Regione Piemonte - Commercio

In questa pagina:



Presentazione

La Regione Piemonte, in quanto ente di programmazione, definisce gli indirizzi generali nell’ambito del proprio territorio in modo da favorire lo sviluppo del tessuto economico che conta oltre 60 mila imprese.

Al fine di modernizzare il sistema distributivo, favorire uno sviluppo equilibrato tra piccola, media e grande distribuzione, mantenere una diffusa presenza commerciale nei piccoli comuni e nelle aree disagiate, valorizzare i centri storici, migliorare la qualità del servizio, diversificare le tipologie per evitare situazioni dominanti, la Regione adotta diversi strumenti tra i quali: Leggi tutto

L’impegno della Regione è motivato dalla convinzione che il sistema distributivo possa e debba pienamente concorrere alla crescita del Piemonte, in stretto collegamento con il mondo produttivo.

News in evidenza

Si avvisa che con la D.D. n. 317 del 24/07/2018 è stata approvata la graduatoria relativa al sostegno dei Percorsi Urbani del Commercio relativa all'ammissione a contributo di diciassette Comuni piemontesi .

MERCATINI DEGLI HOBBISTI: AVVISO AI COMUNI E AI CITTADINI
Con D.D. n. 267 del 21 giugno 2018 sono state fornite le indicazioni ai Comuni per:

  • la trasmissione dei dati alla Regione Piemonte;
  • la consultazione della banca dati dei venditori occasionali.

Si rammenta che l'indirizzo mail dal quale il Comune farà la richiesta di accreditamento al Personal Share, per la consultazione della banca dati, sarà utilizzato per accreditare l'ente e pertanto l'accesso alla banca dati avverrà attraverso il link inviato a tale indirizzo.
Qualora venga delegato un soggetto terzo alla consultazione della banca dati, il Comune dovrà, preventivamente, indicare alla Regione, oltre le generalità del medesimo, anche l'indirizzo mail del soggetto: tale indirizzo mail verrà accreditato al Personal Share e riceverà il link per la consultazione della banca dati dei venditori occasionali.
In caso di presenza di soggetto delegato (alla trasmissione o alla consultazione dei dati) il Comune deve assicurarsi che tale soggetto fornisca le garanzie necessarie ai fini della tutela prevista per il trattamento dei dati personali dei soggetti interessati, così come previsto dal Regolamento UE 2016/679.

MERCATINI DEGLI HOBBISTI: AVVISO AI COMUNI E AI CITTADINI
Con D.D. n. 255 del 15 giugno 2018 sono stati adottati la modulistica tipo e il modello unico regionale di tesserino per la vendita occasionale, in attuazione della D.G.R. 11 maggio 2018, n. 12-6830, che entrerà in vigore il 30/06/2018.
Si rammenta che fino a tale data non possono essere richiesti, nè rilasciati, i tesserini per gli hobbisti; mentre le amministrazioni comunali possono già adeguare le manifestazioni esistenti con partecipazione di venditori occasionali alle nuove disposizioni regionali.
Fino a tale adeguamento, si applicano alle manifestazioni esistenti le previgenti disposizioni relative, in particolare, alla possibilità per gli operatori non professionali di richiedere per ogni singola partecipazione apposita autorizzazione temporanea.
Al fine di agevolare le amministrazioni comunali e i venditori occasionali, sono disponibili i file in word della modulistica, ed in particolare:

Il modello di tesserino per la vendita occasionale è stato trasmesso ai comuni insieme alla notifica della determinazione sopra citata e sarà successivamente reso disponibile in un'area protetta, condivisa con le amministrazioni locali.
Per la trasmissione dei dati, i Comuni dovranno accedere al Portale delle Rilevazioni degli Enti locali e seguire le istruzioni presenti sul medesimo.

MERCATINI DEGLI HOBBISTI: AVVISO AI COMUNI E AI CITTADINI
Con D.G.R. n. 12-6830 dell’11 maggio 2018 la Giunta regionale ha approvato i “Criteri per lo svolgimento dell’attività di vendita occasionale nei mercatini aventi quale specializzazione il collezionismo, l’usato, l’antiquariato e l’oggettistica varia”, così come previsto dall’art. 11 quinquies, comma 3 della L.R. 28/1999 e s.m.i.
La deliberazione entrerà in vigore il trentesimo giorno successivo alla sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte e pertanto il 30/06/2018.

