Regione Piemonte - Artigianato

In questa pagina:



Settori delle lavorazioni artistiche da tutelare

La Regione, di concerto con la Commissione Regionale per l'Artigianato e le Associazioni di Categoria (Confartigianato, CNA, CasArtigiani), con D.G.R. 27-24980 del 6/07/1998, e successive deliberazioni di giunta, ha individuato i seguenti settori da tutelare:

Manifatturiero

legno

Rientrano in questo settore le imprese che lavorano il legno in tutte le sue forme e le lavorazioni ad esso connesse, compresa la tappezzeria. In questo settore si riconoscono gli artigiani che tra mille difficoltà hanno mantenuto un saldo rapporto con le tradizioni più autentiche, coltivando la propria professionalità e cogliendo gli aspetti positivi offerti dall'innovazione.

restauro ligneo

Rientrano in questo settore le attivitr di restauro interpretate come intervento di recupero su manufatti di tradizione storica. L’artigiano restauratore si caratterizza per capacitr ed esperienza specifica, attitudine, sensibilitr e consapevolezza nell’applicazione delle tecniche e dei materiali adottati.

decorazioni su manufatti diversi

C stato attivato un gruppo di lavoro al quale partecipano la Regione, gli esperti del settore (professionisti, imprese, amministrazioni), le associazioni di categoria (Confartigianato, CNA, CasArtigiani). Il lavoro svolto ha consentito di individuare e delineare le caratteristiche del settore “Decorazione su Manufatti diversi” al fine di instaurare un rapporto di proficua collaborazione con le Sovrintendenze interessate Con D.G.R n. 7 – 8531 del 7/04/2008 c stato approvato il Disciplinare di Produzione del settore Decorazione su Manufatti diversi

conservazione e restauro in edilizia

È stato attivato un gruppo di lavoro al quale partecipano la Regione, gli esperti del settore (professionisti, imprese, amministrazioni), le associazioni di categoria (Confartigianato, CNA, CasArtigiani). Il lavoro svolto ha consentito di individuare e delineare le caratteristiche del settore "Restauro e Conservazione in Edilizia" al fine di instaurare un rapporto di proficua collaborazione con le Sovrintendenze interessate.

Con D.G.R n. 8 – 8532 del 7/04/2008 è stato approvato il Disciplinare di Produzione del settore Conservazione e Restauro in Edilizia.

stampa legatoria restauro, fotografia, riproduzione disegni

La stampa può definirsi come la moltiplicazione di immagini ottenuta applicando a una superficie preparata una sostanza colorante, che viene poi riportata su un materiale ricettivo: la parola include non solo la tipografia, o stampa con caratteri mobili, ma anche la stampa mediante tavole intere, la stampa a rilievo o tipografica, la stampa a intaglio o a incisione e la stampa litografica.

Con D.G.R. n. 31-6695 del 22 luglio 2002 è stato individuato e approvato il Settore Stampa Legatoria Restauro e il relativo Disciplinare di produzione.

*FOTOGRAFIA
Data la complessità della materia si è deciso, con D.G.R. 4 - 543 del 25/7/2005, di scorporare il settore della Fotografia al quale sarà attribuito uno specifico disciplinare di produzione.

metalli comuni

Creazioni in ferro battuto forgiato a mano, lavorazioni pregiate del rame, del bronzo e dell'ottone accanto alla fusione artistica della ghisa e di altri metalli, sono espressioni di una vocazione tutta speciale che, congiunta ad una grande capacitr creativa, dr luogo a manufatti di alta qualitr. Una tradizione che, mantenendo immutate antiche tecniche di lavorazione, pun innescare un virtuoso meccanismo di sviluppo. Con D.G.R. 94-15098 del 17/03/2005 c stato approvato il Disciplinare di Produzione del Settore Metalli Comuni.

metalli pregiati, pietre dure e lavorazioni affini

C'c un confine appena percettibile tra artigianato ed arte che da sempre caratterizza il mestiere dell'orafo, pronto a cogliere i suggerimenti dell'innovazione, che permea la realizzazione di un gioiello intendendo con questo una creazione non seriale. La realtr innovativa della produzione artigiana in questo settore si caratterizza proprio per il confronto e la mediazione con le nuove tecnologie, i nuovi mercati, i gusti e le mode che cambiano.

