Finanziamento

Scade: 16 gen 2017
Archiviato

Avviso per la presentazione delle domande di contributo ai sensi della l.r. 93/1995 e l.r. 18/2000 Misura 2.1. “Messa a norma, ampliamento, completamento e diversificazione degli impianti sportivi”.

Interventi per il potenziamento e la qualificazione degli impianti e delle attrezzature sportive, con particolare riferimento al miglioramento e alla manutenzione delle strutture esistenti, al recupero funzionale delle attrezzature di base per il gioco sportivo e per le attività fisico-motorie sportive e ricreative, anche per utenti disabili, volti a migliorare e ampliare l’utilizzo degli impianti esistenti e favorire la loro gestibilità sotto il profilo tecnico- funzionale ed economico.

Tipologie di intervento:

a) interventi diretti ad abbattere le barriere architettoniche degli impianti esistenti ai sensi della legge 13/1989 e del D.M. 236/1989 e a permetterne la fruibilità da parte del pubblico e degli atleti con disabilità;

b) interventi di adeguamento degli impianti esistenti alle norme di sicurezza e igienico-sanitarie, compresi gli interventi volti a favorire l’applicazione delle norme nazionali e regionali in materia di sicurezza degli impianti sportivi e degli spogliatoi e in materia di efficientamento energetico;

c) interventi di manutenzione straordinaria degli impianti sportivi di proprietà di enti pubblici e dati in concessione a soggetti privati o di proprietà degli stessi;

e)  opere di completamento di impianti finalizzate alla loro messa in funzione o alla miglior fruibilità, comprese le attrezzature sportive che hanno una vita economica di almeno 5 anni, con l’esclusione dei mezzi di trasporto, degli animali, delle attrezzature utilizzate per interventi di movimento terra e attività di coltivazione e manutenzione di terreni e delle superfici erbose;

Impianti sportivi oggetto degli interventi:

  • impianti sportivi scolastici a uso promiscuo (ove si pratichi attività sportiva anche fuori dall’orario scolastico);
  • impianti sportivi per l’agonismo;
  • impianti sportivi di esercizio (per attività sportiva non agonistica);
  • impianti sportivi complementari (impianti annessi a un impianto principale che consentono di ampliare e diversificare l’offerta sportiva)
Materia: 
Sport
Soggetti beneficiari: 

Possono accedere ai contributi regionali nelle tipologie a), b) e c) sopra descritte:

1. enti e organismi pubblici:

  • i comuni fino a 10.000 abitanti o loro consorzi e aziende o società a prevalente capitale pubblico che ricadono in tali comuni.

2. organizzazioni sportive e altri enti con o senza personalità giuridica:

  • le federazioni sportive nazionali riconosciute dal CONI;
  • le discipline sportive associate riconosciute dal CONI;
  • gli enti di promozione sportiva con o senza personalità giuridica e riconosciuti dal CONI;
  • le associazioni e società sportive con o senza personalità giuridica, senza fine di lucro affiliate da almeno un anno ad una FS o ad una DSA o ad un EPS riconosciuti dal CONI;
  • gli enti morali (parrocchie, istituti religiosi) che perseguono, in conformità delle normative che li concernono e sia pure indirettamente, finalità ricreative e sportive senza fine di lucro (articolo 3 della legge 1295/1957, così come sostituito dall’articolo 2 della legge 50/1983).

 

Possono accedere ai contributi regionali nella tipologia e) sopra descritte:

1. enti e organismi pubblici:

  • le province e la Città metropolitana di Torino;
  • le unioni di comuni;
  • i comuni e loro consorzi o aziende o società a prevalente capitale pubblico.

2. organizzazioni sportive e altri enti con o senza personalità giuridica:

  • le federazioni sportive nazionali riconosciute dal CONI;
  • le discipline sportive associate riconosciute dal CONI;
  • gli enti di promozione sportiva con o senza personalità giuridica e riconosciuti dal CONI;
  • le associazioni e società sportive con o senza personalità giuridica, senza fine di lucro affiliate da almeno un anno ad una FS o ad una DSA o ad un EPS riconosciuti dal CONI;
  • gli enti morali (parrocchie, istituti religiosi) che perseguono, in conformità delle normative che li concernono e sia pure indirettamente, finalità ricreative e sportive senza fine di lucro (articolo 3 della legge 1295/1957, così come sostituito dall’articolo 2 della legge 50/1983).
Tipologia finanziamento: 
Fondi regionali
Note: 

Le domande di contributo devono essere inoltrate obbligatoriamente mediante propria casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo di PEC regionale: culturaturismosport@cert.regione.piemonte.it in ossequio alle norme vigenti, nel periodo compreso fra il 24.11.2016 (data di pubblicazione della modulistica sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte)  e il 16. 01.2017. Le domande di contributo che pervengono in data successiva al periodo sopra indicato saranno dichiarate inammissibili. 

Note presentazione domande: 

La domanda di contributo deve essere inoltrata esclusivamente mediante la compilazione del “modulo unico di domanda” sottoscritto dal legale rappresentante, corredato dai documenti in esso richiesti. 

Importo in €: 
per il sostegno degli interventi sono stati stanziati complessivamente euro 500.000,00
Contatti: 

Segreteria di Settore 011/4321503.

Alfio Caudano tel 011/ 432.2398 alfio.caudano@regione.piemonte.it

Marcella Agosto tel. 011/432.2269 – e mail: marcella.agosto@regione.piemonte.it                      

Struttura di riferimento: 
A2007B - OFFERTA TURISTICA E SPORTIVA

Si segnala che il testo dei provvedimenti pubblicati nel sito non ha valore ufficiale per il quale si rinvia al Bollettino Ufficiale della Regione.