Regione Piemonte - Artigianato

In questa pagina:



La bottega scuola

 

Bottega Scuola 3a edizione 2015 - 2016 - SETTORE GELATO: sono aperte le iscrizioni per la presentazione delle candidature delle imprese dell'eccellenza artigiana per la partecipazione alla terza edizione del progetto Bottega scuola riservato al SETTORE GELATO.

Leggi tutto

Sulla base delle economie che si sono rese disponibili a seguito della conclusione delle due precedenti edizioni del progetto Bottega scuola, è possibile aprire un bando finalizzato alla selezione di n. 7 imprese artigiane in possesso del riconoscimento di Eccellenza Artigiana operanti esclusivamente nel settore del GELATO, settore inzialmente escluso dalla selezione avvenuta nel mese di novembre. (DD 148 del 14/03/2016)
Scadenza per la presentazione delle domande: 31/03/2016

Bottega Scuola 3° edizione: al via 222 tirocini

Sono state individuate le 222 imprese artigiane che parteciperanno alla 3° edizione del progetto Bottega scuola con l'attivazione di 222 tirocini.

Leggi tutto

Ecco l'elenco completo delle imprese che attiveranno il progetto "Bottega scuola" 3° edizione (D.D. n. 1015 del del 29/12/2015):
vedi elenco

Le imprese verranno contattate dal soggetto gestore Ecipa Formazione Piemonte per tutti gli aspetti organizzativi relativi all'avvio dell'esperienza formativa- lavorativa.

Per informazioni sull'avvio dei tirocini:
Ecipa Formazione Piemonte
Tel 011 5.199.799 – Fax 011 5.199.701
Mail di riferimento: info@bottegascuolapiemonte.it

Progetto "Bottega scuola 2014/2016"

Informazione sul progetto

 

La Regione Piemonte ha da tempo promosso, attraverso il percorso dell'Eccellenza Artigiana, una significativa campagna pubblica per l'individuazione e la valorizzazione, sul territorio piemontese, delle imprese dell'artigianato artistico, tipico e tradizionale.
L'attività istituzionale messa in campo ha sinora permesso ad oltre 2.800 imprese di fregiarsi del marchio "Piemonte Eccellenza Artigiana".
Dopo una prima esperienza con gli artigiani del legno e del restauro ligneo, il progetto si è ampliato con le imprese che lavorano la ceramica, il vetro, il tessile e l'abbigliamento, quelle che operano nel distretto orafo e della gioielleria griffata, che fabbricano e riparano strumenti musicali, che lavorano nel settore della stampa d'arte, dei metalli comuni, del restauro e decorazione in edilizia, fino alle diverse espressioni delle imprese alimentare e alle "altre attività dell'artigianato artistico".
La Regione con l'attribuzione del marchio "Piemonte eccellenza artigiana", per le imprese che ne abbiano i requisiti, intende salvaguardare e rilanciare lavorazioni di antico prestigio e offrire opportunità professionali che, pur nel rispetto della tradizione, possano cogliere ed esprimere la capacità di reinterpretare il passato attraverso le tendenze culturali, estetiche e insieme innovative del presente.
Gli obiettivi che la Regione Piemonte, in specifico l’Assessorato allo Sviluppo economico, con il progetto “Bottega scuola” si pone sono:

  • recuperare i mestieri della tradizione quali fattori di qualificazione e di vantaggio competitivo;
  • coniugare le lavorazioni tipiche del territorio con le nuove tecnologie e la capacità innovativa e d’immagine dell’artigianato piemontese;
  • generare possibilità di inserimento professionale dei giovani in determinate produzioni artigianali tradizionali, tipiche, artistiche e/o innovative (ricambio generazionale);
  • fornire un contributo orientativo e professionalizzante, incentivando la capacità auto-imprenditoriale dei giovani sul territorio.

L'intero progetto si fonda sul concetto di "bottega scuola", cioè l’impresa artigiana di Eccellenza che diventa luogo d'incontro, orientamento e formazione per i giovani che vedono nell'artigianato una concreta prospettiva professionale.
Nel 2002 è partita la prima sperimentazione seguita, negli anni successivi, da altre esperienze di inserimento di giovani in bottega.
Il progetto vede tra gli sponsor la Regione Piemonte, in primis, e le associazioni artigiane di categoria:

  • Confartigianato Piemonte
  • CNA
  • Casartigiani

Si tratta, complessivamente, di un intervento lavorativo / didattico aperto ai giovani che identifica nell'ipotesi "verso la bottega scuola" un percorso strutturato e personalizzato (ad una prima fase di orientamento seguono sei mesi di tirocinio formativo in bottega), capace di garantire una metodologia di trasferimento di professionalità dall'imprenditore al giovane, applicabile da subito ai settori dell'artigianato di qualità finora riconosciuti, ma in prospettiva trasferibile a tutti i settori dell'artigianato artistico, tipico e tradizionale.