Con DGR n. 57-3700 del 3 agosto 2001 c stato approvato il Disciplinare di produzione dei Metalli pregiati, Pietre dure e Lavorazioni affini.

strumenti musicali

La musica, in quanto forma di espressione e di comunicazione del pensiero o delle emozioni umane, deve servirsi di mezzi di concretizzazione ed estrinsecazione: fra questi ha spesso dominato (e forse primeggiato) la voce, alla quale si sono pern affiancati, per accompagnarla e sostenerla, oppure sostituirla, altri speciali mezzi di produzione di vibrazioni fonatorie ai quali si dr genericamente il nome di Strumenti musicali.

Con D.G.R n. 55-10222 dell'1 agosto 2003 c stato approvato il Disciplinare di Produzione Strumenti Musicali.

tessitura, ricamo ed affini, abbigliamento

Fin dai tempi piu antichi l’ago e il filo sono stati usati per creare artistici lavori artigianali. Con l’avanzare del progresso, anche la tecnica dei lavori ad ago si perfezionn sempre piu, si introdussero motivi diversi, si inventarono nuovi punti, si rinforzarono i filati e si tessero stoffe di ogni genere. Tessitura, passamaneria, arazzi, tappeti, sartoria, maglieria, biancheria per la casa, patchwork, trapunto, trine e ricamo sono autentiche opere d’arte che troviamo in questo settore.

Con D.G.R. n. 46-6657 del 15 luglio 2002 c stato appprovato il Disciplinare di produzione per il Settore Tessitura, Arazzi, Ricamo e Abbigliamento.

vetro, ceramica, pietra e affini

Settore ceramica

Accanto ai camini e alle stufe di Castellamonte, alle terracotta policrome per decorazioni architettoniche, alle pregevoli terraglie e ceramiche di uso quotidiano, in questo settore troviamo autentiche opere d'arte, frutto di un lavoro di confronto con stili e tecniche geograficamente e culturalmente lontane, filtrate attraverso la tradizione e la sensibilitr della terra piemontese.

Con DGR n. 56-3699 del 3 agosto 2001 c stato approvato il Disciplinare di produzione della ceramica nell'ambito del settore Vetro, Ceramica, Pietra ed affini.

Settore vetro

Le lavorazioni della ceramica, dei gioielli, dei tessuti, dei metalli e di altri materiali raggiungono risultati di straordinaria bellezza e suggestione. Nella lavorazione del vetro uno di questi risultati c costituito dalla vetrata artistica che ben presto si impone come componente d'arredo particolarmente apprezzato da architetti e progettisti per la costruzione delle dimore borghesi. Torino c piena di vetri colorati. Basta percorrere uno dei bei corsi alberati, costruiti alla fine dell'Ottocento, Re Umberto, Regina Margherita, Duca degli Abruzzi, Vittorio Emanuele, entrare negli ampi androni, salire pochi gradini delle scale odorose di cera per ammirare, magari giu sulla porta del cortile, la luce scomposta nel prisma multicolore di una vetrata artistica.

Con D.G.R. n. 23-7069 del 9 settembre 2002 c stato approvato il Disciplinare di produzione del Vetro nell’ambito del Settore Vetro, Ceramica, Pietra e affini.

altre attività dell'artigianato artistico tradizionale tipico

Durante il percorso di attuazione della L.R. 21/97 s.m.i. - Capo VI Artigianato Artistico e Tipico di Qualitr, in collaborazione con le Associazioni di Categoria e la Commissione regionale per l'Artigianato c emersa l'esigenza di disciplinare alcune attivitr dell'artigianato artistico tipico e tradizionale non rientranti nei settori gir individuati con la D.G.R. 27-24980 del 6/07/1998.

