Home Page
Alluvione in Piemonte
 

* Servizio di consultazione dati per gli effetti sul territorio

Piemonte
ImmagineLa Regione Piemonte da anni svolge attività volte alla conoscenza ed alla comprensione dei processi di instabilità.
Mediante la realizzazione e gestione del Sistema Informativo Prevenzione Rischi, struttura finalizzata alla raccolta, alla valutazione, all'ordinamento, all'analisi e gestione di dati inerenti il dissesto, ha reso fruibile un notevole patrimonio di informazioni relative al territorio piemontese.

In tale ambito perseguendo le finalità di diffusione dell'informazione si vuole rendere disponibile il quadro sintetico degli effetti e dei processi che hanno coinvolto il territorio in seguito all'evento alluvionale come tempestivo e utile contributo informativo alle fasi di gestione e pianificazione degli interventi di ripristino della normalità.

La tabella seguente identifica le differenti attività cui è stato dato corso per la descrizione del quadro dell'evento con gradi diversi affinamento e dettaglio:

Attività

Metodo di lavoro

Prodotti

Carattere dell'informazione

Attiva il servizio di consultazione dati

Attiva il servizio di consultazione dati

(nuovo aggiornamento dati rilevamento 15/02/2001)

Primo quadro dell'evento desumibile da rassegne stampa

Raccolta, analisi e schedatura delle informazioni inerenti l'evento alluvionale, pubblicate dai diversi periodici nazionali e locali.

  • Scheda sintetica sui processi e gli effetti segnalati, riportante la fonte e la data di pubblicazione.
  • Georeferenziazione speditiva delle segnalazioni

Informazione parziale (dipendente dalle fonti raccolte) e non validata.
Primo quadro conoscitivo destinato ad essere sostituito dalle informazioni ricavate dalle successive fasi di rilevamento.
Si consiglia un cauto utilizzo.

Quadro degli effetti sulle aree antropizzate da rilevamenti di terreno a cura della Direzione Servizi Tecnici di Prevenzione

Rilevamento di campagna, raccolta di informazione presso gli Enti Locali.
Schedatura ed informatizzazione dei dati secondo un modello unico definito dal Sistema Informativo Prevenzione Rischi.

  • Banca dati sui processi e sugli effetti rilevati.
  • Georeferenziazione delle informazioni a scala 1:10.000 - 1:25.000.
  • Materiale iconografico (fotografie e filmati) relativo alle aree colpite dall'evento.

Quadro sintetico dell'evento soggetto ad aggiornamenti e integrazioni, a seguito delle successive campagne di rilevamento ed interpretazione.

Inventario e mappatura dei processi

Rilevamento di campagna, raccolta di informazione presso gli Enti Locali.
Interpretazione di foto aeree dell'evento.
Realizzazione di strati informativi georiferiti.

Cartografia numerica e banche dati sui processi.

Inizio attivitą al termine della prima fase di emergenza. Diffusione tempestiva delle informazioni con progressivi gradi di affinamento e dettaglio, in relazione al completamento delle differenti fasi conoscitive.

 
 
Torna su

 


Home Page