Regione Piemonte

In questa pagina:


Comunicazioni dei contratti pubblici di importo pari o superiori a 40.000 €

Ad oggi, le stazioni appaltanti sono tenute a trasmettere esclusivamente le comunicazioni relative a contratti relativi a Lavori, Servizi e Forniture la cui soglia sia pari o maggiore a 40.000 € (valore di base di gara comprensivo degli oneri per la sicurezza). E’ inoltre prevista la comunicazione dei contratti  di gare di  accordo quadro/convenzione e fattispecie consimili, di adesione ad accordo quadro/convenzioni e fattispecie consimili e di servizi esclusi.

Il monitoraggio dei dati relativi a tali fattispecie è da effettuarsi per tutti i contratti la cui data di perfezionamento del CIG sia a partire dal 01/01/2013 salvo casi particolari.
L’adempimento riguarda principalmente la comunicazione di informazioni del ciclo di vita del contratto dall’ Aggiudicazione (o mancata aggiudicazione) fino al collaudo, oltre a quelle di eventuali Varianti, Sospensioni , Subappalti, Stati di Avanzamento, ecc… Tale monitoraggio è stato soggetto a evoluzioni  e a seconda del contesto normativo e regolamentare di riferimento, le schede di  monitoraggio hanno subito  diverse modifiche. Per questa ragione a seconda quindi principalmente, della tipologia di contratto (lavori, servizi, forniture), dell’importo a di base di gara e di modalità di realizzazione (Appalto, Accordo quadro ecc…)  sono state creati percorsi di monitoraggio specifici.
In generale le stazioni appaltanti sono tenute a trasmettere alcuni dati con riferimento alle seguenti fasi:

  • aggiudicazione o definizione di procedura negoziata
  • iniziale di esecuzione del contratto
  • esecuzione ed avanzamento del contratto
  • conclusione del contratto
  • collaudo

Altresì le stazioni appaltanti sono tenute a trasmettere ulteriori dati inerenti:

  • accordi bonari
  • sospensioni
  • varianti
  • subappalti
  • ipotesi di recesso (solo per lavori)

Relativamente ai contratti di appalto di lavori, forniture e servizi di settori ORDINARI, l'invio delle comunicazioni deve avvenire secondo i termini di seguito riportati:

Dati comuni FS00/L00 Nel caso di procedura NON aggiudicata/affidata entro 30 giorni dal provvedimento con il quale la stazione appaltante ha disposto l'annullamento /revoca della procedura di gara ovvero ha accertato l'esito negativo della procedura
Nel caso di procedura aggiudicata/affidata entro 30 giorni dalla data verbale di aggiudicazione definitiva
aggiudicazione FS01/L01 30 giorni dalla data verbale di aggiudicazione definitiva
Esecuzione iniziale contratto FS02/L02 60 giorni dalla data del verbale di avvio dell'esecuzione del contratto;
Esecuzione e avanzamento contratto FS03/L03 60 giorni dall'emissione del certificato di pagamento
(obbligo di invio solo per gli appalti di servizi/forniture di importo a base d'asta superiori ai 500.000€)
Conclusione FS04/L04 60 giorni dalla data del certificato di ultimazione servizio/fornitura
collaudo FS05/L05 60 giorni dalla data di emissione del certificato di collaudo o di regolare esecuzione
Accordi bonari FS06/L06 60 giorni dalla data di sottoscrizione di accordo bonario
sospensioni FS07/L07 60 giorni dalla data del verbale di sospensione
varianti FS08/L08 30 giorni dalla data di approvazione della variante
subappalto FS09/L09 60 giorni dalla data di approvazione al subappalto
recesso L10 60 giorni dalla data di determinazione di interruzione anticipata del contratto

Per gli appalti di importo inferiore ai 500.000 € non è necessaria la comunicazione dell'emissione degli stati di avanzamento, presente nella SCHEDA FS03  e L03.

Altresì, si rammenta che l'invio delle comunicazioni relative ai contratti di lavori, forniture e servizi di settori SPECIALI deve avvenire secondo i termini di seguito riportati:

Dati comuni FS00/L00 Nel caso di procedura NON aggiudicata/affidata entro 30 giorni dal provvedimento con il quale la stazione appaltante ha disposto l'annullamento /revoca della procedura di gara ovvero ha accertato l'esito negativo della procedura
Nel caso di procedura aggiudicata/affidata entro 30 giorni dalla data verbale di aggiudicazione definitiva
aggiudicazione FS01/L01 30 giorni dalla data verbale di aggiudicazione definitiva

NOTA BENE: per i settori speciali non è necessario alcun invio per le successive comunicazioni.

