Bando a sportello

Aperto

Bando per l’assegnazione dei voucher di conciliazione

La Regione Piemonte si è avvalsa dell’opportunità di realizzare eventuali limitate iniziative di sperimentazione di gestione, tra altri, di voucher sociali, nell’ambito della gara pubblicata il 21/12/2015, da Consip S.p.A. per la fornitura del servizio sostitutivo di mensa, mediante buoni pasto elettronici di qualsiasi valore nominale e dei servizi connessi in favore della pubblica amministrazione.

La Regione Piemonte, avvalendosi della suddetta possibilità, con il presente Bando, avvia una sperimentazione di erogazione dei voucher per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, mediante titoli validi per l’acquisto di servizi sociali. I titoli, validi per l’acquisto dei servizi di conciliazione e gestiti con il supporto della Società Edenred Italia s.r.l., vengono assegnati dalla Regione Piemonte alle persone che, in ragione dei carichi familiari, non riescono ad accedere alle opportunità occupazionali. Le persone destinatarie devono essere obbligatoriamente fruitrici di un percorso di politica attiva del lavoro avviato dagli operatori per i Servizi al Lavoro e dai Centri per l’Impiego beneficiari degli avvisi pubblici/bandi emanati in attuazione della Direttiva pluriennale per la programmazione dei servizi e delle politiche attive del lavoro della Regione, nonché delle Misure correlate o di altre Misure di politica attiva del lavoro, che prevedano l’integrazione con i voucher di conciliazione, secondo le modalità definite nel Bando.

Principale obiettivo è sostenere la partecipazione a percorsi di politica attiva del lavoro, con particolare riferimento ai tirocini o agli inserimenti lavorativi in impresa o in famiglia, delle persone, donne e uomini, investite di responsabilità familiari, quali l’accudimento di bambini, anziani, malati, ecc., e tuttavia propense ad una partecipazione attiva al mercato del lavoro.

Materia: 
Pari opportunità e giovani
Tipologia finanziamento: 
FSE 14-20
Soggetti beneficiari: 

Persone in inserimento in impresa o in famiglia con tirocinio o contratto di lavoro nell’ambito della Direttiva pluriennale per la programmazione dei servizi e delle politiche attive del lavoro nonché delle Misure correlate o di altre Misure di politica attiva del lavoro che prevedano l’integrazione con i voucher di conciliazione, aventi i seguenti requisiti:

  • avere responsabilità di cura nei confronti di: coniuge, unito civilmente, parente o affine fino al 3° grado oppure di una persona residente nella stessa abitazione (es. minori, anziani, disabili, malati cronici e/o terminali);
  • risiedere e/o avere domicilio nella regione Piemonte;
  • avere reddito ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a € 38.000,00.
Note presentazione domande: 

Le domande dovranno essere presentate mediante una delle seguenti modalità:

  • spedizione dell’originale della domanda via posta, tramite raccomandata A.R., al seguente indirizzo:
    Regione Piemonte
    Direzione Coesione sociale,
    Settore Politiche per le pari opportunità, diritti e inclusione
    Via Magenta 12 – 10128 TORINO,
  • invio della scansione della domanda, in formato PDF – PDF/A, da un indirizzo di PEC (Posta Elettronica Certificata) al seguente indirizzo PEC: famigliaediritti@cert.regione.piemonte.it , indicando nell’oggetto: “Bando VOUCHER DI CONCILIAZIONE”.
Importo in €: 
L’importo del voucher di conciliazione alla singola persona destinataria viene determinato nel rispetto di quanto indicato alla lettera J del punto 7 del Bando.
Contatti: 

Gianpiera LISA – tel. 011/432-3263 – gianpiera.lisa@regione.piemonte.it

Federico GERBAUDI – tel. 011/432-5837 – federico.gerbaudi@regione.piemonte.it

Struttura di riferimento: 
A1514B - POLITICHE PER LE PARI OPPORTUNITA’, DIRITTI E INCLUSIONE

Si segnala che il testo dei provvedimenti pubblicati nel sito non ha valore ufficiale per il quale si rinvia al Bollettino Ufficiale della Regione.