Regione Piemonte - Commercio

In questa pagina:

Versioni alternative:

Torna alla home page della Regione Piemonte [1]


Commercio

La Regione Piemonte, in quanto ente di programmazione, definisce gli indirizzi generali nell’ambito del proprio territorio in modo da favorire lo sviluppo del tessuto economico che conta oltre 60 mila imprese.

Al fine di modernizzare il sistema distributivo, favorire uno sviluppo equilibrato tra piccola, media e grande distribuzione, mantenere una diffusa presenza commerciale nei piccoli comuni e nelle aree disagiate, valorizzare i centri storici, migliorare la qualità del servizio, diversificare le tipologie per evitare situazioni dominanti, la Regione adotta diversi strumenti tra i quali:

L’impegno della Regione è motivato dalla convinzione che il sistema distributivo possa e debba pienamente concorrere alla crescita del Piemonte, in stretto collegamento con il mondo produttivo.

In evidenza

Si avvisa che con deliberazione n. 2-775 del 18/12/2014 la Giunta Regionale ha anticipato la data di inizio dei saldi invernali a sabato 3 gennaio 2015.

Si avvisa che i settori Programmazione del Settore Terziario Commerciale e Valorizzazione e Sostegno del Commercio Piemontese hanno trasferito i propri uffici presso la sede di Via Pisano, 6 - 10153 Torino.

Con Determinazione dirigenziale n. 814 del 26/11/2014 è stato approvato il bando ed il facsimile di domanda per l'accesso ai finanziamenti per la realizzazione di "Programmi di Qualificazione Urbana - Percorsi Urbani del Commercio" nell'ambito della Programmazione 2014-2015 - Misura 5

L’articolo 23 (Stazioni di distribuzione dei carburanti ubicate nelle aree urbane. Caso EU PILOT 4734/13/MARK) della legge 30 ottobre 2014, n. 161 “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2013-bis” (pubblicata sulla G.U.R.I. del 10/11/2014, n. 261, supplemento ordinario. In vigore dal 25 novembre 2014), ha introdotto la possibilità di realizzare anche nei centri abitati impianti eroganti esclusivamente in modalità self-service pre-pagamento senza assistenza del gestore.
L’articolo 23 citato, infatti, ha sostituito le parole “posti al di fuori dei centri abitati, quali definiti ai sensi del codice della strada o degli strumenti urbanistici comunali” - contenute nel comma 7 del decreto legge 98/2011 (come modificato dal decreto legge 1/2012) - con le parole “ovunque ubicati”.
Trattandosi di norme concernenti la tutela della concorrenza (materia di competenza esclusiva statale ai sensi dell’art. 117, comma 2, lettera e), della Costituzione), le disposizioni ivi contenute si applicano sin d’ora, anche in deroga ad eventuali diverse norme regionali. Risulta quindi superata la disposizione contenuta all’art. 22 della D.G.R n. 35-9132 del 7 luglio 2008 secondo cui la suddetta modalità di erogazione è consentita solo “nelle aree territorialmente svantaggiate” .

Con deliberazione n. 36-637 del 24 novembre 2014 la Giunta Regionale ha fissato le date di inizio dei saldi di fine stagione, confermando il calendario già previsto per il precedente anno.
Pertanto, le date di inizio dei saldi invernali ed estivi per l’anno 2015 seguiranno il seguente calendario:
> - i saldi invernali iniziano, per tutti i comuni della Regione, lunedì 5 gennaio 2015.
> - i saldi estivi iniziano, per tutti i comuni della Regione, sabato 4 luglio 2015."

D.D. n. 622 del 25/09/2014 - Scorrimento della graduatoria e ammissione a finanziamento di otto istanze di Comuni sulla Misura 4

D.D. n. 610 del 18/09/2014 - Approvazione della graduatoria delle istanze presentate dai Comuni per la Misura 1

D.D. n. 450 del 27/06/2014 - Approvazione della graduatoria delle istanze presentate dai Comuni per la Misura 3

D.D. n. 415 del 17/06/2014 - Approvazione della graduatoria delle istanze presentate dai Comuni per la Misura 2

D.D. n. 365 del 28/05/2014 - Rettifica della D.D. n. 282/2014. Riapprovazione degli Allegati 2 e 3

D.D. n. 282 del 28/04/2014 - Approvazione della graduatoria delle istanze presentate dai Comuni per la Misura 4

D.D. n. 549 del 26/08/2014 - Ammissione a contributo di 12 Organismi Associati di Impresa del Commercio per una spesa pari a Euro 239.741,14

D.D. n. 366 del 28/04/2014 - Sostegno agli Organismi Associati di Impresa del Commercio per l'annualità 2014. Approvazione del bando e del fac-simile di domanda

Nota del Ministero dello Sviluppo Economico, Prot. n. 0040274 del 10/03/2014, avente ad oggetto: "Decreto di accreditamento di AGENZIA NAZIONALE PER LE IMPRESE DEI PROFESSIONISTI S.r.l. ovvero AGIPRO S.R.L. per l'esercizio provvisorio dell'attività di Agenzia per le imprese di cui al punto 4, lettera a), dell'allegato al decreto del Presidente della Repubblica 9 luglio 2010, n. 159.