Altresì, si rammenta che l'invio delle comunicazioni relative ai contratti esclusi di servizi deve avvenire secondo i termini di seguito riportati:

Dati comuni ESC00 Nel caso di procedura NON aggiudicata/affidata entro 30 giorni dal provvedimento con il quale la stazione appaltante ha disposto l'annullamento /revoca della procedura di gara ovvero ha accertato l'esito negativo della procedura
Nel caso di procedura aggiudicata/affidata
entro e non oltre il 31 gennaio dell'anno successivo a quello in cui si è pervenuti alla aggiudicazione/affidamento.
aggiudicazione ESC01 da inviarsi solo in caso di procedura aggiudicata/affidata)
entro e non oltre il 31 gennaio dell'anno successivo a quello in cui si è pervenuti alla aggiudicazione/affidamento (contestualmente all’invio della scheda ESC00)

NOTA BENE: per i settori speciali non è necessario alcun invio per le successive comunicazioni.

Il SOAP mette a disposizione delle amministrazioni e in particolar modo del Responsabile Unico del Procedimento uno strumento che all’atto di creazione delle schede di intervento pone in condizione di intraprendere il percorso di monitoraggio in coerenza con il contesto normativo di riferimento attraverso la scelta del diverso Tipo di monitoraggio.
Per poter quindi adempiere a quanto dovuto occorre che il Dirigente dell’unità organizzativa così come profilato sul SOAP crei la scheda di gara (Opera/Servizio/Fornitura) e associ il nominativo del RUP.
Se tale scheda è già stata oggetto di definizione in occasione di redazione del Programma Triennale non occorre crearne un’altra.
Qualora il Dirigente coincida con il RUP occorre comunque associare il proprio nominativo all’interno della scheda di gara.
Solo una volta espletata le propedeutiche operazioni su descritte sarà possibile accedere con il ruolo di RUP e visualizzare le gare associate.
Successivamente sarà possibile selezionare la gara e creare la scheda di intervento che prevede l’indicazione dell’oggetto dell’appalto, dell’importo, del CPV di riferimento (ereditato e precompilato dalla scheda di gara) e del tipo di monitoraggio attraverso la scelta delle alternative proposte nel menù.

Per la scelta di monitoraggio occorre selezionare dal menu la tipologia :

