Regione Piemonte - Affari europei

In questa pagina:




Fondi strutturali - Programmazione 2007 - 2013

I programmi Jasper, Jeremie e Jessica

Strumenti d'intervento molto diversi tra loro, Jasper, Jeremie e Jessica1, sono programmi europei, già utilizzati in passato, che si inseriscono tutti nel quadro di una più ampia politica di riforma per la coesione europea, che perseguono le linee guida strategiche per il periodo 2007- 2013 indicate dalla Commissione nel Luglio 2005. Tali linee guida enfatizzano l'importanza dell'accessibilità ai finanziamenti per lo sviluppo delle PMI ed, in particolare, la necessità di migliorare il sostegno a start-up e micro-imprese attraverso l'assistenza tecnica e il supporto finanziario.
I tre protocolli d'intesa prevedono la cooperazione delle maggiori istituzioni politico-finanziarie europee e internazionali, con le autorità nazionali e regionali dei paesi membri coinvolti. Vi partecipano quindi, la Commissione Europea, la Banca Europea per gli Investimenti (BEI), la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS), il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) e infine la Banca di Sviluppo del Consiglio d'Europa.
I tre programmi previsti per il periodo 2007-2013 hanno l'obbiettivo di creare dinamiche e prospettive d'investimento, di crescita e di occupazione a livello nazionale e regionale e anche tra le parti sociali in tutte le regioni dell'UE, in linea con le linee politiche di bilancio varate per il 2007-2013.

Jasper

Joint Assistance in Supporting Projects in European Regions o Assistenza congiunta a sostegno dei progetti nelle regioni europee;

Il programma è costruito su una partnership tra la Commissione Europea, la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS).
Jasper mira a fornire agli Stati membri un servizio rivolto alle regioni che rientrano nel nuovo Obiettivo di Convergenza per il periodo 2007-2013.
Il suo obiettivo è quello di facilitare l'elaborazione e quindi la realizzazione di progetti di alta qualità, soprattutto in tema di infrastrutture, mediante il cofinanziamento del Fondo di coesione e del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR). L'iniziativa ha quindi lo scopo di ridurre il divario regionale europeo in particolare quello tra Europa dei 12 e nuovi Stati membri, a cui il programma si rivolge in maniera privilegiata.
Inoltre, attraverso la consulenza delle banche coinvolte, Jasper fornirà un assistenza tecnica alle autorità nazionali e regionali, in tutte le fasi del ciclo del progetto, per aiutarle a proporre progetti di qualità, ammissibili in tutti i parametri agli aiuti comunitari, suscettibili di utilizzare efficacemente i fondi a disposizione e attrarre ulteriori finanziamenti.
Jasper si struttura attorno ai seguenti settori d'intervento:

  • le reti di trasporto trans-europee (RTE);
  • tutti i trasporti – ferrovieri, fluviali e marittimi – che non fanno parte del RTE;
  • i sistemi di trasporto integrato;
  • la gestione del traffico aereo e stradale;
  • i trasporti pubblici;
  • la gestione delle energie alternative e rinnovabili nei trasporti europei;
  • i partenariati pubblico-privato nei settori descritti.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito della Commissione europea:
http://ec.europa.eu/regional_policy/funds/2007/jjj/jaspers_en.htm

Jeremie

Joint European Resources for Micro to Medium Enterprises o Risorse europee congiunte per le micro, le piccole e le medie imprese;

Jeremie è un'iniziativa congiunta della Commissione, della BEI e del Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI).
Attraverso una serie di azioni coerenti, Jeremie si propone, da un lato di individuare le tipologie di finanziamento maggiormente carenti rispetto ai bisogni contingenti delle imprese europee; dall'altra di facilitare l'accesso delle PMI ai finanziamenti europei, in particolare microcredito, capitale di rischio, prestiti, garanzie e nuove forme di finanziamento.
Le azioni si sono strutturate essenzialmente attorno a due fasi:

  • una prima fase preparatoria, lungo il biennio 2006-2007, durante la quale la
    Commissione, in collaborazione col FEI e con le autorità nazionali e regionali, è stata impegnata a monitorare e valutare le maggiori lacune dei servizi di finanziamento nazionali e regionali alle imprese (gap analisis);
  • in una seconda fase, le informazioni raccolte sono state utilizzate per mettere a punto un programma di agevolazione dei finanziamenti, operativo durante tutto il periodo 2007-2013.

Il FEI svolgerà quindi un ruolo di assistenza e consulenza a sostegno delle autorità responsabili dei programmi di coesione per aiutarle a colmare le lacune identificate. Tale aiuto avrà la forma di una gestione esperta delle risorse messe a disposizione dal programma Jeremie. Allo stesso tempo il FEI potrà svolgere un ruolo di intermediazione presso gli istituti finanziari accreditati all'emissione dei finanziamenti. In questo modo le PMI di tutte le regioni europee potranno beneficiare di servizi finanziari personalizzati che le mettano in grado di adattarsi all'evoluzione dei mercati.
In conclusione, il programma risponde a due domande fondamentali: quella di migliorare l'utilizzo dei finanziamenti europei; quello di migliorare l'accesso delle PMI al capitale di rischio ed al mercato delle nuove tecnologie, aumentando la presenza e la visibilità dei finanziamenti alternativi. Quest'ultimo punto rappresenta infatti un ostacolo maggiore per molte imprese e ne impedisce uno sviluppo armonioso.
Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito della Commissione europea:
http://ec.europa.eu/regional_policy/funds/2007/jjj/jeremie_en.htm

Jessica

Joint European Support for Sustainable Investiment in City Areas o Sostegno europeo congiunto per gli investimenti sostenibili nelle aree urbane.

Jessica si struttura a sua volta attorno ad una partnership tra Commissione, BEI e Banca di sviluppo del Consiglio d'Europa.
L'obiettivo del protocollo è quello di sostenere e garantire uno sviluppo urbano europeo razionale, coerente, sostenibile e organizzato, attraverso l'accorpamento delle sovvenzioni destinate ai programmi di riqualificazione e sviluppo urbano (compreso il settore dell'edilizia popolare), con i prestiti e i finanziamenti delle banche.
Le autorità nazionali e regionali potranno inoltre beneficiare, attraverso Jessica, di una concreta opzione di problem-solving riguardante le questioni complesse dei finanziamenti dei progetti di sviluppo e riqualificazione urbana.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito della Commissione europea:
http://ec.europa.eu/regional_policy/funds/2007/jjj/jessica_en.htm