Il progetto "Bottega scuola" 2014-2016

Con D.G.R. n. 30 – 4822 del 22/10/2012 si è dato formale e sostanziale avvio alla Linea d’intervento “d) Comparto artigianato” nell’ambito della linea di azione “Competitività industria e artigianato – Sistema produttivo Piemontese” -. Asse “I Innovazione e transizione produttiva“, del PAR FASC 2007/2013 per la realizzazione, tra gli altri, del progetto “Bottega scuola per il periodo 2012/2014. Con questo progetto, sulla base dell'esperienza maturata a partire dal 2002-2003, la Regione Piemonte intende dare piena fattibilità a quanto previsto dagli articoli 15 e 16 del Testo Unico sull’artigianato (L.R. 1/2009) al fine di concorrere all'attuazione dell'istruzione artigiana.

leggi tutto

Articolazione del progetto

Il progetto, realizzato in collaborazione con le associazioni artigiane di categoria (Confartigianato Imprese Piemonte, CNA, Casartigiani Piemonte) coinvolgerà per il periodo 2012/2014 un numero indicativo di circa 200 imprese artigiane per ogni edizione, in possesso del marchio "Piemonte Eccellenza Artigiana" disposte a diventare bottega scuola e ad insegnare il mestiere artigiano ad altrettanti giovani con età compresa tra i 18 e i 35 anni, con obbligo scolastico assolto, interessati ad apprendere il mestiere artigiano. Le imprese individuate devono operare nei seguenti settori:

  • Legno
  • Restauro ligneo
  • Ceramica
  • Vetro
  • Oreficeria
  • Stampa d'arte
  • Tessile e abbigliamento
  • Strumenti musicali
  • Metalli comuni
  • Altre attività
  • Conservazione e Restauro in Edilizia
  • Decorazione su manufatti diversi
  • Alimentare (Cioccolato caramelle torrone - Pasticceria e gelato - Caseario - Distillati liquori birra e prodotti di torrefazione, Gastronomia e prodotti sotto vetro, Pasta fresca, Panificazione, Lavorazione salumi)

Fase di selezione

Soggetto gestore del progetto

La selezione del soggetto gestore (agenzia formativa cui spetta la gestione dell’intero progetto) per il periodo 2012/2014, in possesso di competenze specialistiche e professionalità adeguate che garantiscano un’attività formativa e di tutoraggio completa, continua e strutturata, avviene nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale in materia di appalti pubblici, ai sensi del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 (Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE).

A conclusione delle procedure per l’individuazione del soggetto gestore del progetto Bottega scuola 2014/2016, la gestione è stata assegnata all’associazione di agenzie formative costituita da ECIPA FORMAZIONE PIEMONTE S.C.R.L. (Capofila), Casaform s.c.rl., Apprendo s.c.r.l, O.r.s.o. s.c.s. che ha previsto l'attiviazione di 210 tirocini per ogni edizione annuale.
Dal 5 maggio 2014 è possibile chiedere informazioni sul progetto rivolgendosi direttamente a:
Ecipa Formazione Piemonte
Tel 011 5.199.799 – Fax 011 5.199.701
Mail di riferimento: info@bottegascuolapiemonte.it

Giovani

La selezione dei giovani è affidata al soggetto gestore del progetto (che sarà individuato a conclusione della gara in atto) incaricato di individuare annualmente giovani disoccupati o inoccupati, in età compresa tra i 18 e i 35 anni, interessati e motivati all’esperienza della bottega scuola, anche con riguardo al peso territoriale delle tipologie produttive attraverso:

  • i contatti quotidiani intrapresi individualmente da giovani motivati di conoscere il mondo dell’artigianato attraverso la frequentazione delle botteghe;
  • i canali pubblici di reclutamento (Centri per l’impiego);
  • l’utilizzo di banche dati pubbliche o di proprietà del soggetto gestore stesso;
  • ogni ulteriore modalità ritenuta congrua al coinvolgimento dei giovani potenzialmente interessati.