Approvati i moduli unificati e standardizzati in materia di attività commerciali e assimilabili
Con D.G.R. 29 Marzo 2018, n. 13-6679 "Recepimento regionale della modulistica unificata e standardizzata in materia di attivita' commerciali e assimilabili, comprensive di alcune attivita' artigianali, approvata in sede di Conferenza Unificata con l'Accordo del 22 febbraio 2018." sono stati approvati i moduli unificati e standardizzati in materia di attività commerciali e assimilabili.

Leggi tutto

Modulistica unificata e standardizzata

I moduli unificati e standardizzati per le attività commerciali e assimilabili sono i seguenti:

AVVISO AI COMUNI
06 marzo 2018 - Si comunica che è disponibile sul sito di Finpiemonte il bando di finanziamento collegato ai Percorsi Urbani del Commercio di cui alla Determinazione Dirigenziale n. 715 del 28/12/2017.
Vai alla pagina

Con la D.D. n. 715 del 28/12/2017 è stato approvato il bando e il facsimile di domanda per l'accesso dei Comuni polo, sub-polo e intermedi del Piemonte, così come individuati dalla D.C.R. 29/10/99, n. 563-13414 e s.m.i., nonché i Comuni minori che alla data di presentazione della domanda agli uffici regionali abbiano una popolazione superiore ai 3.000 abitanti, risultante da autocertificazione del Sindaco ai finanziamenti per la realizzazione di Percorsi Urbani del Commercio. Con D.D. n. 30 del 01/02/2018 il termine per la presentazione delle domande è stato prorogato alle ore 12:30 del 30/03/2018.
Vai al bando

Con D.G.R. n. 32-6031 dell' 1 dicembre 2017 la Giunta Regionale ha fissato le date di inizio dei saldi di fine stagione per l'anno 2018.
Pertanto, le date di inizio dei saldi invernali e estivi per l'anno 2018 seguiranno il seguente calendario:

    • i saldi invernali iniziano, per tutti i comuni della Regione, venerdì 5 gennaio 2018;
    • i saldi estivi iniziano, per tutti i comuni della Regione, sabato 7 luglio 2018.

AVVISO AI COMUNI E AGLI OPERATORI: ADEMPIMENTI VARA ANNO 2017-2018.
Con D.G.R. n. 44-5475 del 3 agosto 2017 la Giunta regionale ha disposto un differimento dei termini per la verifica della regolarità contributiva e fiscale degli operatori del commercio su area pubblica. In particolare è stato disposto un ulteriore differimento dei termini per gli adempimenti previsti per gli anni 2016 e 2017, riferiti alle verifiche per gli anni 2014 e 2015, rispettivamente alle date del 30 giugno e 30 settembre 2019. E’ stato inoltre disposto un differimento dei termini per gli adempimenti previsti per gli anni 2018 e 2019, riferiti alle verifiche per gli anni 2016 e 2017, sempre alle date del 30 giugno e 30 settembre 2019.

Approvati i moduli unificati e standardizzati delle attività commerciali
Con D.G.R. 19 Giugno 2017, n. 20-5198 "Adeguamento regionale della modulistica unificata e standardizzata in materia di attivita' commerciali e assimilabili, in particolare per alcune attivita' artigianali, approvata in sede di Conferenza Unificata con l'Accordo del 4 maggio 2017" sono stati approvati i moduli unificati e standardizzati delle attività commerciali....

Leggi tutto

PERMESSO DI COSTRUIRE PER NUOVO IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI.

In riferimento all'oggetto, si fa presente che la materia è disciplinata in particolare dal  Decreto Legislativo 11 febbraio 1998 n. 32 e dalle sue successive modificazioni.

