Regione Piemonte - Commercio

In questa pagina:



Oneri aggiuntivi per il rilascio delle autorizzazioni per grandi strutture di vendita di cui alla L.R. 28/1999

L’onere aggiuntivo per il rilascio delle autorizzazioni per grandi strutture di vendita è previsto dall’art. 3, comma 3 della l.r. 28/1999, come modificata dalla l.r. 13/2011 e s.m.i. e normato dall’art. 15, comma 19, lett. b) della d.c.r. n. 563-13414/1999 e s.m.i.. Le disposizioni attuative sono state approvate con d.g.r. n. 21-4844/2006 e s.m.i..

Al fine di fornire un quadro completo di informazioni in merito all’onere aggiuntivo per grandi strutture di vendita sono pubblicati in queste pagine, a cura dell’Osservatorio regionale del commercio, un documento di sintesi della natura e della disciplina dell’onere aggiuntivo, i quadri sinottici della normativa e dei soggetti interessati, il testo coordinato della deliberazione della Giunta Regionale con la quale sono state approvate le disposizioni attuative e i risultati del monitoraggio dell'attuazione della disciplina degli oneri aggiuntivi per grandi strutture di vendita.

Per consentire a tutti i comuni del Piemonte di conoscere con precisione gli importi loro dovuti a titolo di onere aggiuntivo per il rilascio di autorizzazioni per grandi strutture di vendita e le  autorizzazioni alle quali gli stessi si riferiscono, l’Osservatorio regionale del commercio mette a disposizione, in queste pagine, tutte le informazioni sugli oneri aggiuntivi che le società promotrici di grandi insediamenti commerciali devono corrispondere alla Regione ed ai Comuni per il rilascio delle autorizzazioni e sugli interventi per i quali sono dovuti. I dati sono raccolti in due tabelle scaricabili in formato excel.

La prima tabella contiene l’elenco delle autorizzazioni per grandi strutture di vendita soggette all’obbligo della corresponsione dell’onere aggiuntivo e presenta tutte le informazioni relative alle deliberazioni della Conferenza dei servizi ex d.lgs. 144/1988, approvate dal 2004 ad oggi, per interventi soggetti all’onere aggiuntivo ed alla somma totale dovuta a titolo di onere per ogni singola autorizzazione.

La seconda tabella contiene l’elenco dei comuni beneficiari di oneri aggiuntivi e presenta tutte le informazioni relative alla somma dovuta a titolo di onere aggiuntivo ad ogni singolo comune con l’indicazione di tutti i dati relativi ad ogni intervento cui l’onere si riferisce e per il quale è stato espresso parere positivo dalla Conferenza dei servizi ex d.lgs. 144/1988.

Ogni comune potrà verificare nel secondo prospetto la situazione degli oneri aggiuntivi di pertinenza. Per tale controllo sarà sufficiente applicare un filtro per il comune considerato, utilizzando il codice Istat o la denominazione del comune. Potrà essere applicato un filtro anche per ognuna delle altre variabili presentate nel prospetto.

Il prospetto dei comuni beneficiari di oneri aggiuntivi è presentato, oltre che a scala regionale, anche per provincia. Nell’elenco regionale i comuni sono presentati in ordine alfabetico indipendentemente dalla provincia di appartenenza.

Per qualsiasi informazione o chiarimento relativo ai prospetti può essere contattato l’Osservatorio regionale del commercio:

Telefono: 011.4322599  (lunedì- giovedì 9.00–12.30 14.00–17.00  venerdì 9.00–12.30)
E-mail: paolo.allio@regione.piemonte.it

Informazioni sull’attivazione di grandi strutture di vendita soggette ad onere aggiuntivo vanno richieste al comune sede dell’intervento che ha rilasciato l’autorizzazione e non all’Osservatorio Regionale del Commercio.

I comuni interessati sono pregati di segnalare all’Osservatorio Regionale del Commercio, utilizzando il numero telefonico o la mail sopra indicate, eventuali attivazioni di grandi strutture di vendita soggette ad onere aggiuntivo non ancora rilevate dall’Osservatorio regionale del commercio.

Normativa degli oneri aggiuntivi per grandi strutture di vendita

  • Natura e disciplina dell’onere aggiuntivo per grandi strutture di vendita ex l.r. 28/1999 - sintesi
  • Quadro sinottico della normativa dell’onere aggiuntivo per grandi strutture di vendita
  • Disposizioni attuative riferite all’onere aggiuntivo per grandi strutture di vendita

    Le disposizioni attuative riferite agli oneri aggiuntivi per grandi strutture di vendita sono state approvate con D.G.R. n. 21-4844 dell’11.12.2006 e successivamente modificate con D.G.R n. 30-12297 del 5.10.2009 e con D.G.R. 20-593 del 10.6.2013.
    L’Allegato A della D.G.R. n. 21-4844/2006, entrata in vigore alla data di approvazione, stabiliscein undici articoli, i criteri per l’individuazione dei Comuni interessati all’onere aggiuntivo e per il calcolo e la ripartizione a favore dei Comuni beneficiari della somma dovuta a titolo di onere aggiuntivo e individua i vincoli e i termini di utilizzo dei fondi da parte dei Comuni beneficiari.
    Per consentire una rapida e pratica consultazione sono pubblicati di seguito il testo coordinato dell’allegato A alla D.G.R. n. 21-4844/2006 e i singoli articoli che lo compongono.

    • Testo coordinato dell’allegato A della D.G.R. n. 21-4844 dell’11.12.2006
      Onere aggiuntivo per il rilascio delle autorizzazioni per medie e grandi strutture di vendita in attuazione dell’art. 3, c.2, lett. d) della L.R. 28/99 e dell’art. 15 c. 11 bis della D.C.R. 29 ottobre 1999, n. 563-13414 così come modificata dalla D.C.R.23 dicembre 2003, n. 347-42514 e dalla D.C.R 24 marzo 2006 n. 59-10831. Disposizioni attuative riferite alle autorizzazioni per grandi strutture di vendita
    • Art. 1 Oggetto e finalità
    • Art. 2 Natura giuridica, finalità e ambito di applicazione dell’onere aggiuntivo
    • Art. 3 Soggetti beneficiari
    • Art. 4 Graduatoria per il riparto dei fondi
    • Art. 5 Criteri per l’ individuazione dei comuni interessati
    • Art. 6 Criteri per il calcolo dell’ammontare dell’onere aggiuntivo
    • Art. 7 Riparto dei fondi
    • Art. 8 Vincoli di destinazione e termini a carico dei Comuni beneficiari
    • Art. 9 Norme di procedimento
    • Art. 10 Controllo e revoca dei benefici
    • Art. 11 Disposizioni finali
  • Tabella sinottica dei soggetti e delle tempistiche relative alla disciplina dell’onere aggiuntivo per grandi strutture di vendita

 

Monitoraggio della disciplina dell'onere aggiuntivo per grandi strutture di vendita

 

Prospetti riepilogativi degli oneri aggiuntivi per grandi strutture di vendita