Possono partecipare al Progetto in qualità di tirocinanti, tutti i Giovani di entrambi i sessi, di età compresa tra i 18 e i 35 anni al momento dell’inizio del tirocinio, disoccupati, residenti o domiciliati nella Regione Piemonte. Non è indispensabile la cittadinanza italiana.
Dal 5 maggio 2014 è possibile chiedere informazioni sul progetto rivolgendosi direttamente a:
Ecipa Formazione Piemonte
Tel 011 5.199.799 – Fax 011 5.199.701
Mail di riferimento: info@bottegascuolapiemonte.it

Imprese

La selezione delle imprese operanti nel settore del manifatturiero e dell’alimentare in possesso del Marchio eccellenza artigiana avviene annualmente sulla base di apposito bando predisposto dalla Direzione regionale competente, secondo un criterio di ripartizione settoriale e territoriale in proporzione al numero di aziende con il riconoscimento di “Eccellenza Artigiana”.
Le imprese potenzialmente interessate a partecipare al progetto sono le imprese che hanno ottenuto il riconoscimento di “Eccellenza artigiana” di cui alla L.R. 1/2009 nei diversi settori dell’Artigianato artistico, tipico, tradizionale e di qualità.

 

Bottega Scuola 3a edizione 2015 - 2016: sono aperte le iscrizioni per la presentazione delle candidature delle imprese dell'eccellenza artigiana per la partecipazione alla terza edizione del progetto Bottega scuola: Scadenza per la presentazione delle domande: 30/11/2015.

Leggi tutto

Fase di orientamento

  • della durata complessiva di 150 ore, ripartite in 110 ore di attività di orientamento individuale e di gruppo per i giovani; 40 ore di attività di orientamento individuale e di gruppo per gli artigiani;

Fase di tirocinio formativo

  • della durata di mesi sei, si svolge all’interno dell’impresa (bottega scuola), nelle modalità previste all’art. 18 della Legge 196/97 regolamentata con D.M. 25/03/1998 n. 142;

Fase di monitoraggio

la fase finale prevede il monitoraggio e la valutazione dell’edizione annuale per ogni tirocinio e nel suo complesso.

Modalità di attuazione

Sulla base dell’esperienza maturata per le edizioni precedenti sono coinvolti nell’attuazione del progetto “Bottega scuola”:

  • un soggetto gestore del progetto individuato nelle agenzie formative di cui all’art. 11 della L.R. 63/95 o loro A.T.S. cui spetta la selezione e abbinamento dei giovani con le imprese artigiane, l’organizzazione delle attività didattiche e formative, di tutoraggio, nella fase di orientamento e di tirocinio, l’erogazione delle borse lavoro ai giovani e dei compensi alle imprese, il monitoraggio in corso di tirocinio con valutazione finale, il coordinamento e la gestione in generale dell’intero progetto;
  • le imprese artigiane operanti nei settori del manifatturiero e dell’alimentare in possesso del marchio “Piemonte Eccellenza Artigiana”;
  • i giovani disoccupati o inoccupati, in età compresa tra i 18 e i 35 anni da inserire nelle imprese artigiane sopra citate.

Sono previste tre edizioni di nove mesi ciascuna (di cui 6 di tirocinio formativo presso impresa). Ogni edizione prevede l’attività di formazione e organizzazione del progetto dal parte del soggetto gestore e l’inserimento di un numero minimo di 200 giovani con età compresa tra i 18 e i 35 anni inseriti presso altrettante imprese dell’Eccellenza artigiana per un periodo di 6 mesi.

La prima edizione si è conclusa nell'anno 2014.

La seconda edizioen è in corso.

La Terza edizione avrà avvio nei primi mesi del 2016.

Il giovane inserito nella Bottega scuola riceve, dal soggetto gestore, per il periodo di sei mesi di tirocinio formativo, una borsa lavoro mensile di Euro 450,00 o.f.c..
L’impresa ospitante riceve, dal soggetto gestore, per il periodo di sei mesi di tirocinio formativo, un rimborso spese mensile di Euro 363,00 o.f.c.

Informazioni

Segreteria Organizzativa del "Progetto bottega -scuola" c/o l'Assessorato Regionale all'Artigianato
via Pisano 6 - 10152 Torino

Referenti:

  • Dr.ssa Alessandra Magnino, tel. 011 4323980
  • Sig.ra Gina Gioiello, tel. 011 4323541

Orario: dal lunedì al venerdì, ore 9.00 - 12,30
e-mail: artigianato.artistico@regione.piemonte.it

Ente gestore del tirocinio formativo e inserimento in azienda:
Ecipa Formazione Piemonte

Tel 011 5.199.799 – Fax 011 5.199.701
  Mail di riferimento: info@bottegascuolapiemonte.it