Leggi tutto

Tale decreto prevede un sistema di autorizzazioni all’installazione ed all’esercizio di impianti di distribuzione carburanti che sostituisce il precedente regime di concessione e stabilisce che, insieme all’autorizzazione, debba essere rilasciata anche la concessione edilizia, ora divenuta “permesso di costruzione”. Il testo inoltre all’art. 2, dopo aver precisato, al comma 1, che: “Per consentire la razionalizzazione della rete di distribuzione e la semplificazione del procedimento di autorizzazione di nuovi impianti su aree private i comuni, entro sessanta giorni  dalla data di entrata in vigore del presente decreto, individuano criteri, requisiti e caratteristiche delle aree sulle quali possono essere installati detti impianti”  afferma : “La localizzazione degli impianti di carburanti costituisce un mero adeguamento degli strumenti urbanistici in tutte le zone e sottozone del piano regolatore generale non sottoposte a particolari vincoli paesaggistici, ambientali ovvero monumentali e non comprese nelle zone territoriali omogenee A.”
Poiché, entro la data prevista del 18.6.1998 pochissimi comuni avevano adottato tale provvedimento, il Governo emanò il D.Lgs 8 settembre 1999, n. 346 prevedendo un nuovo termine; trascorso tale termine senza che i comuni vi avessero provveduto, venne stabilito che fossero le Regioni a doverlo fare nei successivi centoventi giorni. La Regione Piemonte provvide pertanto con la DGR n. 48-29266 del 31 gennaio 2000 a determinare tali criteri e requisiti.
Anche i successivi provvedimenti regionali, la l.r. 31maggio 2004 n. 14 e la DGR 20 dicembre 2004, n. 57-14407 e poi la DGR 7 luglio 2008, n. 35-9132 s’inseriscono sostanzialmente in tale impostazione, consistente pertanto nell’assumere i criteri deliberati dalla Regione come unica disciplina di riferimento, limitandosi a richiamare disposizioni del PRGC per l’individuazione delle aree escluse dalla possibilità di localizzazione dei nuovi impianti, cui appartengono peraltro le categorie indicate dal citato provvedimento regionale.

AVVISO: LOTTA ALLA LUDOPATIA IN PIEMONTE
Si avvisa che sul sito web della Direzione regionale Sanità: è disponibile il servizio FAQ sulla Legge regionale 2 maggio 2016, n. 9 “Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico.

Bando Programma di Qualificazione Urbana - Percorso urbano del commercio
A chi è rivolto

Le microimprese: del commercio e del turismo iscritte al Registro delle Imprese, aventi sede operativa nel territorio della Regione Piemonte e con sede nell’area d’intervento urbanistico, oggetto del “Programma di Qualificazione Urbana - Percorso urbano del commercio”.
Leggi tutto

In cosa consiste il Bando
Finanzia iniziative realizzate nell’ambito di un progetto redatto dai Comuni al fine di uniformare e armonizzare l’ambiente in cui operano le imprese del settore del commercio e del turismo:
- l’illuminazione esterna, le tende e le insegne
- il rifacimento di facciate di immobili e/o di porticati (intonacatura e tinteggiatura) per la/e porzione/i su cui si affacciano gli esercizi
- la sistemazione di vetrine, comprese le serrande
- la sistemazione di dehors, compreso l’acquisto di sedie, tavoli e fioriere per uso esterno e facenti parte del dehor stesso
- la sistemazione dei chioschi
La dotazione finanziaria
Euro 748.648,49
Il Bando
Testo del bando
Serve aiuto?
Nunzia Pignataro - tel. 0114322512 telefax 0114325160, nunzia.pignataro@regione.piemonte.it
I tempi
28 aprile 2016
Normativa di riferimento
DD 1034 del 2015
Allegato 2

Con la D.D. n. 1028 del 30/12/2015 sono stati ammessi a finanziamento 14 progetti relativi alla Misura 5 Sostegno ai Comuni per la realizzazione di Programmi di Qualificazione Urbana - Percorsi Urbani del Commercio - per un importo pari a Euro 5.276.954,69.

Con la D.D. n. 913 dell'11/12/2015 è stata approvata la graduatoria relativa alla Misura Percorsi Urbani del commercio - Sostegno agli operatori commerciali relativa all'ammissione a contributo di 109 operatori commerciali per un importo pari a Euro 426.351,51.

L’Osservatorio regionale del commercio mette ha disposizione degli utenti sul portale Sistema Piemonte un servizio, ad accesso libero, che consente la consultazione, l’analisi e lo scarico in locale di statistiche sulla consistenza e sulla dinamica della rete distributiva della regione a partire dall’anno 2005.

Con la D.D. n. 467 del 14/07/2015 è stata approvata la graduatoria relativa alla Misura 5 : sostegno ai Comuni per la realizzazione di "Programmi di Qualificazione Urbana - Percorsi Urbani del Commercio".