COMUNICAZIONE AI COMUNI: COLLAUDO AUTOCERTIFICATO
Da più Comuni viene chiesto se il collaudo quindicennale degli impianti di distribuzione carburanti ex art. 6 L.R. 14/2004 può rientrare nella casistica di cui all’art. 10 del D.P.R. n. 160/2010 ( collaudo autocertificato).
In merito ai quesiti che sempre più frequentemente ci vengono posti in proposito, si fa presente che la verifica quindicennale da effettuarsi sugli impianti di distribuzione carburanti con collaudo disposto dal Comune mediante apposita commissione ( art. 6 della L.R. n. 14/2004 ) non rientra nella casistica di cui all’art. 10 del D.P.R. n. 160/2010 concernente la chiusura dei lavori ed il relativo collaudo e per i quali la normativa regionale di settore già prevede il collaudo autocertificato, in quanto trattasi di una verifica periodica riguardante anche gli aspetti sanitari ed ambientali e che prescinde da eventuali lavori realizzati sul punto vendita.
Ciò premesso, si ritiene tuttavia che il procedimento di cui al citato art. 10 possa costituire, nello spirito della semplificazione amministrativa, una seconda modalità per ottemperare all’obbligo quindicennale previsto qualora l’impresa richiedente sia in grado di produrre certificati in corso di validità rilasciati dagli enti componenti la Commissione preposta alla visita di collaudo attestanti il rispetto delle norme.

Con Determinazione dirigenziale n. 704 del 16/12/2013 è stato approvato il bando per l'accesso ai finanziamenti per la riqualificazione di spazi pubblici destinati o da destinarsi ad aree mercatali nell'ambito della Programmazione 2013-2014 - Misura 1

Con Determinazione dirigenziale n. 705 del 16/12/2013 è stato approvato il bando per l'accesso ai finanziamenti per la realizzazione o recupero di strutture permanenti aperte a protezione di spazi pubblici destinati o da destinarsi a mercati e manifestazioni fieristiche nell'ambito della Programmazione 2013-2014 - Misura 2

Con Determinazione dirigenziale n. 706 del 16/12/2013 è stato approvato il bando per l'accesso ai finanziamenti per l'adeguamento di locali di proprietà comunale, non sedi di attività amministrative, da destinarsi ad attività di promozione e di servizio delle attività commerciali e delle manifestazioni fieristiche nell'ambito della Programmazione 2013-2014 - Misura 3

Con Determinazione dirigenziale n. 707 del 16/12/2013 è stato approvato il bando per l'accesso ai finanziamenti per l'acquisto di tensostrutture e tendostrutture finalizzate ad ospitare manifestazioni fieristiche, a qualifica internazionale, nazionale, regionale e locale, in spazi espositivi non permanenti nell'ambito della Programmazione 2013-2014 - Misura 4

Nota della Direzione Regionale Attività Produttive – Settore Programmazione del Settore Terziario Commerciale - prot. n. 00013917 del 26/11/2013 avente ad oggetto : “Decreto legislativo 24 aprile 2001, n. 170 - disciplina delle rivendite di quotidiani e periodici, alla luce dei principi della direttiva 2006/123/CE e delle recenti modifiche normative nazionali. - Indicazioni interpretative.”

Nota della Direzione Regionale Attività Produttive - Settore Programmazione del Settore Terziario Commerciale - prot. n. 00013174 del 08/11/2013 avente ad oggetto: “Commercio su area pubblica. Intesa della Conferenza Unificata sui criteri per l’assegnazione dei posteggi, in attuazione dell’art. 70, comma 5, del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 “Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno”. Ulteriori indicazioni.”

Comunicazione ai Comuni del Piemonte e agli Enti gestori dei corsi di formazione del settore alimentare.
Nota prot. n. 6384/DB1614 del 16/05/2013 della Direzione Regionale Attività Produttive – Settore Valorizzazione e Sostegno del Commercio Piemontese, avente ad oggetto: "Modifica sanzioni articoli 16 e 21 della L.R. n. 38/2006 e s.m.i. Formazione obbligatoria di aggiornamento rivolta ai titolari di esercizio in attività, o loro delegati nel comparto della somministrazione di alimenti e bevande".

D.D. n. 362 del 10.8.2012
Bando per il finanziamento di progetti per l’adozione di prodotti e/o processi e/o servizi informatici innovativi basati sull’utilizzo di TIC nel settore del commercio.

D.D. n. 170 del 24/04/2012. Bando per il sostegno degli Organismi di Associazione d'Impresa (O.A.D.I.) del commercio anno 2012

Comunicazione della Direzione Regionale Attivitr Produttive – Settore Sviluppo ed Incentivazione del Commercio, Prot. n. 1835/DB1608 del 08/02/2012 avente ad oggetto: "L.R. n. 38/2006 e s.m.i. art. 5 - D.G.R. n. 103 - 12937 del 21/12/2009. Formazione obbligatoria di aggiornamento rivolta ai titolari di esercizio in attivitr, o loro delegati nel comparto della somministrazione di alimenti e bevande".


Servizio a cura della Direzione A19000 - Competitività del Sistema regionale