Progettazione operativa e attuazione degli interventi a valere sull’Asse VI "Sviluppo Urbano Sostenibile"

In corso
Ultima modifica della pagina: 02 agosto 2018

Il Disciplinare è stato modificato con determina dirigenziale n. 318 del 24/07/2018.

A chi è rivolto?

L’Asse VI “Sviluppo Urbano Sostenibile” promuove azioni integrate di sviluppo destinate ai 7 Capoluoghi di Provincia Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbania, Vercelli, al fine di renderli - secondo il paradigma smart cities - luoghi maggiormente innovativi, efficienti e competitivi (Torino non è stata inclusa poiché beneficia delle risorse del PON “Città metropolitane” 2014-2020).

In cosa consiste?

Ciascuno dei 7 Comuni, sulla base di uno schema di indice ed attivando un processo di consultazione con il proprio territorio – è tenuto ad elaborare un apposito documento di Strategia Urbana Integrata e Sostenibile, al fine di descrivere le criticità socio-economiche e le esigenze di sviluppo rilevate sul territorio e definire il quadro complessivo degli interventi da sostenere nell’ambito delle seguenti azioni:

  • VI.2c.2.1 - Soluzioni tecnologiche per la realizzazione di servizi di e-Government interoperabili, integrati (joined-up services) e progettati con cittadini e imprese, e soluzioni integrate per le Smart Cities and Communities;
  • VI.4c.1.1 - Promozione dell’eco-efficienza e riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici;
  • VI.4c.1.2 - Adozione di soluzioni tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica, promuovendo installazioni di sistemi automatici di regolazione (sensori di luminosità, sistemi di telecontrollo e di telegestione energetica della rete);
  • VI.6c.7.1 Interventi per la tutela, la valorizzazione e la messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale, nelle aree di attrazione di rilevanza strategica tale da consolidare e promuovere processi di sviluppo.

Il disciplinare

Tempi e modi

Successivamente all’approvazione della Strategia Urbana Sostenibile ed Integrata da parte di Regione Piemonte, le Autorità Urbane sono sottoposte alla verifica della loro capacità di assumere il ruolo di Organismo Intermedio, cui l’Autorità di Gestione POR-FESR delega la selezione delle operazioni - tramite convenzione apposita.

L’Autorità Urbana, in qualità di Organismo intermedio, provvede alla selezione delle singole operazioni sulla base di quanto previsto dal disciplinare e dal documento “Metodologia e criteri di selezione delle operazioni del POR FESR 2014-2020”, tenuto conto di quanto specificatamente indicato con riferimento all’Asse VI e nel rispetto degli obblighi contenuti nell’atto di delega.

Dotazione finanziaria

Complessivi euro 58.292.236,00 euro così ripartiti:

  • Azione VI.2c.2.1: 9.500.000,00 euro;
  • Azione VI.4c.1.1: 9.500.000,00 euro;
  • Azione VI.4c.1.2: 4.000.000,00 euro;
  • Azione VI.6c.7.1: 35.292.236,00 euro.

Le risorse dovranno essere incrementate per singolo intervento con un cofinanziamento da parte dei beneficiari pari ad almeno il 20% del totale della spesa ammissibile.

La riserva di efficacia, pari a complessivi euro €3.643.262,00 verrà ripartita nel corso del 2019, solo a seguito del raggiungimento dei target previsti e all’effettiva assegnazione delle risorse al POR da parte della Commissione europea.

Normativa di riferimento

Strategie approvate

Alessandria Torna al Centro

Asti: Vino e Cultura

Biella: dalla Cultura della Fabbrica alla Fabbrica della Cultura

Cuneo Accessibile

Novara: più abitanti, più ricchezza, più bellezza

Vercelli OSA

Verbania, la riscoperta della bellezza

 

Informativa sul trattamento dei dati