Regione Piemonte

In questa pagina:


Programmazione triennale dei Lavori pubblici

Con l’emanazione del D.lgs 50/2016 all’art. 21 (programma delle acquisizioni delle stazioni appaltanti) viene introdotto, tra le varie disposizioni, l’obbligo di pubblicazione del programma biennale degli acquisti.

Cosi come previsto dall’art. 216 (disposizioni transitorie) c. 3 fino alla data di entrata in vigore del decreto di cui all'articolo 21, comma 8, si applicano gli atti di programmazione già adottati ed efficaci, all'interno dei quali le amministrazioni aggiudicatrici individuano un ordine di priorità degli interventi, tenendo comunque conto dei lavori necessari alla realizzazione delle opere non completate e già avviate sulla base della programmazione triennale precedente, dei progetti esecutivi già approvati e dei lavori di manutenzione e recupero del patrimonio esistente, nonché degli interventi suscettibili di essere realizzati attraverso contratti di concessione o di partenariato pubblico privato. Le amministrazioni aggiudicatrici procedono con le medesime modalità per le nuove programmazioni che si rendano necessarie prima dell'adozione del decreto.

Il SOAP, attraverso la componente di programmazione triennale , si pone come strumento volto all’uso delle amministrazioni che sono tenute alla pubblicazione degli adempimenti previsti dalla normativa in materia e dal  Decreto Ministero Infrastrutture e Trasporti del 24/10/2014, fornendo attualmente la possibilità di creare e pubblicare le schede relative alla Programmazione dei Lavori.

Per una corretta compilazione delle schede e per la loro pubblicazione sul sito, occorre dapprima che il DIRIGENTE di ogni centro di costo o unità organizzativa adibito a compiti di programmazione triennale rediga nell’apposito elenco delle opere, tutte le opere che si intendono promuovere e realizzare.

Ogni “Opera” creata con il profilo di DIRIGENTE alimenta, non appena salvata, la schermata dell’”elenco opere”.
Si ricorda che la programmazione di un opera e il suo inserimento nell’elenco annuale è obbligatoria se il costo dell’intero intervento è superiore a 100.000 €. Per ogni opera è necessario che il DIRIGENTE effettui la “programmazione opera” cliccando sull’apposito pulsante. Successivamente sarà necessario selezionare il triennio di riferimento, compilare le tre schede della “sintesi intervento” e trasmettere quanto compilato al REPONSABILE DELLA PROGRAMMAZIONE tramite apposito comando.

Solo dopo aver effettuato le operazioni descritte, il Responsabile della Programmazione potrà continuare l’iter che porterà alla creazione delle schede e alla loro pubblicazione. Infatti il Responsabile della Programmazione dovrà effettuare la compilazione della scheda “disponibilità finanziarie” salvarla, e trasmetterla con il pulsante “trasmetti al piano”.

Solo successivamente all’operazione su descritta sarà possibile correttamente generare il piano cliccando sul pulsante “genera piano” e attendere che il SOAP presenti a video tutte le opere da proporre nell’elenco triennale. Sarà possibile eventualmente rimuovere un’opera, (la cui proposta è effettuata dal Dirigente) giudicata non più necessaria. Successivamente cliccando sul pulsante “predisponi schede” il SOAP proporrà all’utente la possibilità di scaricare in formato xls o pdf le schede; la loro pubblicazione sul sito dell’Osservatorio deve essere effettuata con il pulsante “trasmetti all’Osservatorio”.

A tal proposito si ricorda che la pubblicazione deve avvenire solo ad approvazione avvenuta del programma triennale. Non appena viene effettuata a cura del responsabile della programmazione triennale la pubblicazione del piano triennale sarà possibile una sua consultazione aperta e libera attraverso l’uso dell’ apposito motore di ricerca situato nell’home page dell’Osservatorio. Si ricorda che non è necessario ma superfluo ai fini degli adempimenti, l’invio a mezzo cartaceo di qualsiasi documentazione contenente schede di programmazione triennale.

Per apportare eventuali modifiche od integrazioni nelle schede di sintesi intervento redatte dal DIRIGENTE o nelle schede di disponibilità finanziaria redatte dal REPONSABILE DELLA PROGRAMMAZIONE occorre usare la funzione dedicata del tasto “duplica”.

Per ulteriori informazioni sull’uso del comando “duplica” si rimanda l’utente alla lettura del manuale utente.

L’Osservatorio, con cadenza annuale, effettua un monitoraggio ulteriore consistente nella richiesta a tutte le stazioni appaltanti preposte alla pubblicazione dei programmi triennali, di compilare un apposito modulo volto a recepire i motivi della mancata pubblicazione (ad esempio è richiesta all’amministrazione di indicare che non sono stati programmati lavori poiché inferiori alla soglia dei 100.000 €): tale operazione consente di ottenere un quadro completo ed esaustivo sul tema della copertura territoriale della Programmazione Triennale. L’esito di tale monitoraggio, viene reso noto sul sito dell’Osservatorio.