Nota della Direzione Regionale Competitività del Sistema Regionale – Settore Programmazione del Settore Terziario Commerciale - prot. n. 10812 del 10/07/2015 avente ad oggetto: SEMPLIFICAZIONI IN MATERIA DI COMMERCIO. Legge regionale 11 marzo 2015, n. 3 "Disposizioni regionali in materia di semplificazione" Capo I. Indicazioni interpretative ed applicative

Con Determinazione dirigenziale n. 866 del 5/12/2014 è stato approvato i l bando ed il facsimile di domanda per l'accesso ai finanziamenti per la realizzazione di "Percorsi Urbani del Commercio - Sostegno agli operatori commerciali"

Con Determinazione dirigenziale n. 18 del 15/01/2015 è stato approvato una integrazione al bando per l'accesso ai finanziamenti per la realizzazione di "Programmi di Qualificazione del Commercio - Percorsi Urbani del Commercio" di cui alla D.D. n. 814 del 26/11/2014

Con Determinazione dirigenziale n. 814 del 26/11/2014 è stato approvato il bando ed il facsimile di domanda per l'accesso ai finanziamenti per la realizzazione di "Programmi di Qualificazione Urbana - Percorsi Urbani del Commercio" nell'ambito della Programmazione 2014-2015 - Misura 5

L’articolo 23 (Stazioni di distribuzione dei carburanti ubicate nelle aree urbane. Caso EU PILOT 4734/13/MARK) della legge 30 ottobre 2014, n. 161 “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2013-bis” (pubblicata sulla G.U.R.I. del 10/11/2014, n. 261, supplemento ordinario. In vigore dal 25 novembre 2014), ha introdotto la possibilità di realizzare anche nei centri abitati impianti eroganti esclusivamente in modalità self-service pre-pagamento senza assistenza del gestore.
L’articolo 23 citato, infatti, ha sostituito le parole “posti al di fuori dei centri abitati, quali definiti ai sensi del codice della strada o degli strumenti urbanistici comunali” - contenute nel comma 7 del decreto legge 98/2011 (come modificato dal decreto legge 1/2012) - con le parole “ovunque ubicati”.
Trattandosi di norme concernenti la tutela della concorrenza (materia di competenza esclusiva statale ai sensi dell’art. 117, comma 2, lettera e), della Costituzione), le disposizioni ivi contenute si applicano sin d’ora, anche in deroga ad eventuali diverse norme regionali. Risulta quindi superata la disposizione contenuta all’art. 22 della D.G.R n. 35-9132 del 7 luglio 2008 secondo cui la suddetta modalità di erogazione è consentita solo “nelle aree territorialmente svantaggiate” .

D.D. n. 622 del 25/09/2014 - Scorrimento della graduatoria e ammissione a finanziamento di otto istanze di Comuni sulla Misura 4

D.D. n. 610 del 18/09/2014 - Approvazione della graduatoria delle istanze presentate dai Comuni per la Misura 1

D.D. n. 450 del 27/06/2014 - Approvazione della graduatoria delle istanze presentate dai Comuni per la Misura 3

D.D. n. 415 del 17/06/2014 - Approvazione della graduatoria delle istanze presentate dai Comuni per la Misura 2

D.D. n. 365 del 28/05/2014 - Rettifica della D.D. n. 282/2014. Riapprovazione degli Allegati 2 e 3

D.D. n. 282 del 28/04/2014 - Approvazione della graduatoria delle istanze presentate dai Comuni per la Misura 4

D.D. n. 549 del 26/08/2014 - Ammissione a contributo di 12 Organismi Associati di Impresa del Commercio per una spesa pari a Euro 239.741,14

D.D. n. 366 del 28/04/2014 - Sostegno agli Organismi Associati di Impresa del Commercio per l'annualità 2014. Approvazione del bando e del fac-simile di domanda

Nota del Ministero dello Sviluppo Economico, Prot. n. 0040274 del 10/03/2014, avente ad oggetto: "Decreto di accreditamento di AGENZIA NAZIONALE PER LE IMPRESE DEI PROFESSIONISTI S.r.l. ovvero AGIPRO S.R.L. per l'esercizio provvisorio dell'attività di Agenzia per le imprese di cui al punto 4, lettera a), dell'allegato al decreto del Presidente della Repubblica 9 luglio 2010, n. 159.