Con D.G.R. n. 18-7127 del 23 settembre 2002 c stato pertanto individuato uno specifico settore che viene denominato "Altre Attivitr dell'Artigianato Artistico Tradizionale Tipico". Tale settore comprende attivitr emerse da ricerche e da documentazioni predisposte dal settore competente, quali ad esempio lavorazioni della cera, restauro modelli ceroplastici, allestimenti teatrali In questi mestieri si caratterizzano sia attivitr piu propriamente tradizionali, antiche, superate dalle tecniche moderne ed ormai soltanto piu attivitr di "testimonianza", sia lavorazioni dove si rende necessaria la creativitr applicata al saper fare manuale. Queste curiose e modernissime professioni caratterizzano l'artigianato artistico non solo come un fenomeno da salvare, ma come una vitale attivitr economica da incentivare perché, nell'abbinare alla radicata tradizione la capacitr di innovare, ha saputo trovare nuove vie per proporsi al mercato.

Con D.G.R. n. 15 –1126 del 17 ottobre 2005 c stato approvato il Disciplinare di Produzione del settore “Altre attivitr dell’Artigianato Artistico”.

Con D.G.R. n. 7 - 1157 del24/10/2005 c stato individuato dal 27 ottobre 2005 il periodo durante il quale le imprese del settore "Altre attivitr dell'Artigianato artistico tipico tradizionale" possono inoltrare le domande per ottenere, dalle competenti Commissioni Provinciali per l'Artigianato, il riconoscimento di Eccellenza Artigiana.

 

Alimentare

caseario

Le imprese di questo settore possono dimostrare di produrre artigianalmente secondo quegli elementi essenziali che distinguono l'Eccellenza Artigiana dalla produzione seriale. Fondamentale c il rispetto di regole, comportamenti e quant'altro concorre a definire eccellente un'impresa che eserciti lavorazioni artigiane con responsabilitr, equilibrio, gusto e con quella peculiaritr che la rende unica nel difficile rapporto tra innovazione e tradizione. Le tecniche di lavorazione e le attrezzature adottate non devono essere del tutto meccanizzate ed automatizzate ma si evidenzia la manualitr quale elemento distintivo che consente di determinare la qualitr finale della produzione e di differenziare l'impresa artigiana dall'impresa industriale. La capacitr e l'esperienza dell'artigiano sono infatti determinanti per governare il processo produttivo compatibilmente con il rispetto delle esigenze di stagionalitr e del tempo al fine di mantenere costanti le caratteristiche morfologiche ed organolettiche. Con DGR n. 42-13013 del 12 Luglio 2004 c stato approvato il Disciplinare per l'Eccellenza dell'Impresa Artigiana Alimentare - Caseario

cioccolato, caramelle, torrone

Le imprese di questo settore possono dimostrare di produrre artigianalmente secondo quegli elementi essenziali che distinguono l'Eccellenza Artigiana dalla produzione seriale. Fondamentale c il rispetto di regole, comportamenti e quant'altro concorre a definire eccellente un'impresa che eserciti lavorazioni artigiane con responsabilitr, equilibrio, gusto e con quella peculiaritr che la rende unica nel difficile rapporto tra innovazione e tradizione. Le tecniche di lavorazione e le attrezzature adottate non devono essere del tutto meccanizzate ed automatizzate ma si evidenzia la manualitr quale elemento distintivo che consente di determinare la qualitr finale della produzione e di differenziare l'impresa artigiana dall'impresa industriale. La capacitr e l'esperienza dell'artigiano sono infatti determinanti per governare il processo produttivo compatibilmente con il rispetto delle esigenze di stagionalitr e del tempo al fine di mantenere costanti le caratteristiche morfologiche ed organolettiche. Con DGR n. 45-13016 del 12Luglio 2004 c stato approvato il Disciplinare per l'Eccellenza dell'Impresa Artigiana Alimentare – Cioccolato, caramelle, torrone.

