

Patrimonio

  • Biblioteca specializzata in: spettacolo dal vivo in Italia
  • 28.460 libri e opuscoli a stampa, 280 periodici
  • 2713 audiovisivi
  • Testi in albanese, arabo, bosniaco, bulgaro, castigliano, catalano, ceco, cinese, francese, greco antico, inglese, latino, sloveno, svedese, tedesco
  • Fondi storici: Fondo Lucio Ridenti, Fondo Misa e Febo Mari, Copioni Eugenio Salussolia, Epistolario Renato Simoni, Dono Gigi Cane, Fondo Davide Peterle, Fondo Alberto Blandi - Osvaldo Guerrieri, Dono Gualberto Ranieri, Dono Carla Bizzarri, Dono Rizzi-Trabucco, Dono Edmo Fenoglio, Dono Giorgio Calcagno, Fondo Giorgio Cattarello, Fondo Nuccio Messina e inoltre Archivio storico del Teatro Stabile di Torino (dal 1955), Archivio Gruppo della Rocca (1969-99), Archivio Laboratorio Teatro Settimo (1982-2002), Archivio Cabaret Voltaire (1975-94), Archivio Teatro Popolare Italiano di Vittorio Gassman (1959-64).
  • Testi drammaturgici, di narrativa di autori teatrali o dai quali siano stati tratti spettacoli, saggi sul teatro
     

Spazi e servizi

500 mq di superficie (di cui 187 mq aperti al pubblico)
Consultazione, document delivery
Fotocopie, riproduzione digitale dei documenti
Accesso a Internet, collegamento wi-fi, possibilità di stampa
Corso di storia del teatro (riservato agli abbonati del teatro), corso di dizione
Registrazioni audiovisive di eventi e iniziative della biblioteca (a disposizione dell'utente)

 

La biblioteca

Nato nel 1973 con l’acquisizione dell’archivio della rivista «Il Dramma», unitamente alla biblioteca del suo fondatore, Lucio Ridenti, e dell’originaria raccolta dei materiali relativi alla programmazione delle stagioni di prosa del Teatro Stabile di Torino, il Centro studi si è sviluppato con il passare degli anni arricchendosi di altri importanti fondi, sia librari sia archivistici. Grazie all’incremento sistematico degli archivi con la documentazione dei vari allestimenti teatrali italiani e alla catalogazione analitica (spogli da monografie e periodici), la biblioteca offre oggi un servizio di consultazione che costituisce un importante punto di riferimento per i ricercatori e per gli stessi operatori del settore relativamente allo studio dello spettacolo dal vivo in Italia.

 

Informazioni sui trasporti

La biblioteca dista: meno di 200 m da una fermata dell'autobus, più di 1000 m dalla stazione ferroviaria, più di 1000 m da una stazione della metropolitana.