Regione Piemonte

In questa pagina:



Sanzioni proporzionali

La previsione legislativa di una sanzione proporzionale (come nel caso in cui la legge imponga il pagamento di euro 100 per ogni esemplare di fauna abbattuto illecitamente, ad esempio 10) non è di ostacolo all'ammissione al pagamento di una somma in misura ridotta; in quest'ultima ipotesi il risultato della moltiplicazione (nel caso considerato 10 esemplari per 100 euro di sanzione si ottiene 1000 euro) si reputa un massimo edittale da cui ricavare la PMR pari alla terza parte (euro 333).

Assenza di un obbligo di dare avviso della facoltà

L'accertatore della violazione non ha nessun obbligo di dare avviso dell'importo esatto da pagare per estinguere il proprio obbligo, conseguentemente il diritto di versare la somma che si ritiene dovuta prescinde dall’indicazione della sanzione contenuta nel verbale di accertamento, la cui omissione o erronea indicazione non può costituire ostacolo all'oblazione.

La decadenza per l'omesso esercizio del diritto di oblazione entro il termine stabilito, attenendo a materia sottratta alla disponibilità delle parti, è rilevabile anche d'ufficio in ogni stato e grado del giudizio di opposizione o di cassazione, a nulla rilevando che nel verbale di contestazione sia stato omesso l’avviso della facoltà.