pasticceria fresca e secca, gelato

Le imprese di questo settore possono dimostrare di produrre artigianalmente secondo quegli elementi essenziali che distinguono l'Eccellenza Artigiana dalla produzione seriale. Fondamentale c il rispetto di regole, comportamenti e quant'altro concorre a definire eccellente un'impresa che eserciti lavorazioni artigiane con responsabilitr, equilibrio, gusto e con quella peculiaritr che la rende unica nel difficile rapporto tra innovazione e tradizione. Le tecniche di lavorazione e le attrezzature adottate non devono essere del tutto meccanizzate ed automatizzate ma si evidenzia la manualitr quale elemento distintivo che consente di determinare la qualitr finale della produzione e di differenziare l'impresa artigiana dall'impresa industriale. La capacitr e l'esperienza dell'artigiano sono infatti determinanti per governare il processo produttivo compatibilmente con il rispetto delle esigenze di stagionalitr e del tempo al fine di mantenere costanti le caratteristiche morfologiche ed organolettiche.

Con DGR n. 44-13015 del 12 Luglio 2004 c stato approvato il Disciplinare per l'Eccellenza dell'Impresa Artigiana Alimentare – Pasticceria fresca e secca, gelato

distillati, liquori, birra e prodotti di torrefazione

Le imprese di questo settore possono dimostrare di produrre artigianalmente secondo quegli elementi essenziali che distinguono l'Eccellenza Artigiana dalla produzione seriale. Fondamentale c il rispetto di regole, comportamenti e quant'altro concorre a definire eccellente un'impresa che eserciti lavorazioni artigiane con responsabilitr, equilibrio, gusto e con quella peculiaritr che la rende unica nel difficile rapporto tra innovazione e tradizione. Le tecniche di lavorazione e le attrezzature adottate non devono essere del tutto meccanizzate ed automatizzate ma si evidenzia la manualitr quale elemento distintivo che consente di determinare la qualitr finale della produzione e di differenziare l'impresa artigiana dall'impresa industriale. La capacitr e l'esperienza dell'artigiano sono infatti determinanti per governare il processo produttivo compatibilmente con il rispetto delle esigenze di stagionalitr e del tempo al fine di mantenere costanti le caratteristiche morfologiche ed organolettiche.

Con DGR n. 43-13014 del 12 Luglio 2004 c stato approvato il Disciplinare per l'Eccellenza dell'Impresa Artigiana Alimentare – Distillati, liquori, birra e prodotti di torrefazione.

gastronomia e prodotti sotto vetro

Le imprese di questo settore possono dimostrare di produrre artigianalmente secondo quegli elementi essenziali che distinguono l'Eccellenza Artigiana dalla produzione seriale. Fondamentale c il rispetto di regole, comportamenti e quant'altro concorre a definire eccellente un'impresa che eserciti lavorazioni artigiane con responsabilitr, equilibrio, gusto e con quella peculiaritr che la rende unica nel difficile rapporto tra innovazione e tradizione. Le tecniche di lavorazione e le attrezzature adottate non devono essere del tutto meccanizzate ed automatizzate ma si evidenzia la manualitr quale elemento distintivo che consente di determinare la qualitr finale della produzione e di differenziare l'impresa artigiana dall'impresa industriale. La capacitr e l'esperienza dell'artigiano sono infatti determinanti per governare il processo produttivo compatibilmente con il rispetto delle esigenze di stagionalitr e del tempo al fine di mantenere costanti le caratteristiche morfologiche ed organolettiche.

