Regione Piemonte - Ambiente

In questa pagina:


Rifiuti

All'interno delle pagine web, predisposte a cura del Settore Servizi Ambientali, in una ottica di diffusione delle informazioni ambientali, sono rese disponibili documentazioni varie e servizi informativi con l'auspicio che siano un utile strumento di consultazione sia per i professionisti del settore che per i cittadini.

Le informazioni prese in considerazione sono relative al sistema di gestione di rifiuti nel suo complesso, con particolari approfondimenti in merito ai rifiuti urbani.

I dati riguardano

  • Rifiuti urbani: la produzione di rifiuti urbani; gli impianti di gestione dei rifiuti urbani (discariche, inceneritori, impianti di trattamento rifiuti organici); le iniziative di riduzione dei rifiuti urbani;
  • il recupero dei materiali derivanti da raccolta differenziata ("Progetto recupero – Riciclo garantito").
  • I rifiuti speciali, con particolare riferimento ai rifiuti sanitari;
  • Pubblicazioni e approfondimenti su particolari tematismi oggetto di studi specifici da parte della Regione.

Il sito contiene inoltre una selezione della normativa del settore con la possibilità di scaricare in locale leggi e documenti.

Sono infine previste sezioni ad accesso limitato per le attività di rilevamento dati.

Per ulteriori informazioni riguardanti le suddette tematiche è possibile contattare il settore al seguente indirizzo e-mail serviziambientali@regione.piemonte.it

In evidenza

16/05/2016

Il Consiglio Regionale, con deliberazione n. 140-14161 del 19 aprile 2016, ha approvato il Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani e dei fanghi di depurazione per gli anni 2015-2020.
Il Piano è uno strumento di pianificazione con ambiziosi obiettivi in termini di sostenibilità e promozione di una cultura ambientale improntata alla riduzione dei rifiuti, al riuso di beni a fine vita e al riciclaggio. I principali contenuti del Piano regionale sono l’autosufficienza regionale nella gestione del rifiuto urbano non destinato alle operazioni di riciclaggio e recupero, la riduzione della produzione dei rifiuti e dalla raccolta differenziata di qualità finalizzata a produrre sostanze che potranno essere utilizzate in alternativa alle materie prime.
Per ulteriori informazioni link alla pagina http://www.regione.piemonte.it/ambiente/rifiuti/rifiuti_urbani.htm sezione Aggiornamento Piano regionale rifiuti urbani.

11/01/2016

Sul Bollettino Ufficiale n. 52 del 31 dicembre 2015 sono stati pubblicati i dati di produzione rifiuti e di raccolta differenziata relativi al 2014, approvati dalla Giunta Regionale con D.G.R. n. 72-2682 del 21 dicembre 2015.
Dall’analisi dei dati relativi alla gestione dei rifiuti urbani emerge come la produzione nell’anno 2014 sia in lieve ripresa rispetto al 2013 (rifiuti totali +1,5%) superando nuovamente i 2 milioni di tonnellate (2.018.000 t): stabili i rifiuti  avviati a smaltimento (939.000 t circa, -0,5%), in leggero aumento i  rifiuti raccolti in modo differenziato  (1.079.000 t circa, +3,3%). La percentuale di raccolta differenziata si attesta al 53,5%, un solo punto percentuale in più rispetto al 2013. In temine di quantità pro capite, ogni abitante piemontese ha prodotto circa 456 kg di rifiuti di cui 244 kg sono stati raccolti in modo differenziato e avviati a recupero, mentre 212 kg sono stati avviati a smaltimento.
Per ulteriori informazioni

07/01/2016

Si rende disponibile lo studio e i dati dell'effettivo recupero dei rifiuti raccolti differenziatamente in Piemonte per l’anno 2013.
Per ulteriori informazioni

Avvio fase di scoping del Piano Regionale di gestione dei Rifiuti Speciali
In data 12 ottobre 2015 con deliberazione n. 29-2234 la Giunta ha approvato il "documento di specificazione dei contenuti del Rapporto Ambientale del Piano Regionale di gestione dei Rifiuti Speciali, ai fini dell'avvio del processo di pianificazione in materia rifiuti e contestuale Valutazione Ambientale Strategica, ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. 152/2006".
Il documento di specificazione è diretto a delineare gli obiettivi strategici del Piano e le modalità per la sua costruzione e realizzazione, favorendo il processo di partecipazione alla redazione del Piano vero e proprio dei soggetti competenti in materia ambientale, dei soggetti competenti per materie che interferiscono con il Piano e del pubblico interessato.
I contributi possono essere inviati entro il 22 dicembre 2015 a i seguenti indirizzi di posta elettronica
territorio-ambiente@cert.regione.piemonte.it e serviziambientali@regione.piemonte.it
Per ulteriori informazioni

23/06/2015

In data 8 giugno 2015, con deliberazione regionale n. 22-1544 , la Giunta ha adottato il Progetto di Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani e dei fanghi di depurazione 2015-2020 , comprensivo del Rapporto Ambientale, del Rapporto Ambientale aggiornato al 2015, del Piano di monitoraggio ambientale e della Dichiarazione di sintesi ed ha disposto di proporre il medesimo al Consiglio regionale per la definitiva adozione ai sensi dell’articolo 5 della legge regionale del 24 ottobre 2002, n. 24.
Il suddetto Progetto di Piano è stato trasmesso al Presidente del Consiglio regionale in data 11 giugno 2015 ed assegnato alla Commissione consigliare competente.
 
Si rende inoltre disponibile uno schema contenente le varie fasi di approvazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani e dei fanghi di depurazione.

04/06/2015

In data odierna è stato presentato il "Dossier sulla gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche" a cura del Centro di Coordinamento RAEE.
I dati illustrati confermano anche per il 2014 il superamento a livello regionale dell'obiettivo di 4 kg pro capite di raccolta differenziata di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, risultato reso possibile anche grazie all'impegno dei cittadini ed alla presenza quasi omogenea sul territorio dei centri di raccolta. Le provincie con la migliore raccolta pro capite risultano essere Vercelli e Verbano Cusio Ossola con quasi 7 kg/abitante, fanalino di coda la provincia di Torino con poco meno di 3 kg/abitante che tuttavia, in termini assoluti, raggiunge il primo posto con circa 6.600 tonnellate raccolte. Per ulteriori approfondimenti