COMUNICAZIONE AI COMUNI: COLLAUDO AUTOCERTIFICATO
Da più Comuni viene chiesto se il collaudo quindicennale degli impianti di distribuzione carburanti ex art. 6 L.R. 14/2004 può rientrare nella casistica di cui all’art. 10 del D.P.R. n. 160/2010 ( collaudo autocertificato).
In merito ai quesiti che sempre più frequentemente ci vengono posti in proposito, si fa presente che la verifica quindicennale da effettuarsi sugli impianti di distribuzione carburanti con collaudo disposto dal Comune mediante apposita commissione ( art. 6 della L.R. n. 14/2004 ) non rientra nella casistica di cui all’art. 10 del D.P.R. n. 160/2010 concernente la chiusura dei lavori ed il relativo collaudo e per i quali la normativa regionale di settore già prevede il collaudo autocertificato, in quanto trattasi di una verifica periodica riguardante anche gli aspetti sanitari ed ambientali e che prescinde da eventuali lavori realizzati sul punto vendita.
Ciò premesso, si ritiene tuttavia che il procedimento di cui al citato art. 10 possa costituire, nello spirito della semplificazione amministrativa, una seconda modalità per ottemperare all’obbligo quindicennale previsto qualora l’impresa richiedente sia in grado di produrre certificati in corso di validità rilasciati dagli enti componenti la Commissione preposta alla visita di collaudo attestanti il rispetto delle norme.

Con Determinazione dirigenziale n. 704 del 16/12/2013 è stato approvato il bando per l'accesso ai finanziamenti per la riqualificazione di spazi pubblici destinati o da destinarsi ad aree mercatali nell'ambito della Programmazione 2013-2014 - Misura 1

Con Determinazione dirigenziale n. 705 del 16/12/2013 è stato approvato il bando per l'accesso ai finanziamenti per la realizzazione o recupero di strutture permanenti aperte a protezione di spazi pubblici destinati o da destinarsi a mercati e manifestazioni fieristiche nell'ambito della Programmazione 2013-2014 - Misura 2

Con Determinazione dirigenziale n. 706 del 16/12/2013 è stato approvato il bando per l'accesso ai finanziamenti per l'adeguamento di locali di proprietà comunale, non sedi di attività amministrative, da destinarsi ad attività di promozione e di servizio delle attività commerciali e delle manifestazioni fieristiche nell'ambito della Programmazione 2013-2014 - Misura 3

Con Determinazione dirigenziale n. 707 del 16/12/2013 è stato approvato il bando per l'accesso ai finanziamenti per l'acquisto di tensostrutture e tendostrutture finalizzate ad ospitare manifestazioni fieristiche, a qualifica internazionale, nazionale, regionale e locale, in spazi espositivi non permanenti nell'ambito della Programmazione 2013-2014 - Misura 4

Comunicazione ai Comuni del Piemonte e agli Enti gestori dei corsi di formazione del settore alimentare.
Nota prot. n. 6384/DB1614 del 16/05/2013 della Direzione Regionale Attività Produttive – Settore Valorizzazione e Sostegno del Commercio Piemontese, avente ad oggetto: "Modifica sanzioni articoli 16 e 21 della L.R. n. 38/2006 e s.m.i. Formazione obbligatoria di aggiornamento rivolta ai titolari di esercizio in attività, o loro delegati nel comparto della somministrazione di alimenti e bevande".

D.D. n. 362 del 10.8.2012
Bando per il finanziamento di progetti per l’adozione di prodotti e/o processi e/o servizi informatici innovativi basati sull’utilizzo di TIC nel settore del commercio.

D.D. n. 170 del 24/04/2012. Bando per il sostegno degli Organismi di Associazione d'Impresa (O.A.D.I.) del commercio anno 2012

Comunicazione della Direzione Regionale Attività Produttive – Settore Sviluppo ed Incentivazione del Commercio, Prot. n. 1835/DB1608 del 08/02/2012 avente ad oggetto: "L.R. n. 38/2006 e s.m.i. art. 5 - D.G.R. n. 103 - 12937 del 21/12/2009. Formazione obbligatoria di aggiornamento rivolta ai titolari di esercizio in attivitr, o loro delegati nel comparto della somministrazione di alimenti e bevande".