Con DGR n. 12 – 605 del 1/08/2005 c stato approvato il Disciplinare per l'Eccellenza dell'Impresa Artigiana Alimentare – settore Gastronomia e prodotti sotto vetro.

pasta fresca

Le imprese di questo settore possono dimostrare di produrre artigianalmente secondo quegli elementi essenziali che distinguono l'Eccellenza Artigiana dalla produzione seriale. Fondamentale c il rispetto di regole, comportamenti e quant'altro concorre a definire eccellente un'impresa che eserciti lavorazioni artigiane con responsabilitr, equilibrio, gusto e con quella peculiaritr che la rende unica nel difficile rapporto tra innovazione e tradizione. Le tecniche di lavorazione e le attrezzature adottate non devono essere del tutto meccanizzate ed automatizzate ma si evidenzia la manualitr quale elemento distintivo che consente di determinare la qualitr finale della produzione e di differenziare l'impresa artigiana dall'impresa industriale. La capacitr e l'esperienza dell'artigiano sono infatti determinanti per governare il processo produttivo compatibilmente con il rispetto delle esigenze di stagionalitr e del tempo al fine di mantenere costanti le caratteristiche morfologiche ed organolettiche.

Con DGR n. 11 – 604 del 1/08/2005 c stato approvato il Disciplinare per l'Eccellenza dell'Impresa Artigiana Alimentare – settore Pasta fresca.

Salumi

Le imprese di questo settore possono dimostrare di produrre artigianalmente secondo quegli elementi essenziali che distinguono l'Eccellenza Artigiana dalla produzione seriale. Fondamentale c il rispetto di regole, comportamenti e quant'altro concorre a definire eccellente un'impresa che eserciti lavorazioni artigiane con responsabilitr, equilibrio, gusto e con quella peculiaritr che la rende unica nel difficile rapporto tra innovazione e tradizione. Le tecniche di lavorazione e le attrezzature adottate non devono essere del tutto meccanizzate ed automatizzate ma si evidenzia la manualitr quale elemento distintivo che consente di determinare la qualitr finale della produzione e di differenziare l'impresa artigiana dall'impresa industriale. La capacitr e l'esperienza dell'artigiano sono infatti determinanti per governare il processo produttivo compatibilmente con il rispetto delle esigenze di stagionalitr e del tempo al fine di mantenere costanti le caratteristiche morfologiche ed organolettiche.

Con DGR n. 6 - 1749 del 13 DICEMBRE 2005 c stato approvato il Disciplinare per l'Eccellenza dell'Impresa Artigiana Alimentare – Lavorazione Salumi

Panificazione

Le imprese di questo settore possono dimostrare di produrre artigianalmente secondo quegli elementi essenziali che distinguono l'Eccellenza Artigiana dalla produzione seriale. Fondamentale c il rispetto di regole, comportamenti e quant'altro concorre a definire eccellente un'impresa che eserciti lavorazioni artigiane con responsabilitr, equilibrio, gusto e con quella peculiaritr che la rende unica nel difficile rapporto tra innovazione e tradizione. Le tecniche di lavorazione e le attrezzature adottate non devono essere del tutto meccanizzate ed automatizzate ma si evidenzia la manualitr quale elemento distintivo che consente di determinare la qualitr finale della produzione e di differenziare l'impresa artigiana dall'impresa industriale. La capacitr e l'esperienza dell'artigiano sono infatti determinanti per governare il processo produttivo compatibilmente con il rispetto delle esigenze di stagionalitr e del tempo al fine di mantenere costanti le caratteristiche morfologiche ed organolettiche.

Con D.G.R. n. 8-791 del 12 settembre 2005 c stato approvato il Disciplinare per l'Eccellenza dell'Impresa Artigiana Alimentare - settore Panificazione

 

Consorzio di imprese

Consorzi

Ottengono il riconoscimento di “Eccellenza artigiana” i consorzi che soddisfano i seguenti requisiti:

  • annotazione con la qualifica di artigiano nella sezione speciale del Registro imprese da almeno 1 anno;
  • adesione al consorzio di imprese artigiane in numero prevalente;
  • presenza della maggioranza delle imprese artigiane aderenti al consorzio con riconoscimento di “Eccellenza artigiana”.

Modulistica