  • 1:
    • Per la trasmissione dei dati che contemplano le informazioni relative a contratti di importo a base d'asta sopra la soglia dei 40.000 €  di LAVORI, SERVIZI e FORNITURE pubblicati a far data dal 01/01/2013.
    • Per la trasmissione dei dati che contemplano le informazioni relative a contratti di importo a base d'asta sopra la soglia dei 150.000 €  di LAVORI aggiudicati/affidati a far data dal 01/01/2009 fino al 31/12/2012.
    • Per la trasmissione dei dati che contemplano le informazioni relative a contratti di importo a base d'asta sopra la soglia dei 150.000 €  di SERVIZI e FORNITURE aggiudicati/affidati a far data dal 01/01/2008 fino al 31/12/2012.
  • 2:
    • Per la trasmissione dei dati che contemplano le informazioni relative a contratti di importo a base d'asta sopra soglia dei 150.000 € di soli LAVORI aggiudicati/affidati prima del 01/01/2009. (Vecchie schede di monitoraggio modelli A,B,C).
    • Per la trasmissione dei dati che contemplano le informazioni relative a tutti i contratti di importo a base d'asta sotto soglia dei 150.000 € di LAVORI aggiudicati/affidati prima del 01/01/2011. (Vecchie schede di monitoraggio - rilevazione trimestrale).
  • 4:
    • Per la trasmissione dei dati relativi a contratti di importo a base d'asta compresi tra la soglia di 40.000 € e 150.000 di LAVORI € aggiudicati/affidati a far data dal 01/01/2011 e fino al 31/12/2012. Per i CIG di LAVORI pubblicati dopo il 01/01/2013 procedere con la scelta del tipo di monitoraggio 1.
    • Per la trasmissione dei dati relativi a contratti di importo a base d'asta compresi tra la soglia di 40.000 € e 150.000 € di SERVIZI e FORNITURE aggiudicati/affidati a far data dal 12/07/2011 e fino al 31/12/2012. Per i CIG di SERVIZI e FORNITURE pubblicati dopo il 01/01/2013 procedere con la scelta del tipo di monitoraggio 1.
    • Per la trasmissione dei dati relativi a contratti di importo a base d'asta compresi tra la soglia di 20.000 € e 150.000 € di SERVIZI e FORNITURE aggiudicati/affidati nel periodo dal 01/01/2011 al 11/07/2011.
  • 5:
    • Per la trasmissione dei dati relativi a contratti esclusi, di importo a base d'asta sopra la soglia dei 150.000 € previsti dagli articoli 19, 20, 21, 22, 23, 24, 26 D.Lgs 163/06 aggiudicati/affidati a far data dal 01/01/2011.
    • Per la trasmissione dei dati relativi a contratti esclusi, di importo a base d'asta sopra la soglia dei 40.000 € previsti dagli articoli 19, 20, 21, 22, 23, 24, 26 D.Lgs 163/06 pubblicati a far data dal 01/01/2013.
  • 6:
    • Per la trasmissione dei dati relativi ad accordi quadro conclusi secondo quanto previsto dall’art. 59 D.Lgs 163/06 (a seguito di rilascio “CIG padre”) inerenti SERVIZI E FORNITURE la cui aggiudicazione sia avvenuta a far data dal 01/01/2011 e la cui soglia minima di importo a base d'asta è 20.000 € o la cui aggiudicazione sia avvenuta far data dal 12/07/2011 e la cui soglia minima di importo a base d'asta è 40.000 €.
    • Per la trasmissione dei dati relativi ad accordi quadro e fattispecie consimilari (a seguito di rilascio “CIG padre”) inerenti LAVORI la cui aggiudicazione sia avvenuta a far data dal 01/01/2011 e la cui soglia minima di importo a base d'asta è 40.000 €.
  • 7:
    • Per la trasmissione dei dati relativi a contratti discendenti da accordi quadro secondo quanto previsto dall’art. 59 D.Lgs 163/06 (a seguito di rilascio “CIG derivato”) la cui aggiudicazione sia avvenuta a far data dal 01/01/2011 ed inerenti appalti di SERVIZI E FORNITURE la cui soglia minima di importo a base d'asta è 20.000 € o la cui aggiudicazione sia avvenuta a far data dal 12/07/2011 ed inerenti appalti di SERVIZI e FORNITURE la cui soglia minima di importo a base d'asta è 40.000 €.
    • Per la trasmissione dei dati relativi a contratti discendenti da accordi quadro e fattispecie consimilari (a seguito di rilascio “CIG derivato”) inerenti LAVORI la cui aggiudicazione sia avvenuta a far data dal 01/01/2011 e la cui soglia minima di importo a base d'asta è 40.000 €.

La scheda di creazione intervento è stata arricchita con il servizio web “interroga CIG” che permette di richiamare dalla base dati SIMOG, oltre che le informazioni su descritte, tutti i dati relativi al CIG stesso, utili per la compilazione delle schede di monitoraggio.
Le tipologie di schede, le tempistiche di invio e le modalità di compilazione dei dati sono indicate direttamente sulle pagine dell’applicativo e rispecchiano per le diverse forme di monitoraggio le varie casistiche contemplate dai vari tipi di adempimento.
Si riassume brevemente, ma si rimanda alla lettura del manuale utente per un puntuale approfondimento,  il funzionamento delle principali caratteristiche del SOAP:
Verifica stato delle comunicazioni: Funzionalità che permette di visualizzare in che stato versa la comunicazione:

  • Bozza: comunicazione compilata ma non trasmessa all’Osservatorio;
  • Trasmessa: Comunicazione trasmessa all’Osservatorio ma non ancora inoltrata ad ANAC;
  • Approvata: Comunicazione trasmessa all’Osservatorio e inoltrata correttamente ad ANAC;

Funzione Duplica: Funzionalità che permette di fare un duplicato della comunicazione già trasmessa mantenendo lo storico e creando una nuova bozza di scheda sulla quale si potranno effettuare le operazioni di eventuali modifiche, aggiunte (nel caso di SAL, Subappalti, Sospensioni e Varianti) e integrazioni;
Funzione Salva: Funzionalità che permette il salvataggio in bozza della scheda;
Funzione Chiudi Compilazione: Funzionalità che permette l’invio delle comunicazione e il passaggio dallo stato di “Bozza” allo stato “Trasmessa”;
Per le modalità dei dati inerenti gare i cui CIG siano stati richiesti attraverso centrali di committenza o altri soggetti aggregatori occorre fare riferimento alle indicazioni contenute nelle Faq.